escalation-nella-guerra-del-merluzzo-tra-parigi-e-londra
Keystone
In acque agitate i rapporti tra Londra e Parigi
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
LIVE

L’Ucraina teme attacchi da parte della Bielorussia

Sui soldati del battaglione Azov il negoziatore russo chiarisce: ‘Nessuno scambio con l’oligarca Medvedchuk’. Segui il live de laRegione
Estero
39 min

Anthony Albanese promette di riparare l’immagine dell’Australia

Il neoeletto primo ministro laburista vuole puntare sulla politica climatica. Su questo aspetto il Paese viene spesso considerato in ritardo.
Estero
1 ora

Vaiolo delle scimmie: 92 casi confermati in 12 Paesi

Lo segnala l’Organizzazione mondiale della sanità. Si tratta di zone dove la malattia non è endemica.
Confine
1 ora

Un carro attrezzi per rimuovere... solo le vetture straniere

L’obiettivo è costringere principalmente i ticinesi a pagare le multe per divieto di sosta. Lo propone Alessandro Rapinese, candidato a sindaco di Como.
Estero
1 ora

Dopo la strage a Buffalo gli afroamericani temono altri attacchi

Un sondaggio rivela che solo l’8% è rimasto sorpreso dall’accaduto. La maggior parte prevede un incremento del fenomeno razzista.
Estero
2 ore

Moto contro pedoni: due morti e un ferito in provincia Lecco

Deceduto il motociclista, che avrebbe perso il controllo della sua due ruote, e uno dei giovani travolti.
Estero
6 ore

Tempeste di sabbia, un rischio per la salute umana

Gli specialisti si attendono un aumento del fenomeno a causa del cambiamento climatico
Estero
6 ore

Cina e politica ‘zero covid’: l’atout è diventato un handicap

I continui confinamenti si ripercuotono sulla popolazione e l’economia. A risentire di questa strategia è anche l’immagine de presidente Xi Jinping.
Estero
6 ore

Ragni consegnati per posta: un mercato senza controllo

L’interesse per gli aracnidi è aumentato durante la pandemia. A causa del commercio illegale molte specie sono a rischio estinzione.
Estero
17 ore

Voli europei, tariffe quasi raddoppiate

Per quelli intercontinentali il rincaro supera il 35 per cento. Aumento dei prezzi anche per i traghetti.
speciale ucraina
18 ore

Zelensky: ‘Senza uno scambio di prigionieri nessun negoziato’

Sul fronte bellico l’acciaieria Azovstal è ora sotto il controllo russo. Segui il live de laRegione
28.10.2021 - 21:36

Escalation nella guerra del merluzzo tra Parigi e Londra

La Francia blocca un peschereccio britannico nella Manica. La Gran Bretagna risponde convocando l’ambasciatore francese.

Parigi – Non è una battaglia navale ma un po’ ci assomiglia. La cosiddetta ‘guerra’ del merluzzo e delle capesante tra Francia e Gran Bretagna ha raggiunto proporzioni inedite, con lo scambio di accuse e veleni tra le due sponde della Manica, il sequestro di un peschereccio britannico da parte dei gendarmi francesi e, in serata, la convocazione al Foreign Office dell’ambasciatore francese a Londra Catherine Colonna, cui è stata consegnata una nota ufficiale di protesta. E c’è da giurare che nel loro incontro al margine del G20 di Roma tra Emmanuel Macron e Boris Johnson, questo sarà l’argomento clou.

Il nodo della contesa riguarda il ristretto numero di licenze sulla pesca concesse da Londra ai pescatori francesi che Parigi considera in violazione degli impegni assunti da Londra nell’ambito degli accordi post-Brexit. Le tensioni sono riesplose ieri quando l’amministrazione del presidente Emmanuel Macron ha annunciato misure di ritorsione, a partire da martedì 2 novembre, a meno che entro quella data la politica britannica non rispetti i patti sulle licenze.

Prima raffica di sanzioni

Questa prima raffica di sanzioni, ha precisato il portavoce del governo francese Gabriel Attal, riguarderà “controlli doganali e sanitari sistematici sui prodotti sbarcati in Francia nonché il divieto di sbarcare prodotti del mare“. Il portavoce ha inoltre evocato una risposta graduale, con una “possibile seconda serie di ritorsioni "; in particolare, "misure energetiche che riguardano la fornitura di corrente elettrica per le isole anglo-normanne”, incluso Jersey.

“Le minacce della Francia sono deludenti e sproporzionate e non corrispondono a quanto potremmo aspettarci da un alleato e partner vicino”, ha ribattuto un portavoce del governo britannico, citato in un tweet del segretario di Stato per l’attuazione della Brexit, David Frost. Un botta e risposta a cui è seguito il fermo di due navi da pesca britanniche per controlli sulla Manica. Una delle due imbarcazioni è stata dirottata al porto di Le Havre con la scorta da una pattuglia della gendarmeria. Il primo è stato solo multato per "intralcio ai controlli”, mentre il secondo rischia sanzioni penali, il sequestro del natante e la confisca del prodotto della pesca perché non sarebbe in possesso di una licenza valida.

‘Con Johnson serve il linguaggio della forza’

Questi controlli, abituali nella stagione della pesca alle patelle, rientrano anche nell’inasprimento dei controlli sulla Manica nell’ambito delle discussioni sulle licenze di pesca fra il Regno Unito e la Commissione Ue, seguite alla Brexit, ha riconosciuto la ministra francese del Mare, Annick Girardin. Il carico da 11 è arrivato in seguito dal segretario di Stato agli Affari Ue, Clément Beaune, per il quale con l’attuale esecutivo di Boris Johnson si deve "parlare il linguaggio della forza perché temo sia l’unico che capisca”.

Il portavoce di Downing Street ha precisato che oggi sulla questione si è tenuta una riunione tecnico-governativa presieduta da Lord Frost. Riunione durante la quale le iniziative della Francia sono state qualificate come “inaccettabili e non compatibili né con l’accordo di libero scambio e cooperazione (Tca) sottoscritto con l’Ue” per il dopo Brexit, "né con il diritto internazionale più ampio". "Ci rammarichiamo - prosegue Londra - del linguaggio provocatorio ripetutamente usato dal governo francese su questo dossier, che non aiuterà certo a rendere più facile la situazione. Noi abbiamo già sollevato con forza le nostre preoccupazioni tanto con la Francia quanto con la Commissione Europea e, come prossimo passo, la ministra degli Esteri ha incaricato la sottosegretaria Morton di convocare l’ambasciatore francese”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
francia gran bretagna guerra merluzzo pesca peschereccio ue
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved