Losanna
0
Young Boys
6
2. tempo
(0-2)
S.Gallo
Basilea
20:30
 
SC Kriens
0
Yverdon-sport Fc
2
2. tempo
(0-1)
Xamax
FC Stade Ls Ouchy
20:30
 
Salernitana
1
Verona
2
2. tempo
(1-2)
Spezia
2
Juventus
1
2. tempo
(1-1)
Cagliari
Empoli
20:45
 
Milan
Venezia
20:45
 
JANVIER M. (FRA)
0
STRICKER D. (SUI)
0
1 set
(4-5)
turchia-fuori-dalla-convenzione-di-istanbul-donne-in-piazza
Le donne in strada contro la decisione di Erdogan (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
38 min

L’Europa svela la proposta del caricabatterie universale

Uno solo per i diversi apparecchi: porterà a 980 tonnellate di rifiuti elettronici in meno all’anno nel Continente
Confine
1 ora

Si apre a Como il processo all’omicida di don Roberto

Alla sbarra un 53enne reo confesso e che rifiuta di difendersi. Saranno sentiti 33 testimoni d’accusa
Estero
3 ore

In Germania niente stipendio ai non vaccinati in quarantena

La decisione colpisce le persone che possono vaccinarsi e a cui è stata raccomandata la vaccinazione. Si tratta dell’applicazione di una legge già esistente
Confine
10 ore

Dogana Oria Valsolda, riaperta dopo il crollo di pannelli

Ma per nuove verifiche, l’Anas ha disposto la temporanea chiusura domani dalle 9 alle 15. Non si registrano feriti
Estero
12 ore

Pedopornografia online, arrestate 13 persone in tutta Italia

L’indagine si è avvalsa di agenti infiltrati in canali di chat e nel dark web. I supporti con i file erano nascosti anche in scatole di farmaci e provette
el salvador
14 ore

Bukele, ‘il dittatore più figo del mondo’

Il presidente populista scrive sul suo profilo Twitter ‘El dictador más cool del mundo mundial’. Un personaggio fuori dalle righe tra bitcoin, clientelismo e minacce
afghanistan
20 ore

Il Pakistan: ‘Anti-islamico vietare la scuola alle donne’

Intanto i Talebani annunciano i viceministri, ancora tutti uomini
vaticano
21 ore

‘Qualcuno mi voleva morto e preparava il conclave’

Lo sfogo di Papa Francesco: ‘Sono in ottima forma, ma certe critiche mi fanno perdere la pazienza. La Chiesa non abbia paura ad affrontare le diversità sessuali’
iran
21 ore

Raisi: ‘Pronti a negoziare per porre fine alle sanzioni’

Apertura del nuovo presidente sul nucleare e un attacco diretto a Washington: ‘Cacciati dai talebani, l’egemonia Usa ha miseramente fallito’
Estero
01.07.2021 - 19:140

Turchia fuori dalla Convenzione di Istanbul, donne in piazza

La rabbia scende in piazza, con cortei in diverse città del Paese. Ma Erdogan rivendica la sua decisione

La Turchia è definitivamente fuori dalla Convenzione di Istanbul. Cento giorni dopo il decreto del presidente Recep Tayyip Erdogan, che aveva scatenato la rivolta delle donne e l'indignazione della comunità internazionale, l'uscita di Ankara dal trattato contro la violenza di genere entra in vigore. A nulla sono valse le proteste in piazza di associazioni e partiti d'opposizione e i ricorsi in tribunale. Dopo l'ultima bocciatura del Consiglio di Stato, che ha confermato la prerogativa presidenziale sulla decisione, la Turchia diventa il primo Paese a ritirarsi dalla Convenzione sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne e la violenza domestica, che venne aperta alla firma nel 2011 nella sua città più rappresentativa e che fu la prima a ratificare l'anno successivo.

Non solo: è la prima volta in cui uno stato membro del Consiglio d'Europa si ritira da una convenzione internazionale sui diritti umani. Una scelta che Amnesty International denuncia come "vergognosa" e riaccende l'allarme su una deriva del governo Erdogan. "La Turchia ha rimandato indietro le lancette dell'orologio di 10 anni rispetto ai diritti delle donne e ha stabilito un terrificante precedente", accusa la segretaria generale dell'ong, Agnès Callamard, secondo cui "questa deplorevole decisione è diventata un punto di svolta per le attiviste di tutto il mondo, determinate con noi a resistere a ulteriori assalti ai diritti umani".


Una donna davanti alla polizia durante il Gay Pride di una settimana fa (Keystone)

Raduno a Taksim

Dopo settimane di mobilitazione via social e con flash mob per le strade, le donne turche sono scese questo pomeriggio in piazza in diverse città per ribadire la loro opposizione allo strappo di Ankara. Fulcro delle proteste è stata ancora una volta Istanbul, con un raduno organizzato a Tunel, nei pressi di piazza Taksim. Tra le bandiere viola del movimento femminista, in migliaia hanno sfilato dietro un striscione che recitava: "Non abbandoniamo la Convenzione di Istanbul, per noi non è finita". Tra quelle strade, solo sabato scorso si era consumata l'ennesima dura repressione poliziesca del Pride, vietato per il settimo anno consecutivo. Nelle stesse ore, Erdogan è però tornato a rivendicare la sua decisione.

"La nostra lotta contro la violenza sulle donne non è cominciata con la Convenzione di Istanbul e non finirà con il suo abbandono", ha detto il presidente turco, presentando un suo contro-piano d'azione sul tema e rilanciando le accuse di "strumentalizzazione politica" del trattato, che Ankara accusa di esser contrario ai "valori della famiglia" e di "normalizzare l'omosessualità". Le azioni del governo di Ankara, ha insistito, mirano a "difendere l'onore delle nostre madri e delle nostre figlie".

Ma i timori di un aggravamento della situazione restano forti. Mentre Amnesty avverte che adesso aumenteranno "i rischi di subire violenza per milioni di donne e ragazze", i dati riflettono una realtà già allarmante. Secondo la piattaforma Fermiamo i femminicidi, lo scorso anno almeno 300 turche sono state uccise, per lo più da mariti, compagni o familiari, mentre dall'inizio del 2021 le vittime sono già 189. E solo nei primi quattro mesi di quest'anno, i casi accertati di violenza domestica sono stati 73 mila.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved