tempeste-di-sabbia-un-rischio-per-la-salute-umana
Keystone
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
7 ore

Mosca chiude Nord Stream, l’Ue prepara un piano d’emergenza gas

Gasdotto fermo dieci giorni per ‘lavori’. Bruxelles studia stop a oro russo e accusa: ‘Taglio deliberato’
Estero
7 ore

In Texas crociata anti-gay, allarme di Biden sui diritti

Lo Stato conservatore al centro della battaglia antiabortista pronto a una legge contro la sodomia
Estero
8 ore

Iscritta all’università da 18 anni, padre non vuole più pagare

Accolta la richiesta dell’uomo che dal 2006 dà alla figlia 300 euro al mese di assegno di mantenimento. La donna afferma di soffrire di depressione.
Estero
10 ore

La Cassazione conferma la condanna di 7 anni a Coppola

L’immobiliarista romano era latitante in Svizzera. Era stato accusato di bancarotta fraudolenta.
Confine
11 ore

Como, 38enne si impicca al Bassone

Un detenuto italiano si è tolto la vita in carcere. Il segretario provinciale Ulipa penitenziari: ‘È una chiara sconfitta per lo Stato’
Estero
11 ore

‘Il cioccolato con la salmonella non è arrivato nei negozi’

Lo indica la stessa Barry Callebaut sulla base di indagini interne. La multinazionale aveva individuato il batterio in un lotto di uno stabilimento belga.
Estero
12 ore

Dal 16 gennaio bisognerà pagare per visitare Venezia

L’assessore al bilancio: ‘La città resterà sempre aperta. Quando sarà superata una certa soglia di presenze il contributo sarà più alto’
Confine
15 ore

Centovallina, traffico internazionale bloccato

In servizio alcuni bus sostitutivi. I treni regionali svizzeri circolano normalmente, come pure quelli tra Domodossola e Re.
Gran Bretagna
19 ore

Ubriaco, palpa uomini in un club: membro del governo si dimette

Nuove grane per Boris Johnson: stavolta al centro di uno scandalo a sfondo sessuale è il vicecapogruppo del Partito Conservatore alla Camera dei Comuni
Estero
1 gior

Congo, Patrice Lumumba seppellito dopo sessant’anni

Nel giorno dell’anniversario dell’indipendenza dello Stato africano, il feretro del leader separatista assassinato nel 1961 è stato deposto a Kinshsa
stati uniti
1 gior

Paradosso Dem: finanziano i trumpiani per vincere alle Midterm

Strategia adottata perché considerati avversari troppo estremisti e quindi ‘più vulnerabili’. Il Washington Post: ‘Strategia pericolosa per la democrazia’
Estero
1 gior

Alta tensione in India per il sarto hindù sgozzato

Dilaga sui social hashtag ‘Hindu Lives matter’. Ora si temono vendette
22.05.2022 - 07:00
Aggiornamento: 17:12
Ats, a cura de laRegione

Tempeste di sabbia, un rischio per la salute umana

Gli specialisti si attendono un aumento del fenomeno a causa del cambiamento climatico

Secondo gli specialisti, le tempeste di sabbia che hanno colpito il Medio Oriente negli ultimi giorni e che probabilmente aumenteranno con il cambiamento climatico, non sono prive di pericoli per l’uomo. Causano problemi respiratori che possono uccidere.

In Iraq, colpito da otto tempeste di sabbia dalla metà di aprile, lunedì almeno 4mila persone sono state ricoverate in ospedale per problemi respiratori. L’episodio precedente ha provocato un decesso per disturbi simili il 5 maggio, mandando in ospedale più di 5mila persone.

Secondo l’Organizzazione meteorologica mondiale (Omm), le tempeste di sabbia e polvere colpiscono più di 150 Paesi e regioni, con impatti sull’ambiente, sulla salute e sull’economia. I venti forti sollevano nell’atmosfera grandi quantità di sabbia e polvere, che possono viaggiare per centinaia o addirittura migliaia di chilometri.

Fenomeno locale e globale

"È un fenomeno sia locale che globale, con maggiore intensità nelle aree di origine", osserva Carlos Pérez García-Pando, esperto di tempeste di sabbia e polvere presso il Barcelona supercomputing center (Bss) e l’Icrea (l’istituto catalano per la ricerca e gli studi avanzati).

Queste tempeste hanno origine principalmente nelle regioni aride o semi-aride del Nord Africa, della penisola arabica, dell’Asia centrale e della Cina. L’Australia, il continente americano e il Sudafrica sono fonti meno attive. "Le polveri trasportate dall’aria rappresentano una seria minaccia per la salute", scrive l’Omm, l’agenzia specializzata delle Nazioni Unite.

Le nebbie di sabbia sono composte da particelle che possono penetrare nell’apparato respiratorio e danneggiare il sistema respiratorio e cardiovascolare. Le loro dimensioni determinano "in larga misura l’entità del pericolo", sottolinea l’Omm.

Le particelle fini (circa 10 micrometri) "si depositano spesso nel naso, nella bocca e nelle vie respiratorie superiori e possono causare disturbi respiratori (asma, tracheite, polmonite, rinite allergica, silicosi)", prosegue l’istituzione.

"Aria quasi irrespirabile"

"La gravità è comunque minore rispetto alle particelle ultrafini, provenienti ad esempio dal traffico stradale, che possono penetrare nel cervello o nel flusso sanguigno", ha dichiarato all’agenzia di stampa Afp Thomas Bourdrel, radiologo e ricercatore presso l’Università di Strasburgo e membro del collettivo Air santé climat.

Sebbene le particelle di sabbia, costituite da molti elementi minerali, abbiano "una composizione meno tossica rispetto alle particelle legate, ad esempio, al riscaldamento a legna, carbone o gasolio o agli incendi boschivi o industriali", "la loro estrema densità durante le tempeste causa un aumento abbastanza significativo della mortalità cardio-respiratoria, soprattutto tra le persone più fragili", spiega.

Con "una concentrazione di migliaia di micrometri cubi nell’aria, è quasi irrespirabile", aggiunge Carlos Perez García-Pando. Anziani, bambini piccoli, persone con problemi respiratori e cardiaci sono più a rischio.

Probabile aumento di frequenza e intensità del fenomeno

A seconda delle condizioni climatiche e meteorologiche, la polvere di sabbia può rimanere nell’aria per giorni e percorrere distanze immense, talvolta aggregando batteri, spore di polline, funghi e virus.

Secondo alcuni scienziati, la frequenza e l’intensità delle tempeste di sabbia potrebbero aumentare a causa dei cambiamenti climatici. Ma il fenomeno è "pieno di incertezze" e "complesso", con un cocktail di fattori (calore, vento, pratiche agricole), ha dichiarato all’Afp Carlos Pérez García-Pando.

"In alcune aree, il cambiamento climatico potrebbe ridurre i venti che causano le tempeste, ma i fenomeni estremi potrebbero persistere o addirittura aumentare", ha affermato. Con l’aumento delle temperature, è probabile che il terreno in molte aree diventi più secco.

"Quest’anno è stata osservata una significativa anomalia di temperatura in Africa orientale, Medio Oriente e Asia orientale, e questa siccità sta influenzando la vegetazione, un fattore che potrebbe aumentare le tempeste di polvere", osserva il ricercatore spagnolo.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cambiamento climatico salute tempeste sabbia
© Regiopress, All rights reserved