ULTIME NOTIZIE Estero
iran
2 ore

Festeggia la sconfitta con gli Usa, ucciso 27enne

Tanti manifestanti in strada a esultare come forma di protesta contro il regime, la polizia risponde col fuoco
siria
2 ore

Ucciso il capo dell’Isis, già annunciato un nuovo Califfo

Abu al-Hassan ‘morto in combattimento’, mistero sul quarto leader
Confine
6 ore

Benzina, lo sconto in Italia cala ma il prezzo resta migliore

In provincia di Como non sono preoccupati: ‘Rimaniamo molto più competitivi che in Ticino, per un pieno da noi si risparmieranno una decina di euro’
Spagna
7 ore

Bomba-carta all’ambasciata ucraina a Madrid, un ferito

La persona coinvolta nell’episodio ha ricevuto assistenza sanitaria, ma le sue condizioni non sarebbero gravi. Aperta un’indagine sull’accaduto
Italia
10 ore

Cambia il decreto rave, escluse le manifestazioni

Non muta invece la pena, che resta da 3 a 6 anni, come restano possibili le intercettazioni, circoscritte alle indagini sull’organizzazione dell’evento
Estero
15 ore

È morto l’ex presidente cinese Jiang Zemin

Aveva 96 anni ed era malato di leucemia. Guidò la Cina dalla fine degli anni Ottanta verso il nuovo millennio
Video
Italia
16 ore

Frana a Ischia: la vignetta dello scandalo

Intanto è spuntato nelle ultime ore un video che riprende il momento esatto del tragico scoscendimento
Tunisia
16 ore

Scoop terroristico senza rivelare fonti: giornalista condannato

All’agente delle forze dell’ordine, che è stato la ‘talpa’ del servizio mandato in onda su una radio, tre anni di reclusione
Confine
18 ore

Sequestrati a Ronago otto orologi per un valore di 350mila euro

I sette Rolex e un Patek Philippe erano a bordo di un’auto in entrata in Italia dalla Svizzera. Denunciate due persone.
Estero
1 gior

Kiev e la diplomazia ripiombano nel buio

Un’altra giornata di guerra, un’altra giornata di speranze deluse e provocazioni. Intanto l’Alleanza atlantica rilancia il suo impegno
Estero
1 gior

La Cina sceglie la repressione, ma non solo

Pechino incolpa le ‘forze ostili’ ed è pronta a prevenire e sedare ulteriori proteste contro le misure anti-Covid, ma non esclude qualche allentamento
Confine
1 gior

Confine, possibili scioperi dei treni italiani

Il due dicembre sarà una giornata di astensione dal lavoro in tutte le categorie pubbliche e private. Questo potrebbe causare disagi a chi viaggia
16.03.2021 - 19:48
Aggiornamento: 20:44

L'Ema rassicura sul vaccino AstraZeneca

In attesa della decisione definitiva, l'organismo europeo minimizza: ‘Non ci sono indicazioni che possa aver provocato le morti sospette’

l-ema-rassicura-sul-vaccino-astrazeneca
(Keystone)

L'Ema rassicura su AstraZeneca e l'Italia e la Francia sono pronte a far ripartire speditamente le somministrazioni del vaccino. Mario Draghi e il presidente francese Emmanuel Macron si sono sentiti al telefono subito dopo le parole della direttrice dell'Agenzia europea del farmaco Emer Cooke, che ha fatto presagire una conclusione positiva, attesa ufficialmente per giovedì, delle indagini sul farmaco anglo-svedese. "Restiamo fermamente convinti che i benefici superino i rischi. Al momento non c'è evidenza di correlazione" tra le morti e le iniezioni di AstraZeneca, è tornata ad insistere l'alta funzionaria europea, mentre sono in corso gli approfondimenti e la Svezia si è aggiunta alla lista di quanti hanno sospeso il siero, in un effetto domino che ha provocato rallentamenti nelle campagne vaccinali di mezza Europa. L'Ema è al lavoro per fare chiarezza sui 30 casi tromboembolici registrati su un totale di cinque milioni di vaccinati. L'esame viene condotto "caso per caso", ha sottolineato Cooke. "Si indaga pure su lotti specifici", anche se l'ipotesi appare "improbabile" data la diffusione degli eventi sul territorio, e si valuta se qualcosa sia andato storto nella manifattura. "La questione viene presa molto sul serio", ha garantito la direttrice dell'Ema, per noi "la fiducia degli europei è fondamentale".

La situazione

Negli accertamenti sono stati coinvolti specialisti che si occupano di malattie trombotiche. E consultazioni sono in corso anche con la controparte britannica, in una frenesia di riunioni da qui a giovedì affinché nessuno degli aspetti da valutare resti trascurato. Ma secondo l'ex Dg di Aifa, Luca Pani, le parole di Cooke significano che l'agenzia europea "ha già deciso". Un ottimismo che peraltro filtra anche da Palazzo Chigi, intenzionato a riprendere a pieno ritmo la campagna vaccinale in Italia non appena arrivi l'ok giovedì. "La sicurezza per noi non è negoziabile", ha evidenziato d'altra parte la commissaria europea Stella Kyriakides riemergendo dalla videoconferenza dei ministri della Salute Ue, dove gli stop alle somministrazioni di AstraZeneca hanno tenuto banco. Roberto Speranza ha fatto sapere di essere in attesa, con gli altri colleghi europei, del verdetto dell'Ema di giovedì. Ieri Italia, Francia, Germania e Spagna si erano coordinate nella sospensione. Ma c'è chi, come il Belgio, non ha apprezzato la mossa, di cui l'Ue non era stata informata. "La fiducia nei vaccini è una questione delicata, che diventa ancora più difficile da sostenere a fronte di decisioni prive di coordinamento politico e non basate sui dati", è sbottato il responsabile alla Salute, Frank Vandenbroucke. La ministra francese all'Industria, Agnès Pannier- Runacher, ha invece difeso la decisione spiegando che i Paesi hanno agito proprio per preservare la fiducia degli europei. D'altra parte, come ha sottolineato la ministra della Sanità portoghese e presidente di turno del Consiglio Ue, Maria Temido, "tutti i Paesi hanno assicurato che si allineeranno alla valutazione dell'Ema".

Approccio coordinato

Anche il vicepresidente della Commissione europea Margaritis Schinas ha richiamato a un approccio coordinato: l'Agenzia del farmaco europea è stata creata "affinché gli Stati ne seguano il parere, non viceversa". Secondo Schinas, la distribuzione di 300 milioni di dosi di vaccino per l'Ue per il secondo trimestre è un numero che resta in piedi: "Quanto avviene con AstraZeneca non mette in questione la distribuzione delle dosi, ma il loro utilizzo. È ragionevole dire che restiamo sull'obiettivo perché Pfizer produce molto di più e c'è un accordo per anticipare 10 milioni di dosi. E anche perché Johnson&Johnson ha un nuovo accordo con un sito in Germania per il fill and finish", che aggira lo stop all'export degli Usa. Ursula von der Leyen ha infatti annunciato oggi un'intesa tra la Commissione e Pfizer-BioNtech per anticipare al secondo trimestre dieci milioni di vaccini dell'azienda americana che erano previsti in consegna nella seconda parte dell'anno. E le buone notizie potrebbero non essere finite qui: Joe Biden ha fatto sapere che la sua amministrazione sta "già parlando con diversi Paesi" per condividere il surplus americano di vaccini, pur senza specificare quali. "Ve lo faremo sapere molto presto", ha tagliato corto.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved