Estero
22.05.2019 - 17:010

Lo stato di Washington approva il compost umano

In alternativa a sepoltura e cremazione, il corpo del defunto potrà essere deposto in un contenitore per farlo decomporre in un terreno ricco di nutrienti

Lo stato di Washington diventa il primo negli Stati Uniti ad approvare il compost umano.
La legge è stata firmata dal governatore democratico Jay Inslee. Si tratta di un'alternativa alla tradizionale sepoltura o cremazione e il processo è conosciuto come 'recomposition'. Consiste nel collocare il corpo del defunto all'interno di un contenitore per farlo decomporre in un terreno ricco di nutrienti e restituirlo eventualmente alle famiglie. Il defunto sostanzialmente viene trasformato in concime.

Secondo i promotori, il procedimento ha anche un impatto positivo a livello ambientale perché non ci sono più tracce di resti umani che percolano sostanze chimiche nel terreno, nel caso della tradizionale sepoltura, né rilasciano anidride carbonica in aria, nel caso della cremazione.
"Dà un significato a ciò che accade ai nostri corpi dopo la morte", ha detto Nora Menkin, direttore esecutivo di People's Memorial Association, ente che aiuta a programmare i funerali. La 'recomposition' porterà anche vantaggi economici perché costa meno di un funerale. La spesa media sarebbe di 5mila e 500 dollari contro gli almeno settemila per una tradizionale sepoltura (dati per il 2017 della National Funeral Directors Association). La legge entrerà in vigore nel maggio del 2020.

Da notare che in Ticino (vedi correlati) si discute di un'idea simile: i boschi sacri, con le ceneri delle persone cremate verrebbero depositate in urne biodegradabili sepolte sotto una pianta.

7 mesi fa L'idea: trasformare il bosco in... cimitero
Potrebbe interessarti anche
Tags
sepoltura
stato
tradizionale sepoltura
compost
defunto
terreno
washington
© Regiopress, All rights reserved