ULTIME NOTIZIE Estero
Regno Unito
3 ore

Grave violazione del codice ministeriale: Zahawi licenziato

Via lettera, il primo ministro britannico Rishi Sunak silura il ministro senza portafoglio
Estero
4 ore

Forte scossa di terremoto nella notte in Iran

Il sisma di magnitudo 5,7 è stato localizzato nel nord del Paese. Il bilancio parziale è di tre vittime e diverse centinaia di feriti
Stati Uniti
5 ore

Incidente di caccia in Kansas, ma a sparare... è il cane

Calpesta l’arma nel retro del pick-up: parte un colpo che colpisce il cacciatore seduto davanti, uccidendolo
Estero
6 ore

Nuovo piano europeo per salvare api e farfalle

Ecco il ‘New Deal’ per gli impollinatori, con undici iniziative per frenare il declino della popolazione di questi insetti
Italia
18 ore

Milano, per gas e luce 30 milioni di euro in più

Già l’anno scorso il capoluogo lombardo aveva dovuto far fronte a un aumento di 70 milioni di euro. E per li 2023 il caro-bollette si farà ancora sentire
India
18 ore

Aaa, insegnante di matematica cercasi. Telefonare al...

Singolare annuncio di ricerca personale in india: il numero che i candidati devono contattare lo si ricava da una complessa equazione
Italia
21 ore

Alla partita di calcetto spunta una pistola

Momenti di paura in provincia di Napoli a margine di un incontro del campionato regionale under 19
Italia
22 ore

Milano capitale italiana per numero di furti

Se ne registrano quasi tremila ogni centomila abitanti. Pure in aumento, nel capoluogo lombardo, il numero di femminicidi
Estero
23 ore

Lavoratrice in difficoltà, i colleghi le donano 170 ore di ferie

Per assistere la figlia gravemente malata, la donna aveva esaurito tutti i suoi congedi. Ora potrà assentarsi per un intero mese
afghanistan
16.09.2021 - 20:37
Aggiornamento: 21:16

Ricompare Baradar, vicepremier talebano

Il mullah: ‘Sto bene, nessuna problema con gli Haqqani’. Ci sono dubbi sul video

Ansa, a cura de laRegione
ricompare-baradar-vicepremier-talebano
Baradar durante gli incontri di Doha, in Qatar (Keystone)

“Sto bene e sono in salute. Ero fuori da Kabul e non ho avuto accesso a internet per respingere le fake news”. Dopo una settimana di assenza dalla capitale afgana e dalla scena pubblica, il vicepremier talebano Abdul Ghani Baradar riappare in video per smentire le notizie di un suo ferimento a seguito di una rissa con membri della rete Haqqani all’interno del palazzo presidenziale. “Grazie ad Allah abbiamo buoni rapporti tra di noi e ci rispettiamo. Le nostre relazioni sono anche migliori che in una famiglia”, assicura il mullah Baradar in un’intervista alla radio statale afgana.

Le immagini

Ma le immagini del colloquio, diffuse via Twitter dagli account ufficiali dei sedicenti studenti coranici, lo mostrano incerto, tra le mani un foglio per leggere risposte predefinite. Un’intervista tenutasi a Kandahar, dove Baradar si era ritirato senza fornire spiegazioni dopo l’annuncio della composizione dell’esecutivo ad interim. In questo clima di forte incertezza, un suo messaggio audio diffuso nei giorni scorsi non era bastato a fugare i dubbi.

E anche quest’ultimo video lascia spazio a chi lo immagina sotto controllo di fatto dei suoi avversari. “Non sapevamo che il ministro degli Esteri del Qatar sarebbe venuto”, ha detto ancora il vicepremier per tentare di giustificare la sua misteriosa assenza dai primi incontri internazionali del governo, tanto più sorprendente visti i suoi trascorsi come capo della delegazione talebana che negoziò a Doha con gli Stati Uniti.

Le smentite

Le notizie di scontri interni sono state negate anche da Anas Haqqani, tra i leader dell’omonimo network vicino ad Al Qaida e ai servizi pakistani. Ma al di là delle smentite pubbliche, i dubbi sulla composizione degli scontri interni restano forti. Intanto, si è tenuta oggi al Palazzo presidenziale di Kabul la prima riunione di gabinetto, presieduta dal primo ministro dell’Emirato islamico, il mullah Mohammad Hasan Akhund, per discutere di “sicurezza, politica ed economia”.

Tra le decisioni, riferiscono i media locali, c’è lo sblocco degli aiuti umanitari e la revoca delle restrizioni alle telecomunicazioni nel Panshir, la provincia settentrionale dove si è concentrata la resistenza ai mullah. Dal suo rifugio segreto tra quelle valli, di cui i Talebani hanno ormai preso il controllo, il leader degli insorti Ahmad Massoud starebbe tentando di rilanciare la lotta armata, sfruttando i suoi rapporti con la politica e la finanza internazionali. Secondo il New York Times, la resistenza avrebbe ingaggiato a Washington un lobbista per cercare sostegno militare e finanziario negli Usa per combattere i Talebani.

Il contratto, siglato con la società di Robert Stryk, è stato depositato al dipartimento di Giustizia e prevede che il lavoro sia “pro bono". E mentre continuano le denunce di rappresaglie degli ‘studenti coranici’ contro gli oppositori, la protesta corre anche sui social media, dove nelle ultime ore ha preso piede una campagna di cittadini afgani che fanno appello all’aiuto della comunità internazionale per cambiare le cose nel loro Paese "occupato”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved