bulgaria-dal-nulla-spunta-il-partito-anti-corruzione
I due leader del partito anti-corruzione, vincitore a sorpresa (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
italia
21 min

Azienda cerca receptionist: ‘Massimo 30 anni e foto in costume’

La richiesta di una ditta napoletana. L’assessore comunale al lavoro: ‘Fatto scandaloso, bisogna fare ancora tanto per le donne’
coronavirus
29 min

Da febbraio niente più tamponi per entrare in Italia

Basterà mostrare il green pass. La decisione del ministro della Salute dopo le pressioni di Regioni e operatori turistici
Estero
33 min

Il Papa ai genitori: ‘Non condannate i figli gay’

Associazioni Lgbt tiepide:, ‘Discorso ambiguo, dove ci accosta ai malati’
italia
38 min

Quirinale, il favorito ora è Casini

Stop a Casellati, nome proposto da Salvini. Malumori in Fdi e M5S. In vista della quarta votazione resta ancora sullo sfondo l’opzione Draghi
caso ucraina
47 min

Usa e Nato offrono ‘una via diplomatica’ alla Russia

Ma il segretario dell’Alleanza atlantica Stoltenberg è fermo: ‘Non tradiremo i nostri principi’. Lavrov: ‘Dall’Occidente solo dichiarazioni isteriche’
italia
1 ora

Stermina la famiglia del fratello per un campo di carciofi

La strage a Licata, in Sicilia. Uccide fratello, cognata e i due nipoti di 11 e 15 anni e poi si suicida
Estero
1 ora

Nel mirino di Mosca anche il fratello di Navalny

Scattato l‘ordine di arresto per Oleg: ’Ha manifestato per Alexei’
Estero
1 ora

Morto Esrail, lo Schindler turco

Aiutò gli ebrei a evitare il lager preparando documenti falsi. Dopo aver aderito alla Resistenza francese fu deportato ad Auschwitz
regno unito
1 ora

Boris Johnson: ‘Non mi dimetto’

Il premier britannico stretto all’angolo per le feste organizzate durante il lockdown. Domani esce il rapporto
Estero
4 ore

Macron riconosce le colpe della Francia nel massacro di Algeri

Per la prima volta il presidente ha dichiarato che l’agire dei soldati francesi nel 1962 è imperdonabile per la Repubblica
Estero
5 ore

Quirinale, altra fumata nera

Nessuno ha raggiunto il quorum previsto dalla Costituzione dei due terzi dei componenti del Parlamento. Si tornerà a votare domani.
15.11.2021 - 20:160

Bulgaria: dal nulla spunta il partito anti-corruzione

Superato lo storico partito dell’ex premier Borissov. Vince, con lo slogan “Zero corruzione”, la creatura di due suoi ex ministri

Con lo slogan ‘Zero corruzione’, due ex ministri spiazzano il partito dell’ex premier Boyko Borissov che ha governato la Bulgaria per un decennio, e che ora a causa degli scandali è sempre più isolato nello scenario politico del Paese balcanico. Anche se la commissione elettorale non ha ancora ufficializzato i risultati finali delle legislative anticipate di domenica in Bulgaria, sembra infatti ormai scontata la vittoria del nuovo partito di centrodestra e anticorruzione ‘Continuiamo il cambiamento’ (Cc) che entra nel parlamento come prima forza politica. L’ultimo aggiornamento relativo allo spoglio di oltre il 75% delle schede assegnava a tale partito il 25,3% dei voti, rispetto al 22,4% raccolto dai conservatori del Gerb, il partito di Borissov.

Il Cc è stato costituito lo scorso settembre da Kiril Petkov (41 anni) e Assen Vassilev (44 anni), entrambi ex studenti di Harvard ed ex ministri di economia e finanze del primo governo ad interim nominato dopo le elezioni dell’aprile scorso.

Slogan vincente

Lo slogan ‘Zero corruzione’ è tra i primi punti della loro piattaforma programmatica, nella quale si annuncia tra l’altro il loro impegno per fermare le fughe di fondi pubblici; dare il potere nelle mani di persone indipendenti, competenti e oneste; lavorare per una giustizia rapida, efficiente ed equa; sviluppare l’economia bulgara sul versante delle innovazioni, tecnologie, prodotti e servizi del futuro, creando posti di lavoro meglio retribuiti; garantire una vita dignitosa ai pensionati bulgari e ai gruppi sociali vulnerabili in modo che non ci siano persone al di sotto della soglia di povertà.

Queste allettanti promesse hanno evidentemente motivato gli elettori, ormai esasperati, a dare credito alla nuova formazione, che avanza promesse in realtà già sventolate da altri partiti che negli anni scorsi hanno governato quello che è il Paese più povero e corrotto della Ue. Domenica, commentando i primi risultati, Kiril Petkov, soprannominato il John Travolta bulgaro per la sua somiglianza all’attore statunitense, ha dichiarato di voler diventare premier e “avviare un dialogo con le altre forze politiche", perché "è ormai ora di dire basta con le elezioni, dobbiamo darci da fare”.


L’ex premier Borissov (Keystone)

Bassa affluenza

Quelle di domenica, che hanno registrato una affluenza inferiore al 40%, la più bassa di sempre, sono state le terze legislative quest’anno dopo l’impossibilità di formare una nuova maggioranza di governo. Diversi analisti prospettano trattative di governo ancora difficili, nonostante le affermazioni di Assen Vassilev secondo cui il Cc è disposto a fare compromessi e a discutere sulle nomine dei ministri e perfino del premier. Nel nuovo parlamento, oltre al Cc, dovrebbero entrare altre sei formazioni. Vassilev e Petkov hanno annunciato che in nessun modo entreranno in coalizione con il partito conservatore Gerb di Borissov e con il Dps, il partito della minoranza turca, ritenendoli ‘vettori’ della corruzione nel paese. Due forze queste che nel voto hanno ottenuto rispettivamente il secondo e terzo miglior risultato. Come partner di coalizione sarebbe da escludere anche il partito Vazrazhdane (Rinascita) di Kostadin Kostadinov, fortemente euroscettico e anti-atlantico.

Rimangono i socialisti, il partito dello showman Slavi Trifonov e la formazione di destra ‘Bulgaria democratica’. Soltanto queste tre formazioni messe insieme potrebbero garantire al Cc la maggioranza di 121 deputati dei 240 seggi del parlamento unicamerale bulgaro. Ma bisognerà vedere come Vassilev e Petkov riusciranno a conciliare in un’eventuale coalizione sinistra socialista e forze di destra. Enormi i compiti che avrà difronte il futuro governo, a cominciare dalla pandemia che imperversa in Bulgaria, ai primi posti in Europa per contagi e decessi e agli ultimi per numero di vaccinati. E inoltre il difficile risanamento economico e la lotta alla corruzione dilagante, autentica palla al piede per il Paese balcanico.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved