i-talebani-fermano-e-rilasciano-due-reporter-stranieri
La polizia afghana marcia con la bandiera (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Confine
34 min

Donna uccisa a Malnate, arrestato un conoscente

Un 60enne è stato arrestato per l’omicidio della 73enne trovata morta in casa sua a Malnate il 22 luglio
Stati Uniti
3 ore

Paramount continuerà a mettere in onda la Champions League

La società sborserà la bellezza di 1,5 miliardi di dollari per i prossimi sei anni per diffondere le partite oltre Atlantico
Estero
6 ore

Spagna: piloti di easyJet di nuovo in sciopero

Il secondo dei tre scioperi da 72 ore indetto da un sindacato di piloti della compagnia aerea si somma a quello di parte del personale di cabina Ryanair
Estero
7 ore

Frasi sull’Olocausto, Abu Mazen denunciato in Germania

La polizia conferma una denuncia da parte di un nipote di sopravvissuti ai crimini nazisti. Ma c’è il nodo dell’immunità diplomatica
Italia
9 ore

Maxisequestro di marijuana in provincia di Bari

Nella centrale per il confezionamento clandestino, trovati 900 kg di stupefacente. In manette due persone
Stati Uniti
9 ore

Scontro tra due Cessna nei cieli della California

Secondo la Federal Aviation Administration, a bordo c’erano in totale tre persone. Ancora da stabilire il numero di vittime
Stati Uniti
11 ore

Trump aveva sottratto carte su sicurezza nazionale

È quanto indicano i documenti procedurali legati alla perquisizione della villa in Florida dell’ex presidente degli Stati Uniti
stati uniti
19 ore

‘Trump ha sottratto carte relative alla sicurezza nazionale’

È quel che rivela la Cnn citando i documenti del giudice Reinhart: l’ex presidente avrebbe cercato di ostruire un’indagine federale
austria
20 ore

Tempesta di vento: 5 morti, tra cui 2 bambini

Due vittime anche in Italia per il maltempo. Inondazioni in Cina, incendi con almeno 38 morti in Algeria.
la guerra in ucraina
21 ore

Erdogan da Zelensky: ‘La Turchia sta con Kiev’

L‘incontro con il capo di Stato turco e il Segretario dell’Onu Guterres. Allarme rosso su Zaporizhzhia: ’Non diventi una nuova Chernobyl’
pacifico
21 ore

Usa e Taiwan lanciano negoziati commerciali, ira della Cina

Sale ancora la tensione con Pechino dopo la visita di Pelosi a Taipei
11.02.2022 - 21:51
Ansa, a cura de laRegione

I talebani fermano e rilasciano due reporter stranieri

L’accusa: ‘Sono delle spie’. L’Unhcr: ‘No, in missione per l’Onu’

I talebani non allentano la morsa sulla stampa e ribadiscono a loro modo che dall’Afghanistan è meglio stare alla larga. Ultimi in ordine di tempo a finire nelle galere opache dell’emirato islamico sono due giornalisti stranieri in missione per conto dell’Alto Commissariato Onu per i rifugiati (Unhcr) e alcuni colleghi afghani che collaborano con loro. Per ora si conosce solo l’identità di uno di essi: Andrew North, ex corrispondente britannico della Bbc, ora freelance, che ha seguito il Paese per vent’anni e ha al suo attivo innumerevoli viaggi in Afghanistan.

“Due giornalisti che avevano ricevuto un incarico dall’Unhcr e cittadini afghani che lavorano con loro sono stati arrestati a Kabul. Stiamo facendo del nostro meglio per risolvere la situazione“, ha fatto sapere l’agenzia dell’Onu, rifiutando di scendere nei dettagli “vista la natura della situazione”. "Andrew era a Kabul a lavorare per l’Unhcr, cercando di aiutare il popolo afghano”, ha twittato sua moglie Natalia Antelava, aggiungendo: "Siamo estremamente preoccupati per la sua sicurezza e chiediamo a chiunque abbia influenza di aiutare a garantire il suo rilascio”.

Equilibrismo

I talebani, impegnati in un improbabile esercizio di equilibrismo tra il tentativo di conquistare un minimo di credibilità tra le democrazie del mondo e l’imprinting della repressione come elemento fondante del potere, hanno dapprima preso tempo. “Abbiamo ricevuto informazioni al riguardo e stiamo cercando di confermare se sono stati detenuti o meno”, ha detto Zabihullah Mujahid, portavoce del governo di Kabul. Salvo poi confermare tutto al Washington Post, capi d’imputazione compresi.

"Diversi stranieri" sono stati arrestati a Kabul con l’accusa di lavorare per agenzie di intelligence straniere, ha detto un membro dei servizi talebani sotto la protezione dell’anonimato mentre un’altra fonte anonima vicina al dossier ha spiegato che gli arresti sono stati effettuati “all’inizio della settimana” e dopo giorni di negoziati non è stato raggiunto un accordo per il loro rilascio.

Da agosto, quando i talebani hanno ripreso il potere, la repressione contro le voci critiche è stata durissima. Sono almeno 50 i reporter afghani arrestati dalla polizia o dai servizi segreti, secondo un rapporto diffuso all’inizio di febbraio da Reporters senza frontiere. Ma anche nei mesi precedenti alla ripresa del controllo del Paese diversi operatori dei media, donne comprese, sono stati uccisi in omicidi mirati attribuiti ai talebani. All’inizio di gennaio quattro militanti femministe sono scomparse a Kabul dopo aver partecipato a manifestazioni anti regime. E nonostante i talebani si siano chiamati fuori sostenendo di aver aperto un’inchiesta, l’allarme nella comunità internazionale si è ulteriormente alzato.

La libertà di stampa

Una matassa, quella dei diritti umani e della libertà di stampa e di parola, difficilmente dipanabile per gli eredi del mullah Omar che hanno un disperato bisogno degli aiuti occidentali per affrontare la catastrofe umanitaria che rischia di coinvolgere oltre la metà della popolazione. Secondo l’Unicef, “24,4 milioni di persone affrontano la fame estrema e 9 milioni sono a rischio carestia". “Sono i bambini e le bambine a pagare il prezzo più alto - denuncia il Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia - 3,9 milioni di bambini affrontano una grave malnutrizione” e "più di 13 milioni hanno un disperato bisogno di aiuto”.

I fondi internazionali rappresentavano il 75% del bilancio afghano prima del ritorno dei talebani, ma la condizione per riaverne almeno una parte è il rispetto dei diritti umani, come ha appena ricordato il capo missione del Regno Unito Hugo Shorter, ora basato in Qatar, reduce da una visita a Kabul dove ha incontrato il ministro degli Esteri Amir Khan Muttaqi.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
afghanistan giornalisti stranieri kabul missione onu talebani unhcr
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved