Vucic e Putin
Estero
19.12.2017 - 19:040

Si consolida l'asse Mosca-Belgrado

Il presidente serbo Aleksandar Vucic, che oggi a Mosca ha avuto un lungo colloquio con il leader del Cremlino Vladimir Putin centrato sulla collaborazione in campo economico e energetico, ha ringraziato la Russia per il sostegno costante nei confronti della Serbia ribadendo che Belgrado non imporrà alcuna sanzione contro gli interessi di Mosca.

'La Serbia sarà sempre grata alla Russia'

Parlando in una conferenza stampa congiunta con il presidente russo, Vucic ha indicato tre punti per i quali "la Serbia sarà sempre grata alla Russia": la decisione di Mosca di porre il veto nel 2015 al consiglio di sicurezza dell’Organizzazione delle Nazioni Unite a una risoluzione britannica che accusava il popolo serbo di genocidio per il massacro di Srebrenica nel luglio 1995, l’appoggio russo alla sovranità e integrità territoriale della Serbia contro l’indipendenza del Kosovo, la comprensione di Mosca per la posizione di neutralità militare della Serbia, partecipando agli sforzi di Belgrado di rafforzare le sue difese aerea e terrestre.

Gas e commerci

Vucic, che con Putin si è espresso a tratti anche in russo, si è detto molto soddisfatto per il costante incremento del volume dell’interscambio economico e commerciale tra Russia e Serbia e per la crescita degli investimenti russi nel Paese balcanico. A margine del colloquio tra i due presidenti sono stati firmati diversi accordi bilaterali, compreso quello sull’aumento delle forniture di gas russo alla Serbia nel 2018.

Putin ha sottolineato in particolare l’interesse di Mosca al mantenimento della pace e della stabilità nei Balcani, affermando che la Russia appoggerà qualsiasi decisione e accordo che Belgrado e Pristina dovessero raggiungere sul Kosovo. Vucic ha invitato Putin a Belgrado in occasione dell’inaugurazione prevista per il 2019 della cattedrale ortodossa di San Sava, attualmente interessata da lavori al suo interno, che avvengono con un sostanzioso contributo finanziario russo. (Ats)

© Regiopress, All rights reserved