ULTIME NOTIZIE Estero
gerusalemme
12 ore

La risposta palestinese è un attacco alla sinagoga

Uomo apre il fuoco in un rione ortodosso di Gerusalemme: uccise 7 persone. L’attentatore è stato colpito a morte dagli agenti. Hamas esulta.
Estero
12 ore

Afroamericano ucciso da agenti, video shock del pestaggio

Il capo della polizia di Memphis: ‘Disprezzo per la vita umana’. Attese proteste, appello alla calma da parte della mamma della vittima.
Estero
12 ore

Tensione dopo scontri a Jenin: razzi da Gaza, raid di Israele

Dopo l’‘operazione antiterrorismo’ israeliana con 9 vittime palestinesi, nella notte la Jihad islamica attacca, Tel Aviv risponde con l’aviazione
Estero
14 ore

Benedetto XVI: ‘L’insonnia il motivo centrale delle dimissioni’

Il defunto papa, in una lettera di ottobre al suo biografo resa nota oggi, narrava i problemi causati dalla mancanza di sonno e dai sonniferi prescritti
Confine
16 ore

Caccia aperta al maniaco palpeggiatore

L’uomo era solito a molestare le proprie vittime sull’autobus che collega Erba a Como. Le forze dell’ordine possiedono l’identikit del sospetto
Oceania
22 ore

Un navigatore svizzero disperso nel mare al largo dell’Australia

Stando alla polizia australiana l’80enne è partito in direzione della Nuova Zelanda a bordo del suo yacht. Non si hanno sue notizie dal 5 dicembre.
Stati Uniti
1 gior

A Capitol Hill, a sorpresa, c’è anche Elon Musk

Il miliardario ha discusso con i leader di repubblicani e democratici il modo per assicurare ‘che Twitter sia equa nei confronti dei due partiti’
stati uniti
13.01.2022 - 20:46
Aggiornamento: 21:20

Assalto al Congresso, arrestato capo di estrema destra

Svolta nelle indagini. Il leader di Oath Keepers accusato di aver cospirato contro il Paese

Ansa, a cura de laRegione
assalto-al-congresso-arrestato-capo-di-estrema-destra
L’assalto al Congresso dello scorso anno (Keystone)

Svolta nelle indagini sul sanguinoso assalto al Congresso americano del 6 gennaio 2021, costato la vita a cinque persone. Stewart Rhodes, leader e fondatore delle milizie di estrema destra degli Oath Keepers, è stato arrestato dagli agenti dell’Fbi con l’accusa di eversione e di aver cospirato contro il Paese. Sarebbe stato infatti una figura chiave nell’organizzazione della rivolta tesa rovesciare l’esito delle elezioni presidenziali, impedendo al Senato di certificare la vittoria di Joe Biden su Donald Trump.

È la prima volta che gli inquirenti impegnati nella ricerca della verità sul 6 gennaio di un anno fa e il Dipartimento di giustizia muovono come capo di accusa quello dell’eversione, contestato anche ad altre dieci persone coinvolte nelle indagini. Rhodes - ex paracadutista dell’esercito americano, laureato a Yale ed ex collaboratore del deputato libertario Ron Paul - ha fondato gli Oath Keepers in Texas nel marzo del 2009, facendone il più importante gruppo paramilitare di estrema destra presente negli Stati Uniti insieme all’organizzazione dei Proud Boys. Il giorno dell’attacco al Campidoglio, subito dopo il comizio di Trump, Rhodes era sicuramente a Capitol Hill, comunicando via telefono e chattando con alcuni membri e responsabili del suo gruppo introdottisi dentro i corridoi e le stanze del Congresso invasi da una folla di rivoltosi.

Non ci sarebbero prove che anch’egli fosse dentro il palazzo, ma fu sicuramente lui a dare direttive e istruzioni agli uomini del suo gruppo. Nel mandato di cattura si legge come Rhodes e i suoi sono accusati non solo di essere entrati con la forza nel palazzo, usando tattiche militari e scagliandosi contro gli agenti della Capitol Police e della polizia di Washington che tentavano di arginare la folla, ma anche di aver organizzato una vera e propria “task force di reazione rapida” che stazionò al vicino Hotel Virginia di Washington, pronta a intervenire se necessario. I legali della difesa hanno sempre sostenuto come queste persone fossero state assunte per fungere da guardie del corpo a protezione dei vip amici e alleati di Donald Trump presenti alla giornata di protesta, come il controverso Roger Stone, da sempre stretto consigliere del tycoon, anch’egli all’Hotel Virginia in quelle ore. “I patrioti devono prendere la situazione nelle proprie mani”, scrisse Rhodes quel 6 gennaio in un post sulla piattaforma Signal subito dopo l’inizio dell’assedio al Capitol.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved