Ti-Press
Estero
12.01.2018 - 17:260

Mamma e papà abusano del figlio di 9 anni, messo a disposizione dei pedofili

Rete di pedofili debellata in Austria. Manette scattate ai polsi di otto persone di età compresa tra 32 e 49 anni, tra gli arrestati uno svizzero

Uno svizzero è stato arrestato nel Vorarlberg (Austria) perché sospettato di appartenere a una rete di pedofili attiva nel Baden-Württemberg (D). Gli inquirenti, che hanno reso noto l'arresto avvenuto in novembre solo in questi giorni, stanno ricostruendo il caso di otto persone che hanno abusato di almeno un bambino, di nove anni. Una mamma avrebbe messo a disposizione di pedofili, per oltre un biennio in cambio di denaro, il proprio figlio, hanno indicato gli inquirenti a Friburgo in Brisgovia (D) ieri. Oggi una portavoce della polizia della città ha riferito all’agenzia di stampa tedesca Dpa che le indagini intendono stabilire possibili legami con altri crimini.

La madre 47enne e il suo compagno 37enne, pregiudicato per pedofilia, residenti nei pressi di Friburgo in Brisgovia, avrebbero pure abusato del ragazzino. Lo avrebbero messo a disposizione di altri uomini servendosi del web, anche del cosiddetto darknet, una rete virtuale poco accessibile nella quale gli utenti si connettono solamente con persone di cui si fidano, ha indicato oggi un portavoce della polizia criminale del Baden-Württemberg a Stoccarda, capoluogo del Land. Il loro commercio criminale avrebbe fruttato diverse migliaia di euro.

Il bambino, che è stato affidato alle autorità, non sarebbe l’unica vittima. Gli inquirenti hanno fatto riferimento al caso di una bambina abusata dal padre, ora arrestato.

Complessivamente le manette sono scattate ai polsi di otto persone di età compresa tra 32 e 49 anni. Tra gli arrestati figurano un soldato tedesco 49enne, fermato in Alsazia (F), e uno spagnolo nel suo Paese.

L’arresto dello svizzero, di 40 anni, in Austria è stato confermato dalla direzione generale della polizia giudiziaria a Vienna, che non fornisce altre informazioni sul suo conto.

Il Ministero pubblico di Friburgo indaga su sei persone e quelli di Karlsruhe (D) e Kiel (D) su uno ciascuno. Secondo le autorità del Baden-Württemberg la vicenda di pedofilia è la più complessa e grave mai trattata nel Land. Le indagini erano iniziate in settembre in seguito ad una segnalazione anonima.

Tags
pedofili
disposizione
otto persone
messo disposizione
baden-württemberg
austria
friburgo
inquirenti
rete
mamma
© Regiopress, All rights reserved