SHAPOVALOV D. (CAN)
0
NADAL R. (ESP)
1
2 set
(3-6 : 3-5)
COL Avalanche
2
CHI Blackhawks
0
fine
(0-0 : 1-0 : 1-0)
CAL Flames
7
STL Blues
1
fine
(3-1 : 4-0 : 0-0)
due-ore-sospeso-su-parete-del-bianco-cade-e-sopravvive
Il Dente del Gigante (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
6 ore

Cameroon-Comore di Coppa d’Africa, morti e feriti per la ressa

La tragedia, riferisce la Bbc online, è avvenuta fuori dallo stadio Paul Biya della capitale Yaounde, sede di un ottavo di finale
italia
8 ore

Schede bianche, fumata nera

Non emerge nessun nome dalla prima votazione per il Quirinale. Draghi incontra Salvini e parla con Letta, la sua candidatura prende forma
ucraina
10 ore

La Nato schiera navi e jet, la guerra è più vicina

Biden fa evacuare una parte dell’ambasciata a Kiev, valuta l’invio di truppe e chiama gli alleati europei
wikileaks
10 ore

Assange potrà fare ricorso contro l’estradizione

Il giornalista avrà un’ultima possibilità. Per ora resta in Gran Bretagna
medio oriente
10 ore

Siria, 850 bambini in trappola nel carcere preso dall’Isis

Unicef e Save The Children lanciano l’allarme, oltre 150 i morti
caso pedofilia
10 ore

Ratzinger si corregge: ‘Partecipai a una riunione’

Il papa emerito ha ritrattato una dichiarazione relativa al dossier sui 4 casi di abusi nella diocesi di Monaco
Burkina Faso
11 ore

Presa di potere con la forza in Burkina Faso

Si chiude con un colpo di Stato una giornata caotica, iniziata con l’arresto del presidente Kaboré
Haiti
11 ore

Terremoto ad Haiti: almeno due le vittime

Il sisma, di magnitudo 5.3, è stato seguito da una decina di scosse minori, fra cui una di assestamento di magnitudo 5.1
Estero
15 ore

Attacco al campus di Heidelberg in Germania, un morto

Colpi d’arma da fuoco sparati nel campus universitario medico. Secondo la Dpa, l’autore dell’attacco è morto
18.08.2021 - 18:240
Aggiornamento : 19:21

Due ore sospeso su parete del Bianco, cade e sopravvive

Un trentenne di Bergamo precipita dal Dente del Gigante: ‘Credevo di morire’

Si è salvato 'miracolosamente' dopo un volo di 30 metri da una parete verticale sul Dente del Gigante, nel massiccio del Monte Bianco. Protagonista dell'incidente, avvenuto lunedì pomeriggio, è Cristian Garavelli, di 30 anni, alpinista di Cologno al Serio (Bergamo), che dal letto dell'ospedale Le Chal di Contamine-sur-Arve (Francia) racconta la sua avventura. "Sono rimasto sospeso nel vuoto due ore - spiega - e poi le forze mi sono mancate, le braccia hanno ceduto e mi sono lasciato andare. Pensavo di morire. Prima di precipitare nel vuoto il mio pensiero è andato a mia moglie e al mio cane".

Lo scalatore bergamasco era impegnato nella discesa in corda doppia quando è avvenuto l'incidente. Lui e il compagno di cordata erano a circa 4.000 metri di quota, legati in parete. "Ci stavamo calando per arrivare a fare sicura - aggiunge - ma in quel tratto lo 'spit' è tutto spostato a sinistra. Non riuscivo ad avvicinarmi. C'era il vento, era forte. Le ho tentate tutte, ma proprio tutte. Mi sono tirato su con le braccia, avevo il 'machard' (nodo di sicurezza, ndr) ma poi non ha più tenuto". Cristian Garavelli è rimasto così appeso alla parete, sostenuto solo dalla forza delle braccia e dalla disperazione.

Difficili condizioni meteo

Le difficili condizioni meteorologiche hanno impedito al Soccorso alpino valdostano e alla Guardia di finanza di Entreves di raggiungere la cordata con l'elicottero e così sono state organizzate delle squadre che sono salite a piedi, ma con tempi molto più lunghi. "Mi sono tenuto con tutta la forza che avevo - continua - e ho tirato fuori dallo zaino la piccozza per fissarla in parete. Alessandro, il mio compagno di cordata, era in sosta. Gli ho chiesto di muovermi la corda, ma il vento era troppo forte. Ero sfinito, mi sentivo svenire. Poi ho ceduto, l'ultimo pensiero è stato per mia moglie". L'alpinista bergamasco è precipitato per circa 30 metri, fermandosi in mezzo alle rocce. Il compagno non ha potuto fare nulla, ha solo sentito il tonfo della caduta. Quando i soccorritori sono arrivati sul posto, Cristian Garavelli era privo di sensi, ferito ma vivo. Ha riportato vari traumi ma non è in pericolo di vita. La moglie sta organizzando il suo ritorno a casa mentre il compagno di cordata, illeso, è stato recuperato la notte stessa e accompagnato a valle.

Gli altri casi

Restando in ambito di montagna sulle Alpi svizzere da registrare tre decessi in poche ore: una escursionista di 74 anni, di Friburgo, è morta in ospedale a causa dei congelamenti riportati dopo che si era persa nella nebbia vicino al passo Sagerou, tra Svizzera e Francia; due alpinisti della Repubblica Ceca, invece, sono precipitati dalla cresta Mischabel mentre erano diretti al Täschhorn. Ha avuto un lieto fine, invece, l'escursione sulla via ferrata di Badolo, nel territorio di Sasso Marconi (Bologna), per una famiglia di Carpi (padre di 47 anni e due figli di 10 e 13 anni). Nel tardo pomeriggio di ieri hanno iniziato a salire lungo il percorso attrezzato e sono stati sorpresi dal buio dopo il primo tratto (non avevano con sé le lampade frontali). Così hanno cercato di tornare indietro ma sono rimasti bloccati in parete. Alle 20 è scattato l'allarme. Una squadra del Soccorso Alpino e Speleologico della stazione di Rocca di Badolo è quindi riuscita a raggiungere i tre e a riportarli a valle calandoli con la corda.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved