lascia-deputata-di-sinistra-governo-di-israele-in-minoranza
Tempi duri per Naftali Bennett (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
1 ora

Nato, via al processo di ratificazione di Svezia e Finlandia

Oggi la firma dei protocolli di accesso all’Alleanza atlantica. Stoltenberg: ‘Giornata storia per tutte le parti in causa’
Confine
3 ore

Tragedia in montagna: il Cervino si prende due vite

Gli alpinisti svizzeri vittima di una caduta nella zona della Cresta del Leone, sul versante aostano
Estero
4 ore

Marmolada, è ancora corsa contro il tempo

Riprendono le ricerche dei dispersi dopo il crollo del seracco. Impiegati anche quattro droni
Stati Uniti
5 ore

Fermato il presunto killer della parata di Chicago

Individuato nella zona a nord della città dell’Illinois, l’uomo è stato arrestato dopo un breve inseguimento
Confine
14 ore

Val Grande, turista svizzero disperso

Senza esito le ricerche di un confederato sparito domenica. Sarebbe dovuto giungere a Fondotoce. Dopo un bivacco in capanna, non si è più visto
Estero
14 ore

Ucraina, nel Regno Unito la prossima conferenza dei donatori

Lo ha confermato a Lugano la ministra degli Esteri britannica Liz Truss. L’appuntamento è per il 2023.
Estero
14 ore

Bosnia: condanne per estorsione pellegrini italiani Medjugorje

Due alti funzionari statali accusati di corruzione, criminalità organizzata e abuso d’ufficio trascorreranno 14 e 10 anni in carcere
Estero
15 ore

Putin: ‘Avanti con l’offensiva’

La seconda fase dell’invasione russa nel Donbass è iniziata: Mosca punta a conquistare il Donetsk
Estero
17 ore

Sparatoria in Illinois alla parata del 4 luglio, sei le vittime

Stando ai media statunitensi diverse persone sono rimaste ferite. È caccia allo sparatore, non ancora localizzato
medio oriente
19.05.2022 - 21:27
Aggiornamento: 21:44
Ansa, a cura de laRegione

Lascia deputata di sinistra, governo di Israele in minoranza

Bennet in crisi, si prospettano ancora nuove elezioni. Netanyahu ora spera di tornare al potere

La già fragile coalizione di governo di Naftali Bennett - composta da otto liste parlamentari di destra, di centro e di sinistra - ha subito oggi un duro colpo quando una deputata del partito di sinistra Meretz Ghaida Rinawie Zoabi ha annunciato ai media di non intendere appoggiare più l’esecutivo. Solo in seguito ha informato Bennett, che è stato colto completamente di sorpresa e che ha allora appreso di essere ormai rimasto in minoranza in parlamento con appena 59 deputati su 120.

Rischio fine legislatura

Nell’opposizione della destra nazionalista, guidata dall’ex premier Benyamin Netanyahu, la mossa della parlamentare ha destato grande soddisfazione e ha rafforzato la sensazione che adesso siano a portata di mano la sfiducia al governo e lo scioglimento anticipato della legislatura. Un voto in quel senso potrebbe avere luogo la settimana prossima. Nel frattempo i dirigenti del Meretz cercano di indurla a recedere.

Su twitter Rinawie Zoabi ha spiegato di aver maturato ad aprile la decisione di lasciare la coalizione, durante il mese del Ramadan. "Sono entrata in politica - ha affermato - per rappresentare al meglio la società araba da cui provengo. Ero convinta che una coalizione arabo-ebraica avrebbe potuto creare una alternativa di governo reale e rappresentare un messaggio per la società araba. Ma il mese del Ramadan - ha rilevato - è stato insopportabile. Le immagini giunte dalla Spianata delle Moschee di agenti violenti contro un pubblico di fedeli, il funerale della giornalista Shireen Abu Akleh (attaccato dalla polizia israeliana, ndr) mi hanno indotto a dire: basta. Non posso sostenere una coalizione che maltratta gli arabi in un modo così vergognoso".


Gli scontri durante il funerale della giornalista uccisa (Keystone)

Nel partito Meretz lo sbigottimento è stato totale. Proprio per sottolineare la importanza di una cooperazione fra la maggioranza ebraica e la minoranza araba in Israele nella sua lista parlamentare aveva riservato appunto a rappresentanti arabi due dei suoi sei seggi in parlamento. Come Bennett, anche il leader del Meretz Nitzan Horowitz è stato colto del tutto di sorpresa. Zoabi si è rifiutata di parlargli e di motivare il suo gesto.

Argine a Bibi

Per Meretz il governo Bennett rappresenta una diga importante e necessaria per ostacolare un possibile ritorno al potere di Netanyahu con i suoi alleati della destra estrema e del fondamentalismo religioso. In serata, in una intervista televisiva, Rinawie Zoabi è tornata alla carica accusando i parlamentari ebrei di non vedere in quelli arabi "partner di pari dignità". Bennett ed il ministro degli esteri Yair Lapid cercano ancora di indurre la parlamentare a dare loro almeno una boccata di ossigeno. In passato le avevano proposto di nominarla console di Israele a Shangai e quella proposta - le hanno fatto sapere - resta attuale anche oggi: se non manderà a gambe all’aria il governo. "Non faccio più parte del governo, ma potrei sostenerlo dall’esterno" ha detto la parlamentare alle telecamere lasciando così a Bennett un molto modesto barlume di speranza.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved