ULTIME NOTIZIE Estero
medio oriente
2 ore

Dall’Iran al Libano, la rivolta è donna

In piazza per rivendicare il diritto di non portare il velo oppure a rapinare banche che occultano i loro risparmi: un mondo messo a tacere alza la voce
italia
9 ore

Elezioni: ancora 109 posti in Parlamento da assegnare

Le donne sono la metà degli uomini. Per completare i nomi di deputati e senatori resta da capire cosa sceglieranno i leader che erano in più listini.
Estero
10 ore

‘Plebiscito per l’annessione’. Putin vuole smembrare l’Ucraina

Medvedev torna ad agitare lo spettro dell’atomica. Per i filorussi il 95% avrebbe votato a favore
mar baltico
10 ore

Perdite di gas da Nord Stream. Scambi di accuse: ‘Sabotaggio’

Danni “senza precedenti” nel tratto tra Danimarca e Svezia a 80 metri di profondità. E intanto il prezzo sale
Russia
13 ore

In sette giorni 66’000 russi sono entrati nell’Unione europea

La maggior parte, fuggita dopo la mobilitazione annunciata da Putin, è passata attraverso i valichi di frontiera finlandesi ed estoni
Stati Uniti d'America
13 ore

Elon Musk diventa il più ricco d’America

Scalzato l’ex ceo di Amazon Jeff Bezos. Al terzo posto il fondatore di Microsoft Bill Gates. Fuori dalla top ten Mark Zuckerberg.
inghilterra
14 ore

Ben 27 miliardi di monete dovranno essere sostituite con Cr3

Reso noto il nuovo sigillo dedicato a Carlo III, monogramma che sarà utilizzato su edifici pubblici, documenti, francobolli e invii postali
Confine
15 ore

Scacchi, al Trofeo Castello in Valsolda vince Luca Baluta

La quinta tappa del VII° Grand Prix under 16 della Svizzera italiana si è tenuta sabato 24 settembre
LA GUERRA IN UCRAINA
17 ore

Un agosto a Kaliningrad

Il mio amore per la Russia non può giustificare l’Operazione militare speciale in Ucraina.
22.02.2022 - 07:17
Aggiornamento: 20:26

I russi già a Donetsk, Usa e Ue preparano le sanzioni

Una colonna di blindati è stata segnalata ieri in tarda serata nell’autoproclamata Repubblica popolare riconosciuta da Mosca

Ats, a cura de laRegione
i-russi-gia-a-donetsk-usa-e-ue-preparano-le-sanzioni
Keystone

I soldati russi sono già a Donetsk: una colonna di blindati è stata segnalata ieri in tarda serata nella Repubblica di Donetsk dall’agenzia russa Interfax, che cita testimoni sul posto.

Testimoni oculari hanno riferito a Interfax che due colonne di veicoli blindati si trovano attualmente nella Repubblica popolare di Donetsk e si stanno spostando a nord e a ovest.

La missione Osce già prima di mezzanotte riferiva di oltre 3’000 violazioni del cessate il fuoco nell’Ucraina dell’Est.

Ieri sera il presidente russo Vladimir Putin, nel decreto di riconoscimento delle repubbliche separatiste, ha disposto l’invio di una forza di "peacekeeping" per questa fase di transizione. Le forze armate russe svolgeranno funzioni di sostegno alla pace nelle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, secondo quanto prevedono i decreti sul riconoscimento del Donbass firmati da Putin.

Nel decreto si legge che la decisione di inviare forze russe è stata presa "dopo una richiesta del capo della Repubblica popolare di Donetsk al Ministero della difesa della Federazione Russa, per garantire l’attuazione delle funzioni a sostegno della pace sul territorio della Repubblica popolare di Donetsk prima della conclusione dell’accordo di amicizia, cooperazione e mutuo soccorso" con Mosca.

Usa e Ue verso un pacchetto di sanzioni contro Mosca

Stati Uniti e Unione europea preparano un pacchetto di sanzioni verso la Russia dopo la sfida del presidente russo Vladimir Putin sul Donbass.

Il presidente Usa Joe Biden ha già firmato un bando sugli investimenti e le attività commerciali e finanziarie da parte degli americani nelle regioni separatiste dell’Ucraina, ma saranno prese a breve nuove misure, secondo quanto riporta l’agenzia Bloomberg, incluse ulteriori sanzioni.

La Casa Bianca sta valutando misure per stabilizzare i prezzi di petrolio e gas nel caso di un ulteriore deterioramento delle tensioni in Ucraina con la Russia. Secondo quanto riportato dal Washington Post, una delle ipotesi considerate è quella di un nuovo rilascio delle riserve petrolifere strategiche nel tentativo di proteggere gli americani da un possibile balzo dei prezzi nel caso in cui la Russia decidesse di ridurre le sue esportazioni globali di prodotti petroliferi.

A Bruxelles questa mattina si riuniscono gli ambasciatori dei Paesi Ue (Coreper), che daranno il via all’esame di un primo pacchetto di sanzioni: sul tavolo, si è appreso, ci sono misure "mirate" nei riguardi "di individui coinvolti nell’azione" messa in campo dalla Russia e il "blocco dell’export" diretto alle due repubbliche separatiste riconosciute da Mosca. Anche Parigi, presidente di turno dell’Unione, ha parlato di sanzioni "proporzionate contro entità ed individui russi". "L’elenco dei destinatari è in fase di elaborazione, punteremo su una serie di attività localizzate nel Donbass e direttamente legate agli interessi russi e le adatteremo agli sviluppi attuali", ha spiegato ieri in tarda serata l’Eliseo.

Infine Londra. Il premier Boris Johnson annuncerà stamattina sanzioni "importanti" contro la Russia, ha fatto sapere Downing Street, senza però svelare quali.

Leggi anche:

Putin annuncia il riconoscimento del Donbass

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved