Young Boys
0
Lugano
0
1. tempo
(0-0)
Bologna
1
Roma
0
fine
(1-0)
Inter
2
Spezia
0
fine
(1-0)
Genoa
Milan
20:45
 
Sassuolo
Napoli
20:45
 
CACIC N./DJOKOVIC N.
GOLUBEV A./NEDOVYESOV A.
21:30
 
DJOKOVIC N. (SRB)
0
BUBLIK A. (KAZ)
0
1 set
(5-2)
Langenthal
1
Visp
0
1. tempo
(1-0)
usa-incubo-default-entro-il-18-ottobre-bisogna-alzare-il-debito
Keystone
Biden
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
22 min

La sfida dell’Ue alla Via della Seta

Trecento miliardi di euro per un nuovo maxi-piano di investimenti infrastrutturali in grado di competere con la Cina
stati uniti
42 min

La Corte Suprema Usa verso una stretta sull’aborto

La maggioranza conservatrice pronta a porre nuovi limiti dopo 50 anni. Biden contrario: ‘Sono per la libertà di scelta’
Estero
1 ora

Bomba della Seconda guerra mondiale esplode a Monaco di Baviera

Tre feriti è il bilancio dell’esplosione avvenuta all’interno di un cantiere, dopo la perforazione di un ordigno del peso di 250 chilogrammi
Confine
1 ora

Impennata di casi pure in Lombardia

Tra le province più colpite dalla nuova ondata di coronavirus c’è quella di Varese
Estero
2 ore

Barca si rovescia, strage di bambini in Nigeria

Avrebbero dovuto partecipare a una cerimonia religiosa. Una cinquantina le vittime
Coronavirus
2 ore

Omicron più trasmissibile, ma contagi perlopiù ‘lievi’

L‘Oms si dimostra prudente rispetto alla nuova variante del Covid. ‘Nei prossimi giorni più informazioni’
Estero
7 ore

Eitan ritornerà in Italia con la zia il 3 dicembre

La zia paterna, Aya Biran, nei mesi scorsi ha già presentato richiesta ai giudici per l’adozione
Estero
11 ore

La CNN sospende Chris Cuomo per l’aiuto al fratello indagato

Il presentatore, secondo la Procura di New York, ha usato la sua posizione e i suoi contatti a favore dell’ex governatore accusato di molestie sessuali
Estero
12 ore

La Nuova Zelanda invia 65 peacekeeper alle Isole Salomone

La richiesta è stata fatta dallo stesso governo dell’arcipelago in cui da poco si è placata una violenta rivolta con tre morti e ingenti danni
Estero
12 ore

Tel Aviv stacca Zurigo ed è la città più cara del mondo

La città sulla Limmat è ora quarta, dietro Parigi e Singapore. Damasco la città più economica, complice il crollo della valuta rispetto al dollaro
Estero
28.09.2021 - 20:010

Usa, incubo default: entro il 18 ottobre bisogna alzare il debito

Mentre i democratici cercano un accordo con i progressisti, i conservatori in Senato bloccano il provvedimento che permetterebbe di evitare lo shutdown

a cura de laRegione

Joe Biden trema. L’agenda economica del presidente americano vacilla sotto i colpi dei repubblicani e le divisioni interne al suo stesso partito.

E mentre fra le fila democratiche è corsa contro il tempo per trovare un accordo con i progressisti, i conservatori in Senato bloccano il provvedimento per alzare il tetto del debito ed evitare lo shutdown infliggendo un pesante schiaffo alla Casa Bianca. Il blocco infatti spinge pericolosamente l’America verso il primo default della sua storia.

I tempi sono stretti: il Congresso ha tre settimane per agire, fino al 18 ottobre. Se entro quella data il tetto del debito non sarà stato alzato, il Tesoro americano avrà a disposizione «risorse limitate che andrebbero esaurite rapidamente. Non c’è certezza che dopo il 18 ottobre potremo continuare a far fronte ai nostri obblighi», ha avvertito Janet Yellen.

Parlando davanti alla commissione bancaria del Senato, il segretario al Tesoro americano ha illustrato le conseguenze di una mancata azione: l’economia scivolerebbe in recessione e si avrebbe una crisi finanziaria, con un balzo del tasso di disoccupazione. Insomma - ha messo in guardia Yellen - non alzare il tetto del debito «sarebbe catastrofico».

Un’analisi condivisa anche dal presidente della Fed, Jerome Powell, secondo il quale le conseguenze di una mancata azione sarebbero «gravi»: la banca centrale - ha spiegato - non è in grado di tutelare l’economia e gli americani da un possibile default.

Gli avvertimenti di Yellen e Powell ora risuonano nei corridoi di Washington, dove lo scontro fra democratici e repubblicani si sta consumando su un’economia che ancora sconta gli effetti del Covid ed è alle prese con le conseguenze del diffondersi della variante Delta.

I liberal lavorano per mostrarsi compatti ma al loro interno la battaglia infuria, con i progressisti e i moderati ai ferri corti. I primi si sono detti pronti a non appoggiare il piano delle infrastrutture a meno che il Congresso non approvi l’iniziativa da 3’500 miliardi che prevede investimenti sul clima, l’istruzione e la sanità, ovvero i loro cavalli di battaglia. Una misura che, però, non è ancora stata definita nel dettaglio.

I democratici moderati hanno invece minacciato di non appoggiare la maxi manovra a meno che non ci sia un voto a stretto giro sulle infrastrutture. La Speaker della Camera, la veterana Nancy Pelosi, sta cercando un compromesso fra le due anime del partito ma per ora un’intesa appare lontana.

La Casa Bianca intanto da dietro le quinte cerca di dirimere il conflitto interno ai democratici e, allo stesso tempo, tenta di tessere le fila del dialogo con i repubblicani. Biden è consapevole che i prossimi giorni saranno decisivi per la sua presidenza e per la sua reputazione: nessun presidente vorrebbe presiedere al primo default degli Stati Uniti, soprattutto se già indebolito dal ritiro dall’Afghanistan.

Su un’America più equa e inclusiva e sulle sue capacità di mediazione Biden si è giocato la campagna elettorale e ora i suoi sforzi sono alla prova del Congresso, dove le grandi manovre sono in atto per evitare uno shutdown già venerdì e soprattutto un default che avrebbe conseguenze mondiali.

Intanto Barack Obama scende in campo a sostegno della Casa Bianca: «Bisogna tassare un po’ di più i ricchi, compreso me, per finanziare il piano di spesa del presidente Biden – ha detto in una intervista alla Abc – e assicurare i fondi necessari alla sanità, ai servizi per l’infanzia, alla lotta per il clima. Penso che i più ricchi se lo possano permettere, ce lo possiamo permettere, mi metto anche io tra loro».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved