da-domani-in-italia-scatta-il-2g-per-i-lavoratori-over-50
Keystone
14.02.2022 - 14:39
Aggiornamento: 16:28

Da domani in Italia scatta il 2G per i lavoratori over 50

Chi non è vaccinato o guarito sarà assente ingiustificato e non riceverà lo stipendio. Multe per i trasgressori e i datori di lavoro che non controllano

Scatta da domani in Italia per i lavoratori sopra i 50 anni di età l’obbligo di green pass “rafforzato”, ovvero l’equivalente del nostro certificato Covid 2G: in pratica, l’accesso ai luoghi di lavoro sarà permesso solo alle persone vaccinate o guarite dal Covid, escludendo dunque la possibilità di ricorrere ai test. Il provvedimento sarà in vigore fino al 15 giugno e si applica anche ai residenti in Svizzera che lavorano in Italia.

Chi non è in possesso del green pass 2G o si presenta al lavoro senza di esso sarà considerato assente ingiustificato e non riceverà lo stipendio né alcun compenso fino a che non presenterà la certificazione di essersi sottoposto a vaccinazione o di guarigione dal Covid. Dopo il quinto giorno di assenza ingiustificata, potrà scattare la sospensione e sostituzione del lavoratore per un massimo di dieci giorni, rinnovabili fino al 31 marzo 2022. Non ci saranno tuttavia conseguenze disciplinari e si avrà il diritto a conservare il posto di lavoro.

Per chi verrà trovato sul posto di lavoro senza il certificato Covid 2G (o green pass rafforzato) la multa va dai 600 ai 1’500 euro, raddoppiata per i recidivi. I datori di lavoro che omettono i controlli saranno invece sanzionati con una multa dai 400 ai 1’000 euro.

Per gli over 50 residenti in Italia (cittadini italiani o stranieri, quindi anche svizzeri) che non lavorano, invece, già dall’8 febbraio è previsto l’obbligo vaccinale, la cui violazione è sanzionata con una multa di 100 euro.

In Italia il green pass 2G è attualmente richiesto per i mezzi di trasporto pubblico e per la maggior parte dei luoghi aperti al pubblico, dalla ristorazione a cinema e teatri agli alberghi. Necessario invece il certificato covid 3G (quindi anche con test negativo) per accedere ai negozi di beni non essenziali e agli uffici postali, bancari o pubblici. Si discute comunque nel governo Draghi di eventuali, prossimi allentamenti per alcuni settori, ad esempio per la ristorazione all’aperto.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
2g coronavirus green pass italia
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved