prove-di-disgelo-tra-armenia-e-azerbaigian
Militari armeni in Nagorno-Karabakh (Keystone)
21.04.2021 - 22:54
Ansa, a cura de laRegione

Prove di disgelo tra Armenia e Azerbaigian

Dopo l'ennesima polemica, Baku parla di normalizzazione dei rapporti con Yerevan

"Come sempre, il presidente della Repubblica dell'Azerbaigian ha espresso le sue opinioni in modo abbastanza chiaro e concreto. Se il ministero degli Esteri armeno vuole presentare ciò che sente come vuole, è già un'indicazione delle loro intenzioni maligne." Il capo del dipartimento del servizio stampa del Ministero degli Affari esteri della Repubblica dell'Azerbaigian, Leyla Abdullayeva, è intervenuta in merito alle dichiarazioni del ministero degli Esteri armeno, che accusa minacce all'uso della forza contro l'Armenia, da parte del Presidente della Repubblica dell'Azerbaigian.

"Vorremmo portare all'attenzione di coloro che vogliono interpretare le opinioni del nostro presidente, che in un'intervista del 20 aprile, il presidente dell'Azerbaigian ha parlato del possibile revanscismo e delle minacce in Armenia alla nostra integrità territoriale e ha detto: "Se noi identifichiamo una possibile minaccia, la eliminiamo...perché è una questione di difesa, una questione di sicurezza nazionale", ha affermato. Questa non è una minaccia all'integrità territoriale dell'Armenia, come dichiarato dal Ministero degli Esteri armeno, ma un'indicazione della nostra determinazione a rispondere a qualsiasi possibile minaccia dall'Armenia all'integrità territoriale dell'Azerbaigian entro i suoi confini internazionalmente riconosciuti", ha spiegato Leyla Abdullayeva.

"Vorrei ricordare che nella sua intervista, il Capo dello Stato ha anche aggiunto che l'Azerbaigian era pronto a cooperare, sottolineando che nonostante il genocidio commesso dall'Armenia contro gli azerbaigiani a livello statale e la distruzione dei nostri monumenti storici, culturali e religiosi, noi dobbiamo guardare al futuro. Come dichiarato più volte e ai massimi livelli, l'Azerbaigian è pronto a normalizzare le relazioni con l'Armenia, sulla base dei principi del diritto internazionale, in particolare la sovranità degli Stati, l'integrità territoriale e l'inviolabilità dei confini internazionali. Anche l'attuazione delle dichiarazioni trilaterali firmate il 10 novembre 2020 e l'11 gennaio 2021 servono a questo scopo. Purtroppo, invece di attuare la dichiarazione trilaterale, l'Armenia sta avvelenando la propria popolazione e cercando di fuorviare la comunità internazionale con le sue bugie e calunnie", ha concluso il capo del dipartimento stampa.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
armenia azerbaigian esteri integrità territoriale nagorno karabakh
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved