Estero
19.05.2017 - 13:150
Aggiornamento : 11.12.2017 - 18:19

Assange, il mandato resta ma per reati meno gravi

La magistratura svedese ha archiviato il caso lasciando cadere le accuse di stupro per Julian Assange. Tuttavia rimane in vigore il mandato di cattura per il il controverso fondatore di Wikileaks: la polizia di Londra ha infatti spiegato in un comunicato che il mandato riguarda il fatto che Assange nel giugno 2012, quando era sotto cauzione, non si era presentato in tribunale nella capitale del Regno come richiesto, violando quindi la legge britannica.

Tuttavia, sempre nel comunicato si legge che "mentre il signor Assange era ricercato in base al mandato di cattura europeo per un reato molto grave" ora la "situazione è cambiata e le autorità svedesi hanno archiviato le loro indagini sul caso": così il fondatore di Wikileaks "resta ricercato per un reato molto meno grave". Si spiega anche che le risorse messe a disposizione da Scotland Yard per il caso saranno quindi proporzionate a quel tipo di reato.

© Regiopress, All rights reserved