don-giusto-della-valle-facciamo-obiezione-alle-spese-militari
Ti-Press
Don Giusto della Valle
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
1 ora

In Italia da fine giugno autostrade più care dell’1,5%

Il rincaro, definito ‘risibile’ dall’ad Tomasi, avverrà sui tratti del gruppo Autostrade per l’Italia, fra cui l’A9 Como-Chiasso e l’A8 dei Laghi
Ucraina
3 ore

Bombe su un centro commerciale a Kremenchuk, almeno dieci morti

Secondo le autorità ucraine nel centro commerciale bombardato dai russi erano presenti oltre mille civili. La struttura è in fiamme
Estero
3 ore

Per la Corte Suprema Usa pregare in campo è un diritto dei coach

Secondo i ‘saggi’ la scuola che ha sospeso un allenatore che pregava dopo le partite sul campo ha violato i diritti stabiliti dal Primo Emendamento
Confine
3 ore

Promettevano di raddoppiare gli investimenti, condannati

Protagonista della truffa una coppia di coniugi residente a Como, che ha deciso di patteggiare la pena
Estero
7 ore

Stragi a Parigi, Abdeslam: ‘Ho sbagliato, ma non sono un killer’

Si è chiuso in Francia il maxi-processo per gli attentati del 13 novembre 2015. Il verdetto atteso per mercoledì sera
Francia
10 ore

In Francia gli autotrasportatori incrociano le braccia

La rivendicazione principale dello sciopero è quella di un aumento degli stipendi. Blocchi in tutto il Paese e forti disagi alla circolazione
Speciale Ucraina
11 ore

Dalle macerie di un edificio spuntano cento corpi

A Mariupol, dove oggi rimangono ancora 100’000 persone, una delle più grandi tragedie della guerra innescata dalla Russia in Ucraina
Italia
11 ore

Bimba chiusa in auto per errore, la salva un carabiniere

La madre ha lasciato per errore in auto le chiavi ed è scattata la chiusura automatica. Per soccorrerla il militare ha sfondato un finestrino con un sasso
Colombia
13 ore

La corrida finisce in tragedia: almeno otto morti

A El Espinal, in Colombia, durante una ‘corraleja’ crollano le tribune. Moltissime le persone coinvolte, almeno sessanta i feriti gravi
04.05.2022 - 21:46
Aggiornamento: 22:03

Don Giusto della Valle: ‘Facciamo obiezione alle spese militari’

Il sacerdote dei migranti lancia un invito da un editoriale sul periodico delle sue parrocchie. Farà discutere

di Marco Marelli

«Invito personalmente a non pagare la parte delle nostre tasse che finisce in spese militari; invito a fare obiezione di coscienza alle spese militari». È quanto scrive don Giusto della Valle, parroco di Rebbio e Camerlata, già missionario in Africa, da sempre a Como a favore dei migranti (è arrivato a ospitarne sino a cento nel suo oratorio, dove ora accoglie i profughi ucraini) nell’editoriale che apre il numero di aprile de ‘Il Focolare’, periodico delle due parrocchie. Parole destinate a scatenare un ampio dibattito.

L’invito del sacerdote (molto conosciuto e seguito anche in Canton Ticino) è decisamente forte e va oltre i consueti appelli alla pace. Arriva nell’ambito di una chiara e diffusa condanna della guerra: «Carissimi, noi siamo per un mondo fraterno in cui le identità nazionali – un bene prezioso – si fondono con l’essere abitanti della casa comune che è il mondo, il cosmo. Noi crediamo e facciamo in modo tale che le risorse della Terra siano per tutti equamente distribuite; che chi ha tante risorse, tanto patrimonio energetico ne dia con una giusta retribuzione a chi non ne ha o ne ha poco. Noi crediamo che le nostre capacità intellettuali e di volontà se gestite "per me" sono fallite, se invece sono "per noi" trovano piena realizzazione e il noi oggi è il mondo intero. Noi crediamo che le Chiese, le Religioni se entrano e animano il progetto di umanità fraterna hanno un senso, altrimenti sono storicamente fallite, poco attraenti e oggetto di ripugnanza. Perciò siamo contro un mondo impostato sui blocchi di popoli contrapposti: o fai parte del mio blocco – si dice – o sei mio nemico; e se sei neutro fanno di tutto per attirarti dalla loro parte».

Continua il sacerdote: «Siamo contro la potenza costruita sugli arsenali militari, contro ogni arma, contro le armi nucleari e contro l’ospitalità in territorio italiano delle armi atomiche americane. In tal senso invito personalmente a non pagare la parte delle nostre tasse che finisce in spese militari, invito a fare obiezione di coscienza alle spese militari».

Don Giusto poi si interroga: «E di fronte alla violenza subita cosa fare? Di fronte alla prepotenza degli invasori Gesù nostro cosa farebbe? Lui storicamente ha resistito come "Agnello condotto al macello" dice il profeta Isaia, così come ha fatto don Roberto Malgesini (il sacerdote degli ultimi ucciso a Como con decine di coltellate da un migrante, ndr). L’odio si sconfigge con l’amore, con la follia della Croce. È giusto proteggere dagli aggressori i propri figli, gli anziani, i territori invasi? Certamente è giusto, ma con una resistenza non violenta, non armata. I caschi blu dell’Onu nella guerra in Ucraina sono stati completamente messi da parte dai loro principali finanziatori, eppure sono l’unica forza d’interposizione chiamata a intervenire. La preghiera e il digiuno per la conversione dei potenti hanno una grande forza d’interposizione. Maria nel Magnificat si rivolge a Dio che ha sconvolto i superbi nei pensieri del loro cuore, ha rovesciato – non ucciso – i potenti dai troni e ha innalzato gli umili, ha ricolmato di beni gli affamati e ha rimandato i ricchi a mani vuote. A me sembra che a Rebbio, a Camerlata, e Como e nel mondo ci siano tanti segni del mondo nuovo, del mondo fraterno, Coraggio allora, è la strada giusta anche se derisa dai potenti».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
giusto della valle sacerdote spese militari
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved