draghi-risponde-al-vaticano-l-italia-e-un-paese-laico
Il premier italiano Mario Draghi (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
30 min

Traffico di migranti, decine di arresti tra Italia e Albania

L’operazione Astrolabio ha toccato Salento, Albania, Grecia e Turchia. Agli sventurati venivano chiesti tra i 6’000 e i 10mila euro a viaggio
Estero
41 min

La giustizia accusa Trump di pratiche fiscali ‘fraudolente’

Nell’inchiesta civile lanciata nel 2019 dalla Procura di New York sulla Trump Organization coinvolti anche due dei figli dell’ex presidente Usa
Estero
1 ora

Giacarta presto sott’acqua, l’Indonesia sposta la capitale

Un terzo della città potrebbe essere sommerso entro il 2050. Via libera a una remota località sull’isola del Borneo: si chiamerà ‘Nusantara’
francia
2 ore

Nizza, poliziotto uccide una persona durante un’operazione

Il procuratore ha chiesto l’apertura di un’inchiesta interna per il reato di omicidio volontario
Spagna
9 ore

Incendio in una casa di riposo, sei morti

Undici le persone ricoverate per intossicazione. Il rogo potrebbe essere stato causato da un cortocircuito all’interno delle apparecchiature mediche
italia
19 ore

Quirinale: scende Berlusconi, sale Draghi

Si complica la strada per il Cavaliere, che non avrebbe abbastanza numeri. Salvini pronto a proporre un’alternativa.
italia
20 ore

Beppe Grillo indagato: ‘Soldi per favorire Moby’

‘Girò istanze del proprietario Onorato a parlamentari’. La Guardia di Finanza anche alla Casaleggio associati, altra testa del Movimento 5 Stelle
Estero
20 ore

Breivik chiede la libertà condizionale e fa il saluto nazista

L’attentatore norvegese uccise 77 persone. La richiesta a poco più di dieci anni dalla strage di Utoya
australia
21 ore

Park Hotel, il limbo dove i profughi sprecano le loro vite

Numeri e storie dall’albergo che ha ospitato Djokovic, uno dei centri di detenzione dove i richiedenti asilo restano ad attendere la libertà per anni
Estero
22 ore

L’Oms: la pandemia non è finita, probabili nuove varianti

Il direttore generale: ‘Omicron può essere in media meno grave ma la narrativa che si tratti di una malattia lieve è fuorviante’
23.06.2021 - 22:080

Draghi risponde al Vaticano: ‘L’Italia è un Paese laico’

La Santa sede era intervenuta a gamba tesa sulla contestata nuova legge contro l'omofobia, nota come Ddl Zan

"Il nostro è uno stato laico non uno stato confessionale il parlamento è libero di discutere e di legiferare". Le attese parole di Mario Draghi sul ddl Zan, accolte da uno scroscio di applausi, arrivano nel pomeriggio dall'Aula del Senato dove si trova per riferire in vista del prossimo Consiglio europeo.

È la risposta del Governo all'indomani della pubblicazione della nota della segreteria dello Stato vaticano che chiede di modificare il provvedimento contro l'omotransfobia, già approvato alla Camera e fermo da mesi a Palazzo Madama in una guerra tra favorevoli e contrari.

Lo strappo sul Concordato

La nota della santa Sede fa riferimento all'articolo 2 del Concordato del 1984 per spiegare uno dei principali timori del Vaticano: "la criminalizzazione delle condotte discriminatorie - si legge tra l'altro nella nota diplomatica che l'Ansa ha visionato integralmente - per motivi fondati sul sesso, sul genere, sull'orientamento sessuale, sull'identità di genere" avrebbero l'effetto di incidere negativamente sulle libertà assicurate alla Chiesa cattolica e ai suoi fedeli dal vigente regime concordatario".

Il presidente del Consiglio, sollecitato dal senatore dem Alessandro Alfieri sul sul ddl Zan, si rivolge all'Assemblea specificando: "A proposito della discriminazione. Mi soffermo sulla discussione di questi giorni in Senato senza voler entrare nel merito della questione". Poi parla chiaro a chi è dentro e a chi è fuori dal palazzo. A senatori e deputati scandisce che "questo è il momento del parlamento e non del governo", poi rassicura gli interlocutori esterni scandendo: "il nostro ordinamento contiene tutte le garanzie che le leggi rispettino sempre i principi costituzionali e gli impegni internazionali, tra cui il concordato con la Chiesa". Infine cita una sentenza della Corte costituzionale del 1989: "La laicità non è indifferenza dello Stato rispetto al fenomeno religioso, la laicità è rispetto del pluralismo e delle diversità culturali". Parole, queste ultime, che per alcuni rappresentano l'invito ad un compromesso possibile per superare lo stallo di una legge pericolosamente divisiva.

Le reazioni

L'intervento di Draghi sulle discriminazioni a caldo sembra accontentare un po' tutti: il partito democratico e il Movimento 5 stelle lo leggono come un sostegno al pressing per portare il provvedimento al più presto in Aula, la Lega invece si sente legittimata a proseguire l'iter in commissione. E con queste posizioni i gruppi affrontano la capigruppo convocata dalla presidente Casellati al termine dei lavori dell'Assemblea dove Pd, M5s, Iv, LeU e Autonomie chiedono di portare subito il ddl Zan in Aula.

A tenere ferme le posizioni del centrodestra, Il presidente Ostellari che per questa volta sostituisce il presidente della lega Massimiliano Romeo. Soddisfatto il Pd che con Letta commenta "Ci riconosciamo completamente nelle parole di Draghi in Parlamento sulla laicità dello Stato e sul rispetto delle garanzie". Gli fa eco Andrea Marcucci: "Si va avanti con il ddl Zan" e anche da LeU Loredana De Petris spinge per il "subito in Aula".

Apprezzamento arriva anche dalla Lega, il presidente della commissione Giustizia, il leghista Andrea Ostellari afferma: "Parlamento e commissioni lavorino, come ha detto Draghi hanno il compito di eseguire preventivi controlli di costituzionalità sui disegni di legge". Mentre la leader di Fratelli d'Italia da Bruxelles definisce la controversia tra santa Sede e Stato italiano una questione sulla quale "Draghi dovrebbe riferire" e chiede "una sospensione momentanea dell'iter parlamentare".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved