nei-due-bar-chiusi-nel-comasco-anche-ndranghetisti-dal-ticino
Keystone
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
17 min

Gli hacker russi ‘dichiarano guerra’ a dieci Paesi ‘russofobi’

Il collettivo filorusso Killnet ha iniziato con l’attacco al sito della polizia italiana. Nel mirino anche Usa, Germania, Regno Unito e gli Stati baltici
Francia
1 ora

Francia, Elisabeth Borne è la prima donna premier dopo 30 anni

La ministra del Lavoro è stata nominata oggi dal presidente Macron. Succede a Jean Castex appena dimessosi
Stati Uniti
1 ora

Il killer di Buffalo ha risparmiato un cliente bianco scusandosi

La scena è stata immortalata nel video pubblicato su Twitch (poi rimosso) da Payton Gendron, il 18enne suprematista autore della strage a sfondo razziale
Confine
1 ora

Como, investimenti per 44 milioni nel teleriscaldamento

L’investimento verrà effettuato da Varese Risorse. I consumi energetici verranno ridotti del 38,7% e le emissioni di anidride carbonica del 32,5%
Estero
1 ora

Francia, si è dimesso il premier Castex, pronta Elisabeth Borne

Pochi dubbi sull’imminente nomina a primo ministro dell’attuale ministra del Lavoro, che sarebbe la prima donna in carica dopo 30 anni
Estero
2 ore

Crisi Covid in Corea del Nord, Kim Jong-Un mobilita l’Esercito

Il leader nordcoreano ha contestato la reazione del suo gabinetto e ordinato la mobilitazione di medici ed attrezzature sanitarie dell’Esercito popolare
Estero
3 ore

Abusi in coppia su 13enne, condannata attrice di Doctor Strange

Zara Phythian e il marito Vitkor Marke sono stati condannati a 8 e 14 anni di carcere per aver abusato di una ragazza adolescente
Estero
4 ore

La Svezia farà richiesta di adesione alla Nato

Lo ha comunicato la premier Magdalena Andersson. Quasi tutti i partiti svedesi hanno dato il loro appoggio. Contrari Sinistra e Verdi
Estero
5 ore

Somalia, partner internazionali salutano il nuovo presidente

L’elezione di ieri di Hassan Sheickh Mohamud è avvenuta dopo mesi di instabilità politica e attacchi di matrice jihadista, a cui si aggiunge la siccità
Estero
5 ore

Hacker filorussi attaccano il sito della polizia italiana

Il collettivo ‘Killnet’ ha dichiarato ‘guerra’ a 10 Paesi. Nei giorni scorsi avrebbero colpito alcuni siti istituzionali e provato a bloccare l’Eurovision
28.01.2022 - 15:36
Aggiornamento : 18:34

Nei due bar chiusi nel Comasco anche ’ndranghetisti dal Ticino

I due locali a Cirimido e Cadorago sono considerati basi logistiche della potentissima cosca Molè della piana di Gioia Tauro

di Marco Marelli

Il questore di Como Giuseppe De Angelis, con un provvedimento senza precedenti, ha chiuso due bar della Bassa comasca, in quanto considerati basi logistiche della potentissima cosca Molè, una ’ndrina della piana di Gioia Tauro, un tempo alleata ai Piromalli, di cui si è parlato a lungo nel novembre scorso, in occasione dell’operazione “Cavalli di razza” contro la ’ndrangheta, che ha portato all’arresto di 104 presunti ’ndranghetisti, di cui due a Lugano e altri nei cantoni Zurigo e San Gallo.

Il questore lariano ha revocato la licenza al bar “Liam” di Cirimido e ha sospeso per 90 giorni la licenza al bar “One Shot” di Cadorago. Due locali gestiti da incensurati ma che di fatto, secondo la Direzione distrettuale antimafia di Milano, guidata dal procuratore aggiunto Alessandra Dolci, che ha sollecitato il provvedimento adottato dal questore Giuseppe De Angelis, erano gestiti da membri delle famiglie arrestati lo scorso novembre. Nella lunga ordinanza di custodia cautelare in carcere si parla spesso dei due bar che hanno abbassato le saracinesche in quanto luogo di incontri e patti d’affari fra almeno una ventina di ’ndranghetisti radicati non solo nel comasco, ma anche nel Ticino e nei cantoni Zurigo e San Gallo.

Le drastiche misure adottate dal questore comasco rappresentano l’onda lunga dell’operazione “Cavalli di razza” che, sviluppata sull’asse Calabria-Lombardia, passando dalla Toscana, aveva portato all’arresto di 104 persone, 54 dei quali in Lombardia, di cui 36 nel comasco. Gli altri arresti: 34 in Calabria e 16 nel filone toscano, due dei quali a Lugano. Quasi tutti calabresi gli arrestati, provenienti dalla piana di Gioia Tauro, finiti dietro le sbarre in quanto coinvolti in colossali traffici di cocaina dal Sud America. Un attività criminosa che si trova in tutti e tre i filoni dell’indagine. Complessivamente nel corso delle tre inchieste è stata sequestrata una tonnellata di cocaina. In particolare nei porti di Gioia Tauro e Livorno. E parte di essa (oltre 30 chilogrammi in pochi mesi del 2020) è stata sequestrata in Svizzera. L’inchiesta ha fatto emergere che lo spaccio di droga serviva per l’acquisito di armi. Una trentina quelle sulle quali gli investigatori hanno messo le mani. I quattro arrestati in Svizzera erano risultati implicati nell’operazione “Insubria” che nel novembre 2014 aveva portato all’arresto di 40 ’ndranghetisti appartenenti alle ’ndrine di Fino Mornasco, Cermenate e Calolziocorte.

A conferma della presenza di un cordone ombelicale che sembra legare le varie inchieste che nel corso degli anni hanno confermato il forte radicamento della ‘ndrangheta nel comasco con metastasi in Ticino. Una ennesima conferma dall’ordinanza del gup di Firenze che nell’ambito del filone toscano dell’operazione “Cavalli di razza” si sofferma sul ruolo dei due uomini arrestati a Lugano. “È il più quotato, per queste cose qui ... i contatti... preparare... parlare... organizzare”. E “queste cose qui” era cocaina in quantità industriale che dall’Ecuador, nascosta in container, arrivava ai porti di Livorno e Vado Ligure. Come nel caso di due carichi, per complessivi i 464 chilogrammi di polvere bianca, che una volta giunti, il 7 e 8 novembre 2019, nell’area doganale del porto toscano, erano stati sequestrati dalle forze dell’ordine. “Il più quotato” è uno dei due arrestati a Lugano. Un 41enne calabrese, nato a Catanzaro, residente a Guardavalle (Cosenza), da alcuni anni residente a Lugano, dove lavora in un ristorante in qualità di cuoco-cameriere, che nel corso degli anni sarebbe diventato il capo del gruppo toscano.

Leggi anche:

’Ndrangheta, chiusi due locali nel Comasco

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cadorago comasco gioia tauro ndranghetisti ticino
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved