l-ue-riapre-ai-turisti-stranieri-londra-invece-frena
L’interno di uno stabilimento Pfizer in Germania (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Confine
48 min

Un anno fa la strage del Mottarone: ‘Abbandonati da tutti’

Lo sottolinea la madre di Elisabetta Personini e nonna del piccolo Mattia, 2 delle quattordici vittime del disastro della funivia a Stresa
Estero
3 ore

Biden: 13 Paesi in piano Indo-Pacifico. Aiuto a Taiwan se invasa

Il presidente Usa ha inoltre affermato che si sta considerando l’abolizione di alcuni dazi commerciali sulla Cina
Speciale Ucraina
LIVE

Carcere a vita per il soldato russo che uccise un civile

Il sergente Vadim Shishimarin è stato condannato da un tribunale di Kiev per l’omicidio di un uomo nella regione di Sumy. Segui il live de LaRegione
la strage di capaci: 1992-2022
6 ore

‘La mafia li uccideva, poi rubava le loro parole’

A trent’anni dalla morte di Falcone restano l’orgoglio e le ferite di chi ha lottato per la verità
Estero
15 ore

Italia: ladri passano dalle fogne e rubano mezzo milione

Il colpo in una gioielleria a due passi da Ponte Vecchio a Firenze
Estero
18 ore

Armi nucleari, Giappone e Usa chiedono trasparenza alla Cina

I due Paesi stanno limando gli ultimi dettagli di una proposta che conduca Pechino a un maggiore impegno per il disarmo dei propri arsenali
Estero
18 ore

Sudafrica: ancora devastanti inondazioni sulla costa Est

Il mese scorso circa 500 persone erano già state costrette ad abbandonare le loro case
Estero
18 ore

Francia, accuse di violenza sessuale per il neoministro Abad

Il politico smentisce: ‘Queste voci riferiscono di atti o gesti che mi sarebbero semplicemente impossibili a causa del mio handicap’
19.05.2021 - 20:58

L’Ue riapre ai turisti stranieri, Londra invece frena

Resta da risolvere il nodo Green Pass: superate i 200 milioni di vaccinati nell’Unione

Ansa, a cura de laRegione

L'Unione europea riapre ai viaggi dei turisti stranieri per le vacanze estive, mentre tra Consiglio ed Eurocamera è ancora schermaglia per l'accordo sul pass vaccinale Covid per i viaggi degli europei nell'Unione.

L'appuntamento per il nuovo negoziato sul pass tra i co-legislatori è fissato per domani, in una trattativa che si annuncia molto dura, ma che dati i tempi stretti dovrà essere necessariamente quella della svolta. In caso contrario, il Consiglio potrebbe imboccare una strada diversa e più rapida, per evitare il paradosso di porte aperte per i turisti provenienti da Paesi come Giappone o Australia e percorsi a ostacoli per le vacanze dei cittadini dell'Ue, dove le vaccinazioni hanno toccato quota 200 milioni e il traguardo del 70% degli adulti immunizzati a luglio è sempre più vicino. Tra l'altro le bozze di conclusioni del vertice dei leader del 24 e 25 maggio già prevedono l'endorsement del certificato digitale europeo, che avanza anche sotto il profilo tecnico e che una volta a regime integrerà anche i documenti dei Paesi terzi.

Gli ambasciatori dei 27 al Coreper hanno dato via libera alla proposta della Commissione per la raccomandazione sulle riaperture coordinate per gli arrivi dai Paesi terzi e una volta scaduta la deadline della procedura scritta, prevista per domani, scatterà l'approvazione formale. In sostanza le cancellerie dell'Unione potranno aprire alle persone immunizzate da almeno 14 giorni prima del loro arrivo, con sieri riconosciuti dall'Ema o previsti dalle procedure di emergenza dell'Organizzazione mondiale della sanità. Tra questi al momento non è previsto lo Sputnik russo.

Dubbi tra test e quarantene

Le capitali potranno tuttavia richiedere un test negativo all'ingresso ed eventualmente un periodo di quarantena. Ma si potrà dare il via libera anche al turismo, indipendentemente dallo stato di vaccinazione individuale, da quei Paesi con una buona situazione epidemiologica. Gli esperti dell'Unione si riuniranno nelle prossime ore per stilare il nuovo elenco. Con le nuove regole il nulla osta arriverà per gli Stati con 75 casi Covid ogni 100 mila abitanti negli ultimi 14 giorni. Un bel salto rispetto agli attuali 25.

Tra gli elementi che verranno considerati, anche lo stato di avanzamento delle campagne di vaccinazione. Stando a una simulazione circolata tra i diplomatici a Bruxelles, sulla base dei nuovi criteri sarebbero nell'elenco, tra gli altri, Giappone, Singapore, Australia, Nuova Zelanda, Marocco, Albania, e Regno Unito, ma non gli Stati Uniti (la cui soglia va ben oltre). Per i turisti britannici però le spiagge paradisiache dovranno ancora attendere. Il premier britannico Boris Johnson ha già detto che le nuove norme sui viaggi dal Regno non modificano la raccomandazione di non viaggiare per turismo nei 170 Paesi e territori inseriti nelle cosiddetta lista arancione, fra cui l'Italia e tutta l'Ue, tranne il Portogallo.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
coronavirus green pass turisti stranieri ue vaccini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved