ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
3 min

L’Indonesia vieta il sesso e la convivenza prima del matrimonio

Gli atti che diventano ora reato potranno essere denunciati solo dal coniuge, dai genitori o dai figli. La legge è valida anche per gli stranieri
Estero
1 ora

La Cina saluta Jiang Zemin. Xi: ‘un grande marxista e leader’

Il presidente cinese ha chiuso con l’elogio funebre la cerimonia solenne per lo scomparso predecessore
la guerra in ucraina
9 ore

Kiev attacca in Russia: colpite due basi

Missili, morti e blackout provocati dall’esercito del Cremlino. Putin sul ponte in Crimea. Caduto un razzo russo in Moldavia
Estero
10 ore

Scioperi e proteste in Iran, ‘impiccheremo i rivoltosi’

I Pasdaran promettono il pugno di ferro contro i manifestanti. Solidarietà a chi scende in strada in 40 città da parte dei negozianti
Confine
16 ore

Due frane rendono la vita difficile ai frontalieri

Gli smottamenti si sono verificati nell’Alto Varesotto. Disagi lungo le vie di collegamento
Confine
16 ore

Cerca di sfuggire ai carabinieri e provoca un incidente

L’uomo, un 30enne, era ‘inseguito’ da una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari per truffa
Germania
17 ore

Accoltellate due ragazzine mentre vanno a scuola, una muore

L’aggressore sarebbe scappato subito dopo in un centro di accoglienza per rifugiati, ma non è chiaro se vivesse nell’edificio
Ucraina
17 ore

Massiccio attacco missilistico russo: razzo cade in Moldavia

Il fatto sarebbe avvenuto a ridosso del confine con l’Ucraina, come riferito dal Ministero dell’interno citato dall’agenzia Ria Novosti
11.11.2021 - 19:35
Aggiornamento: 19:50

Cop26, corsa contro il tempo dopo l’intesa Usa-Cina

A Glasgow si cerca di chiudere oggi con un accordo per contenere il riscaldamento globale entro 1,5 gradi. L’obiettivo sembra a portata di mano

cop26-corsa-contro-il-tempo-dopo-l-intesa-usa-cina
Keystone
L’attivista ugandese Vanessa Nakate alla Cop26 di Glasgow

Glasgow – Oramai alla Cop26 di Glasgow è una corsa contro il tempo. Il traguardo della conferenza sul clima è chiudere venerdì con un accordo che tenga il riscaldamento globale sotto 1,5 gradi. O almeno, che mantenga questo obiettivo ancora raggiungibile (“alive”, dicono i padroni di casa britannici). Ma non ci siamo ancora, anche se il clima non è di pessimismo.

“Oggi è una giornata cruciale – ha detto stamani a Glasgow il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani –. Ci sarà l’impianto delle conclusioni, sulle quali si faranno le rifiniture”. La seconda bozza di documento finale, dopo le osservazioni dei ministri, dovrebbe uscire in nottata. I negoziatori riferiscono che c’è un buon clima, che tutti sono intenzionati ad arrivare a un risultato positivo. L’unico problema è che questo risultato positivo non c’è ancora. E non è neppure in vista.

‘Non ci siamo ancora’

“C’è ancora molto lavoro da fare, e non ci siamo ancora”, ammette in giornata il presidente della Cop26, Alok Sharma. L’accordo di ieri fra Usa e Cina sulla cooperazione per il clima è “un passo importante”, ma i colloqui di oggi “devono preludere a un ulteriore cambio di marcia”. La pensa allo stesso modo il capo negoziatore della Ue, il vicepresidente della Commissione, Frans Timmermans: “Credo che il mondo sia troppo lontano da dove dovrebbe essere per raggiungere l’obiettivo di limitare a 1,5 gradi il riscaldamento globale. Abbiamo iniziato con 2,7 gradi. Ora ci avviciniamo a 2”. Però, aggiunge, “la stragrande maggioranza dei Paesi presenti a questa conferenza sostiene l’obiettivo di 1,5”. E conclude: “I prossimi due giorni mostreranno se possiamo essere all’altezza delle aspettative”.

“Non possiamo accontentarci del minimo comun denominatore in materia di azione sul clima”, twitta il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres. “Faccio appello a tutti i Paesi affinché aumentino l’impegno finanziario di adattamento e l’ambizione di mitigare gli effetti sul clima”.

L’attivista: non vi crediamo

Alla Cop oggi è arrivata Vanessa Nakate, la giovane attivista ugandese per il clima, molto vicina a Greta Thunberg. “Sono qui per dire che non vi crediamo – ha detto –. Non crediamo alle banche e alla finanza che vengono qui coi jet e fanno bei discorsi e belle promesse. Stiamo annegando nelle promesse. Ma sono qui per dire alla finanza e al business ‘fateci vedere la vostra credibilità, provateci che abbiamo torto. Abbiamo disperatamente bisogno di voi’". E poi chiede “un fondo separato per compensare danni e perdite provocate dal cambiamento climatico”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved