laRegione
le-truppe-di-assad-con-i-curdi-bombe-sui-giornalisti
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
2 ore

Austria: morto il re dei cristalli Langes-Swarovski

Pronipote del fondatore Daniel Swarovksi, aveva 78 anni. Avevaa guidato l'azienda per 35 anni
Estero
2 ore

Assalto a Congresso, Facebook sta dando all'Fbi i dati utenti

Secondo Forbes, una denuncia contro un dimostrante dimostra che sono stati controllati dall'Fbi messaggi privati, indirizzo IP, telefono e indirizzo Gmail
Italia
3 ore

Arrestata la 'nonna' della droga che spacciava con i nipoti

Una 74enne in Sicilia gestiva giro di spaccio insieme ai nipoti e i loro fidanzati o fidanzate. In Puglia una donna faceva spacciare il figlio di 9 anni
Estero
4 ore

Multe salate in Gran Bretagna per le feste in casa

Il grosso rispetta le regole, ma – dice la ministra dell'interno – esiste 'una minoranza che si ostina' a violarle per la quale non ci saranno sconti.
Estero
6 ore

Covid, le varianti fanno paura e l'Ue stringe sui viaggi

L'Unione europea decide per delle zone 'rosso scuro', ma non chiude i confini. Scoraggiati i movimenti 'non essenziali'. Alcuni Paesi sono preoccupati
Confine
9 ore

Campione d’Italia, preoccupa l’antenna 4G a ridosso delle case

La consigliera comunale, Rosalba Andresini pronta a raccogliere le decine di lamentele e ad approfondire il dossier
Estero
16 ore

Joe Biden dichiara guerra al coronavirus

Nel maxi-piano del neopresidente più mascherine e test, 100 milioni di vaccinazioni e tamponi prima dell’imbarco per chi entra negli Usa
Estero
16 ore

No Tav, pene molto più lievi in appello

Si è concluso stasera a Torino con 32 condanne il maxiprocesso per gli scontri del 2011 tra manifestanti e forze dell’ordine
Estero
17 ore

Allarme varianti, l’Ue verso i controlli ai confini

La linea di Angela Merkel sembra passare al Consiglio dei ministri, riunito in videoconferenza. Sul tavolo anche un ‘certificato digitale delle vaccinazioni’.
Estero
18 ore

Attentato suicida a Baghdad, più di 30 morti

Due kamikaze si sono fatti esplodere in una piazza della capitale irachena, nei pressi di un mercato popolare. L'attacco non è ancora stato rivendicato.
Estero
13.10.2019 - 21:240

Le truppe di Assad con i curdi. Bombe sui giornalisti

Le forze curde hanno trovato un accordo con il regime di Assad, impensabile fino a qualche giorno fa: le truppe di Damasco interverranno a protezione di Kobane

Clamorosa svolta nella guerra nel nord-est della Siria. Le forze curde hanno trovato un accordo con il regime di Assad, impensabile fino a qualche giorno fa, per far entrare oltre l'Eufrate truppe di Damasco "a protezione" della cittadina chiave di Kobane, minacciata dall'offensiva turca. L'intesa, mediata dalla Russia di Vladimir Putin e confermata dalle parti, riguarda anche l'altra cittadina strategica contesa, Manbij, a ovest dell'Eufrate. Il tutto mentre gli americani hanno annunciato l'evacuazione dei loro mille soldati da tutta l'area coinvolta dalla campagna militare turca.

La quinta giornata di guerra è stata segnata da nuovi scontri e violenze, e da allarmanti notizie sulla fuga di centinaia di familiari di combattenti Isis. Almeno un giornalista straniero è stato ucciso assieme a un reporter turco nei pressi della località di Ras al Ayn/Serekanie. Le fonti curde parlano di altri due giornalisti stranieri uccisi, ma al momento non ci sono conferme. Né si conoscono ancora le generalità del reporter straniero ucciso. Questi faceva parte di un gruppo di giornalisti, civili e miliziani curdi che si trovavano a bordo di pulmini diretti da Qamishli verso Serekaniye, assediata dalle forze arabo-siriane cooptate da Ankara e sotto il fuoco intenso dell'esercito e dell'aviazione turca. Per l'Osservatorio per i diritti umani in Siria, sono almeno 14 le persone uccise in questo raid turco. Una decina sono civili. E su questo massacro è circolato oggi un filmato shock in cui si mostrano le immagini di resti di corpi di donne e uomini, miliziani e civili. Tra loro ci sono diversi feriti a terra, aiutati dai primi soccorritori in uno scenario di devastazione: pozze di sangue, brandelli di corpi carbonizzati, lamiere contorte di veicoli in fiamme, il corpo senza vita di una donna.

Questo massacro è solo uno dei numerosi registratisi oggi.
Secondo l'Osservatorio, almeno 24 persone sono state uccise nel nord-est siriano, mentre fonti militari turche parlano di una ventina di miliziani filo-Ankara morti in battaglia. Ufficialmente i soldati turchi uccisi sono finora due dall'inizio, il 9 ottobre scorso, della campagna militare. Ma si tratta di bilanci parziali e non verificabili in maniera indipendente sul terreno.
L'Onu ha dal canto suo lanciato un allarme per il rischio che le violenze costringano a fuggire dalle loro case circa 400mila persone. Ancora secondo i dati dell'Osservatorio, in cinque giorni di battaglia ci sono già 130mila sfollati. Tra questi ci sono persone più volte costrette ad evacuare: come le migliaia di civili che oggi sono fuggiti dal campo profughi di Ayn Issa, a nord di Raqqa. Tra le 10 mila persone in fuga, oltre 800 familiari di membri dell'Isis, per lo più donne e bambini, scappati in direzioni non meglio precisate.
A contribuire alla sensazione di caos ci sono poi le notizie del ritiro delle truppe Usa dalla base della stessa Ayn Issa, a metà strada tra Raqqa e il confine turco. Secondo fonti ufficiali americane, i soldati sono pronti a lasciare le loro postazioni a Kobane e a Manbij. Proprio in queste due città chiave a ovest e a est dell'Eufrate si preparano a entrare le truppe di Damasco, che già stanno muovendo verso il nord, sostenute da quelle russe. Ma c'è il rischio di uno scontro militare diretto con le milizie arabo-siriane filo-Ankara. Queste sono infatti avanzate oggi lungo il confine, conquistando la località frontaliera di Tall Abyad. E sono penetrate nell'interno interrompendo un tratto dell'autostrada M4, a sud di Serekaniye. L'intera campagna attorno a Serekaniye è in mano delle milizie filo-turche, che hanno preso anche la collina di Tall Arqam, dove solo pochi giorni fa sorgeva una postazione americana.

© Regiopress, All rights reserved