laRegione
Nuovo abbonamento
duda-resta-presidente-della-polonia-di-kaczynski
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
5 ore

Boeing si spezza in due all'atterraggio in India

Il velivolo della Air India proveniente da Dubai si è schiantato all'aeroporto di Kozhikode, nel sud del paese. Passeggeri tutti indiani, almeno 20 i morti.
Estero
5 ore

Strali cinesi su Trump per la messa al bando di TikTok e WeChat

TikTok minaccia azioni legali. Il ministero degli esteri: repressione politica. Ma il presidente americano si fa forte dell’appoggio del Congresso.
Estero
5 ore

Scontri per le strade di Beirut, preludio al raduno di protesta

Grande manifestazione domani nella capitale libanese ancora sotto shock. Nasrallah, capo di Hezbollah: non avevamo un deposito di armi nel porto.
Estero
8 ore

Coronavirus in Italia, salgono ancora i contagi

Nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della salute, si sono registrati 552 nuovi casi, 150 in più di ieri
Estero
10 ore

TikTok minaccia azione legale contro ordine Trump

Il presidente americano ha firmato un decreto che obbliga la cinese ByteDance a vendere la partecipazione nelle operazioni di TikTok negli Usa
Confine
11 ore

Boom di aspiranti camici bianchi all'Università dell'Insubria

Si sono moltiplicate le iscrizioni ai corsi di Medicina, Odontoiatria e Fisioterapia. Le immatricolazioni vanno al di là dei posti disponibili
Estero
11 ore

Beirut, incendio in zona esplosione

Un incendio al momento di limitate dimensioni si è sviluppato vicino al luogo dell'esplosione. Arrestato il direttore del porto
Estero
18 ore

Beirut: 157 morti, arrestato il direttore del porto

È tra le sedici persone arrestate dopo la violenta esplosione che ha devastato la capitale libanese. I feriti sono oltre cinquemila.
Estero
18 ore

Trump: 'Ho rilanciato io la Nasa', ma l'astronauta lo bacchetta

Botta e risposta tra il presidente Usa e Scott Kelly, che ha il record di permanenza nello spazio: 'I grandi leader si prendono le colpe e distribuiscono i meriti'
Confine
18 ore

Morto uomo accoltellato ieri nel Comasco, un fermato

La vittima è un 36enne di Mozzate, così come il presunto omicida, ed era stato trasportato all'ospedale di Varese in condizioni disperate.
Estero
13.07.2020 - 21:120

Duda resta presidente della Polonia di Kaczynski

Il candidato della destra nazionalista cattolica la spunta, per poco, sul sindaco di Varsavia

Andrzej Duda è, di nuovo, il presidente di una Polonia spaccata in due. Il candidato espresso dalla destra catto-nazionalista è uscito vincitore dal ballottaggio di domenica con 450mila voti in più rispetto al suo rivale, il sindaco liberale ed europeista di Varsavia Rafal Trzaskowski. Duda ha incassato il 51,2% delle preferenze contro il 48,8% di Trzaskowski.

Cavalli di battaglia per la rielezione di Duda sono state le promesse di uno Stato forte e centralizzato, la polemica antieuropea, e una virulenta retorica contro omosessuali e altri "devianti". L'altra metà della società polacca aveva invece puntato su Trzaskowski, contando con lui di recuperare uno spirito laico dello Stato e delle istituzioni, per riprendere un rapporto collaborativo con l'Unione europea (dai cui finanziamenti discende buona parte del bilancio statale). Il sindaco di Varsavia ha perso nonostante che abbia prevalso in 10 regioni su 16.

L'alta partecipazione al voto (di poco inferiore al 70%, notevole per gli standard polacchi) ha testimoniato dell'importanza attribuita al voto da buona parte della società e spiega come Trzaskowski sia riuscito ad aumentare di oltre il 20% i propri suffragi. A favore del presidente uscente hanno votato le regioni dell'est e del sud, dove la popolazione è più numerosa. Duda è stato sostenuto soprattutto dagli anziani ultrasessantenni (62,5% contro il 37,5%) e dagli abitanti delle campagne (oltre il 63% gli ha ridato fiducia). Trzaskowski è stato invece preferito dagli abitanti delle grandi città (65% contro 34%) e dai giovani fra i 18 e i 29 anni (64% contro 36%).

Il vero vincitore di questa consultazione è però ancora una volta Jaroslaw Kaczynski, leader storico del partito conservatore Diritto e giustizia (Pis) al governo dal 2015, che si è battuto in prima persona affinché, attraverso la rielezione di Duda, fossero completate le "riforme" del suo governo, a partire da quella del sistema giudiziario che ha sollevato più di qualche perplessità per la tenuta dello stato di diritto in Polonia. "La sua vittoria, così come cinque anni fa, il nuovo presidente la deve a Jaroslaw Kaczynski, punto e basta", ha scritto ieri Joachim Brudzinski, che ha guidato il comitato elettorale di Duda. Per assicurargli la vittoria il Pis ha impegnato l'intero apparato dello Stato. I membri del governo  hanno organizzato comizi per far rieleggere il loro candidato e la radio e la televisione pubbliche completamente schierate con il presidente uscente e contro lo sfidante. "Non abbiamo giocato ad armi pari, malgrado questo abbiamo lottato fino all'ultimo", ha detto Trzaskowski nel riconoscere la propria sconfitta.

Per niente trascurabile, del resto, l'appoggio della chiesa polacca a Duda. L'episcopato si è speso per convincere i fedeli a votare per il candidato "che condivide i valori cristiani". Come ha commentato con l'Ansa Stefan Frankiewicz, ex ambasciatore presso il Vaticano e amico personale di papa Wojtyla, "la chiesa polacca ha voluto così difendere i suoi tanti privilegi nel sistema attuale, rinunciando alla missione pastorale e ad invitare una società spaccata in due al dialogo senza odio". Frankiewicz ha ricordato tra l'altro con disagio il silenzio totale della chiesa di fronte alle parole usate in campagna elettorale da Duda contro gli omosessuali. Quanto a Jaroslaw Kaczynski, domenica sera, invece di festeggiare con Duda la vittoria, ha atteso i risultati davanti all'immagine della Madonna Nera nel più noto santuario polacco di Jasna Gora a Czestochowa. 

© Regiopress, All rights reserved