vista-lago-a-lavena-ponte-tresa-no-alle-eccezioni-della-difesa
www.pontetresa.it
Una veduta dall’alto del Comune italiano e di parte di quello svizzero
05.05.2022 - 18:48
di Marco Marelli

Vista lago a Lavena Ponte Tresa, no alle eccezioni della difesa

Cominciato il processo a Varese sui presunti abusi edilizi. Fra gli imputati, sindaco ed ex sindaco. Udienza aggiornata al prossimo ottobre

È iniziato stamane in tribunale a Varese il processo per i presunti abusi edilizi e urbanistici nella costruzione a Lavena Ponte Tresa del condominio Petra, oggetto dell’inchiesta "Vista lago". Tredici gli imputati, tra cui il sindaco Massimo Mastromarino e il suo predecessore Pietro Roncoroni, accusati il primo di abuso d’ufficio, il secondo di omissione di atti d’ufficio. I giudici del Tribunale collegiale hanno respinto tutte le eccezioni della difesa, alcuni avvocati hanno poi chiesto una perizia per valutare la regolarità dell’iter che portò al rilascio delle concessioni incriminate. Nell’inchiesta della Guardia di finanza, risalente al 2017, finirono indagati il committente del complesso immobiliare, i tecnici del Comune e dell’impresa costruttrice, gli amministratori pubblici e alcuni proprietari degli appartamenti del condominio del valore di oltre quattro milioni di euro in fregio al Lago di Lugano. Il processo è stato aggiornato a ottobre.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
lavena ponte tresa presunti abusi edilizi processo sindaco vista lago
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved