Verona
0
Bologna
0
1. tempo
(0-0)
Bienne
1
Zurigo
0
1. tempo
(1-0)
Berna
0
Friborgo
2
2. tempo
(0-1 : 0-1)
Ajoie
1
Zugo
3
1. tempo
(1-3)
Lakers
1
Ginevra
1
1. tempo
(1-1)
Langnau
0
Ambrì
2
1. tempo
(0-2)
Davos
3
Losanna
2
2. tempo
(2-2 : 1-0)
Turgovia
1
Winterthur
0
1. tempo
(1-0)
il-lockdown-non-frena-i-gas-a-effetto-serra
Keystone
L’Onu: ‘Siamo davvero fuori strada’
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
19 min

‘Fermate lo sterminio di criceti’, bufera ad Hong Kong

La infezioni legate ai roditori potrebbero contenere una nuova mutazione del virus, giustificando l’abbattimento di migliaia di animali domestici
Estero
1 ora

Bagno di sangue nello Yemen

Un bombardamento saudita ha provocato la morte o il ferimento di oltre 200 persone
Confine
2 ore

Como, tre arresti per frode nel settore del compro oro

I beni sequestrati dalla Guardia di finanza ammontano a 383mila euro. La frode si basava su un collaudato sistema di cooperative fantasma
Estero
4 ore

Gli americani non rivogliono Biden presidente

Secondo un sondaggio, soltanto il 28% degli interpellati è per la ricandidatura
Estero
6 ore

Preti pedofili a Monaco, verifiche della Procura su 42 persone

Berlino chiede che la Chiesa ‘faccia chiarezza in modo completo e trasparente’. ‘Non è una questione interna, se c’è indizio di reato la giustizia indaga’
italia
23 ore

Quirinale, si fa sotto l’ipotesi Mattarella bis

Melina di Berlusconi nel centrodestra. Tenere il presidente attuale sembra il modo migliore di salvare la legislatura in piena pandemia.
Estero
23 ore

La Francia denuncia il genocidio degli uiguri

Pechino s’infuria per l’attacco alla viglia delle Olimpiadi invernali di Pechino
Estero
1 gior

La Cia: ‘Nessun nemico dietro la Sindrome dell’Avana’

L’annuncio americano: ‘Esclusa un’azione straniera, ma cause ambientali e mediche’
Estero
1 gior

L’Austria introduce l’obbligo di vaccinazione

Dopo l’annuncio del cancelliere Karl Nehammer di settimana scorsa, oggi il Parlamento ha dato via libera alla misura a larghissima maggioranza.
coronavirus
1 gior

I morti di Covid nel mondo fino a 4 volte i dati ufficiali

Secondo alcuni modelli del sito Nature le vittime potrebbero essere 20 milioni
25.10.2021 - 19:010
Aggiornamento : 21:28

Il lockdown non frena i gas a effetto serra

Nuovo record nel 2020, e le previsioni per quest’anno non promettono nulla di buono. L’Onu suona l’allarme alla vigilia della Cop26 di Glasgow

a cura de laRegione

Roma – Neanche il rallentamento dell’economia provocato dal Covid-19 ha ridotto i gas che alterano il clima. Un nuovo allarme arriva a pochi giorni dal G20 di Roma e dalla conferenza mondiale sui cambiamenti climatici Cop26, di Glasgow, e dunque è rivolto anche ai big del Pianeta: un nuovo record di gas serra nell’atmosfera è stato raggiunto lo scorso anno, con un tasso di incremento annuo superiore alla media del periodo fra il 2011 e il 2020, e questa tendenza è continuata nel 2021.

L’Organizzazione meteorologica mondiale (Omm), agenzia delle Nazioni Unite, nel diffondere il Bollettino annuale sui gas serra – anidride carbonica, metano e protossido di azoto che intrappolano il calore e alzano la febbre della Terra – avverte che l’aumento delle concentrazioni di questi gas mette a rischio gli obiettivi di temperatura dell’accordo di Parigi sul clima, cioè di contenere entro 1,5-2 gradi centigradi al massimo entro fine secolo l’aumento medio rispetto al periodo preindustriale.

‘Davvero fuori strada’

Il segretario generale dell’Omm, Petteri Taalas, è drastico: “Siamo davvero fuori strada” e il Bollettino “contiene un chiaro messaggio scientifico per i negoziatori della Cop26. All’attuale tasso di aumento di queste concentrazioni” entro il 2100 “avremo abbondantemente sforato gli obiettivi” stabiliti nel 2015.

In sostanza, se la quantità di CO2 nell’atmosfera era 400 parti per milione nel 2015, solo cinque anni dopo ha superato le 413 ppm. Questo “è più di una semplice formula chimica e cifre su un grafico”, spiega Taalas, perché vuol dire alluvioni, siccità, incendi, tempeste, con conseguenze su popolazioni (dalle migrazioni a problemi di salute) e territori (dall’agricoltura agli allevamenti), sulla vita quotidiana di tutti noi. E sull’economia.

Intanto il premier britannico Boris Johnson si dice “molto preoccupato” sulla riuscita della Cop26 (presieduta dalla Gran Bretagna in partnership con l’Italia), temendo “che non si riesca a raggiungere un accordo fra gli Stati sugli obiettivi per ridurre le emissioni di gas serra nei prossimi anni”.

Dagli impegni alle azioni concrete

L’ultima volta che la Terra ha sperimentato una concentrazione così alta di CO2 “è stato 3-5 milioni di anni fa, quando la temperatura era di 2-3 gradi più calda e il livello del mare era di 10-20 metri più alto di adesso. E non c’erano 7,8 miliardi di persone” osserva Taalas. Il fatto è che l’anidride carbonica rimane nell’atmosfera per secoli e nell’oceano ancora più a lungo e l’Omm esprime preoccupazione per la capacità di foreste, suolo e mari di fare ancora a lungo da “serbatoi” di CO2 e fungere da cuscinetto contro un ulteriore aumento della temperatura.

“Molti paesi – ricorda il numero uno dell’Omm – stanno fissando ora obiettivi carbon neutral e si spera che la Cop26 vedrà un consistente aumento degli impegni” che però “bisogna trasformare in azioni concrete”. Quindi occorre “rivedere i nostri sistemi industriali, energetici e di trasporto e l’intero stile di vita”. Le modifiche sono economicamente accessibili e tecnicamente possibili. Non c’è tempo da perdere, ha detto infine Taalas.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved