in-iran-inizia-l-era-del-falco-raisi
Raisi alla conferenza stampa di insediamento (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
56 min

‘In Cina la stretta sugli uiguri fu pianificata dal Pcc’

È quanto scrive il Guardian citando documenti segreti diffusi online, fra cui tre discorsi di Xi Jinping del 2014
Estero
2 ore

Eric Zemmour ufficializza la candidatura alla presidenza

‘Perché i nostri figli non conoscano la barbarie, le nostre figlie non siano velate’. Così il polemista motiva la candidatura in un video su YouTube
Estero
3 ore

La Grecia pensa a multe di 100 euro al mese agli over 60 no-vax

Lo ha dichiarato il premier greco. La sanzione è prevista per le persone di oltre 60 anni che rifiutano di vaccinarsi entro il 16 gennaio
Estero
4 ore

Il Ceo di Moderna: i vaccini faticheranno contro Omicron

Per Stéphane Bancel è prevedibile ‘un calo sostanziale’ dell’efficacia dei vecchi vaccini
Estero
5 ore

Caso Luca Morisi, la Procura chiederà l’archiviazione

Valutata la ‘particolare tenuità del fatto’ per l’ex responsabile comunicazione della Lega: la ‘droga dello stupro’ non era stata procurata da lui
Estero
5 ore

Australia, una legge antianonimato contro i leoni da tastiera

Una proposta contro il bullismo online verrà presentata al Parlamento all’inizio del prossimo anno
Estero
7 ore

Eric Zemmour annuncerà oggi la sua candidatura a presidente

Il polemista di estrema destra pubblicherà oggi un video sui suoi canali social
Estero
17 ore

Svezia, la seconda volta di Magdalena Andersson

La 54enne ex ministra delle Finanze si era dimessa da premier dopo appena sette ore di governo. Oggi il Parlameno l’ha rieletta.
Estero
18 ore

Costruiti i primi robot viventi capaci di riprodursi

Sono in grado di muoversi nello spazio e auto–replicarsi assemblando le cellule che incontrano lungo il percorso
Estero
19 ore

California, armi da fuoco: nuova strage di bambini

Una donna e 4 bimbi sotto i 12 anni (tre maschi e una femmina, tra cui un neonato) uccisi in un’abitazione a nord di Los Angeles. Arrestato il padre.
Estero
22 ore

Linee comunicazione Ue: via Miss e Mrs e riferimenti al Natale

‘Non usare nomi o pronomi che siano legati al genere del soggetto’, ed ‘evitare di dare per scontato che tutti siano cristiani’
Estero
03.08.2021 - 19:010

In Iran inizia l'era del "falco" Raisi

Sfide enormi per il conservatore vicino a Khamenei, dal Covid al nucleare. L'Ue alla cerimonia, ira di Israele

In Iran inizia l'era del 'falco' Ebrahim Raisi: il neo presidente ultraconservatore si è insediato alla presidenza dopo aver ricevuto l'approvazione della Guida Suprema iraniana Ali Khamenei - di cui è stretto alleato - nel corso di una cerimonia a Teheran e trasmessa in diretta dalla tv di Stato.

Il discorso

Nel suo discorso il vincitore delle ultime elezioni, segnate da un astensionismo che ha superato il 50%, ha criticato l'attuale situazione in Iran, sottolineando che "i problemi nel Paese sono dovuti da una parte ad ostilità da parte di nemici e dall'altra da questioni interne, che hanno minato la fiducia della popolazione nel sistema". Gli ha fatto eco Khamenei: "I nemici hanno condotto una guerra di propaganda contro l'Iran attraverso i media e una guerra soft, specialmente negli ultimi anni nel campo della sicurezza e dell'economia", ha detto, parlando alla cerimonia.

"Non faremo affidamento sugli stranieri", ha quindi sottolineato Raisi puntando il dito contro la precedente amministrazione del moderato Hassan Rohani per i problemi economici che affliggono il Paese. "Da oggi, la mia amministrazione seguirà un programma urgente e a breve termine per rimuovere i dieci problemi più importanti, compresi quelli relativi alla carenza di budget, investimenti, inflazione, diffusione del coronavirus, carenza di acqua ed elettricità". Il suo mandato dura quattro anni, ma le sfide immediate che lo attendono sono enormi, al di là dell'economia asfissiata dalle sanzioni: prima fra tutte la gestione della pandemia (il numero giornaliero di casi ha toccato oggi un nuovo record, superando i 39.000).

Il nucleare

Ma anche il futuro dell'accordo sul nucleare, finito su un binario morto dopo il ritiro degli Usa, voluto dall'ex presidente Donald Trump, cui è legato il possibile allentamento delle sanzioni. Un capitolo su cui però almeno ufficialmente la linea di Teheran - via le sanzioni senza alcuna rinegoziazione - non dovrebbe cambiare. E Raisi, 60 anni, già capo della Corte suprema iraniana, considerato il responsabile di eccidi di oppositori alla fine degli anni '80, assume la guida del Paese in un momento in cui Teheran è nuovamente nell'occhio del ciclone. L'Iran è infatti accusato da Usa, Gb e Israele di essere dietro l'attacco alla petroliera Mercer Street, in cui sono morte due persone, un cittadino britannico e un romeno.


Protesta anti-Raisi di cittadini iraniani a Washington (Keystone)

Le reazioni

L'Unione Europea ha condannato l'attacco, prendendo atto delle accuse dei tre paesi, ma si è limitata a chiedere chiarezza sulle circostanze. E la decisione Bruxelles di inviare il vice segretario generale del Servizio europeo per l'azione esterna Enrique Mora (coordinatore Ue ai colloqui sul nucleare, argomento che potrebbe essere toccato al margine dell'insediamento) alla cerimonia di insediamento di Raisi, è stata duramente attaccata da Israele.

Una scelta che "lascia interdetti e dimostra una scarsa capacità di giudizio", ha affermato il ministero degli esteri israeliano in un comunicato in cui fa appello ai dirigenti europei di "annullare la loro vergognosa partecipazione alla cerimonia del 'macellaio di Teheran' ". Nel comunicato Israele rileva che quell'evento si svolge "pochi giorni dopo che l'Iran ha ucciso due civili, uno dei quali membro di un Paese della Ue, in un attacco terroristico lanciato contro una nave civile. Il nuovo presidente dell'Iran - prosegue il comunicato israeliano - ha le mani intrise di sangue di migliaia di cittadini iraniani...adulazione e servilismo verso regimi violenti e totalitari servono solo a incoraggiare nuove violenze e aggressioni".

A rincarare la dose con toni minacciosi è sceso in campo anche il premier Naftali Bennett: "L'Iran - ha detto - sa bene che prezzo paga chi minaccia la nostra sicurezza. Gli iraniani sappiano che non possono restare seduti tranquilli a Teheran e da là appiccare il fuoco al Medio Oriente. Ciò è finito".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved