BUF Sabres
4
DAL Stars
4
3. tempo
(2-1 : 2-2 : 0-1)
BOS Bruins
3
WAS Capitals
3
3. tempo
(1-1 : 1-1 : 1-1)
PHI Flyers
1
COB Jackets
2
3. tempo
(0-0 : 0-1 : 1-1)
PIT Penguins
5
OTT Senators
4
3. tempo
(3-1 : 2-0 : 0-3)
NAS Predators
3
WIN Jets
1
2. tempo
(3-0 : 0-1)
LA Kings
COL Avalanche
03:30
 
Seattle Kraken
SJ Sharks
04:00
 
VEGAS Knights
MON Canadiens
04:00
 
formazza-si-scia-sulla-neve-dell-anno-precedente
ULTIME NOTIZIE Estero
italia
5 ore

Quirinale, si fa sotto l’ipotesi Mattarella bis

Melina di Berlusconi nel centrodestra. Tenere il presidente attuale sembra il modo migliore di salvare la legislatura in piena pandemia.
Estero
5 ore

La Francia denuncia il genocidio degli uiguri

Pechino s’infuria per l’attacco alla viglia delle Olimpiadi invernali di Pechino
Estero
7 ore

La Cia: ‘Nessun nemico dietro la Sindrome dell’Avana’

L’annuncio americano: ‘Esclusa un’azione straniera, ma cause ambientali e mediche’
Estero
7 ore

L’Austria introduce l’obbligo di vaccinazione

Dopo l’annuncio del cancelliere Karl Nehammer di settimana scorsa, oggi il Parlamento ha dato via libera alla misura a larghissima maggioranza.
coronavirus
8 ore

I morti di Covid nel mondo fino a 4 volte i dati ufficiali

Secondo alcuni modelli del sito Nature le vittime potrebbero essere 20 milioni
eruzione a tonga
9 ore

‘Io, portato da un’isola all’altra dallo tsunami’

Un falegname disabile è sopravvissuto al disastro aggrappandosi a un tronco
verso il vertice
9 ore

‘Blinken non venga a Ginevra a mani vuote’

Il rappresentante russo presso l’Ue Vladimir Chizhov teme una fase di stallo sulla risoluzione dei problemi della questione ucraina
Estero
10 ore

La Procura si oppone alla libertà condizionale di Breivik

Per il pubblico ministero norvegese il 42enne autore della strage di Utoya non è cambiato e rimane un soggetto pericoloso
Confine
11 ore

Lo sconto carburante fa flop. Risparmio esiguo

Forniti i dati dell’App introdotta per ridurre il prezzo del pieno nella fascia di frontiera con Ticino e Grigioni
Confine
12 ore

Da oggi capelli, barba e ceretta in Italia solo con il 3G

Entra in vigore il ‘green pass’ per i clienti di parrucchieri, barbieri ed estetisti. Dall’1. febbraio estensione a uffici postali e bancari e ai negozi
Estero
12 ore

Caduto e ferito per una buca stradale nell’87: eredi risarciti

Un uomo della provincia di Bologna rimase ferito e paralizzato 32 anni fa. Morto lui nel 2015 per altre cause, gli eredi vincono la causa contro il Comune
Estero
13 ore

Abusi dei preti a Monaco: da Ratzinger nessuna azione in 4 casi

Almeno 497 vittime di pedofilia nell’arcidiocesi dal 1945 al 2019. Con Ratzinger a capo, due preti di cui erano documentati gli abusi rimasero in carica
Estero
18 ore

Due rapper 20enni arrestati per rapine fra Milano e Sondrio

Assieme ai due, Baby Gang e Neima Ezza, è stato fermato anche un 18enne. Avevano minacciato diversi giovani facendosi consegnare soldi e gioielli
 
13.10.2021 - 16:460
Aggiornamento : 17:17

Formazza, si scia sulla neve dell’anno precedente

Grazie allo snowfarming e a speciali teloni geotermici che riflettono i raggi solari UVA, è possibile conservare grossi cumuli in seguito riutilizzati

Questa (sottintesa la neve), l’ho già vista. Scherzosamente si potrebbe introdurre così il progetto, a prima vista fuori di testa, della località sciistica di Riale, in alta Valle Formazza (Ossola). Destinazione che il 30 ottobre “Torna in pista”. Lo fa, pensate un po’, con la neve riciclata della stagione scorsa grazie alla tecnica dello “snowfarming”, che permette di stendere i 6’000 metri cubi di neve stoccati ad aprile su oltre 2 km e mezzo di pista. Un’occasione – si legge nel comunicato tramesso dai responsabili della destinazione – per gli amanti di questa disciplina e per le nazionali agonistiche che potranno anticipare gli allenamenti in vista delle competizioni nazionali e internazionali.
Per il terzo anno consecutivo Riale, piccolo gioiello piemontese dell’Alta Val Formazza, a pochi passi dalla Svizzera, sarà così tra le prime località italiane ad aprire ufficialmente la stagione dello sci di fondo e ospitare, in anticipo, amatori e professionisti della disciplina.

In anticipo sulla concorrenza

Il prossimo 30 ottobre, intanto, gli oltre 2 km e mezzo dell’anello della pista di sci nordico (complessivamente lunga oltre 12 km) saranno pronti per essere “calpestati” dagli sportivi, a prescindere dalle condizioni atmosferiche in quota. Un piccolo “miracolo”, possibile grazie all’ingegno e alla caparbietà di Gianluca Barp, imprenditore turistico di Riale: dopo due anni di sperimentazioni, infatti, Barp ha affinato la tecnologia dello snowfarming e lo scorso aprile ha stoccato oltre 6’000 metri cubi di neve, quasi raddoppiando la quantità riciclata nel 2020, che ora sono in procinto di essere posati nuovamente in pista. Un modo intelligente per offrire agli atleti e alle nazionali la possibilità di anticipare gli allenamenti, in vista anche della XXIV edizione dei Giochi Olimpici invernali in programma a Pechino a febbraio 2022, e ai numerosi appassionati della disciplina l’occasione di godersi l’attività sportiva prima del solito.

I teloni geotermici che rallentano lo scioglimento della massa di neve

La tecnica dello snowfarming è diffusa nel Nord Europa, dalla Svezia alla Finlandia, ma anche in Svizzera a Davos. Barp è il primo imprenditore a livello privato ad averla testata fino a portarla a regime in Italia: una soluzione ottimale per il mercato dello sci, che richiede un inizio di stagione sempre più anticipato rispetto a un clima che, invece, ritarda l’inverno e rende sempre più difficile l’apertura degli impianti nelle date prestabilite.

I 6’000 metri cubi di neve sono stati coperti da tecnologici teli geotermici con fibre di alluminio, intervallati da strati isolanti di ovatta grazie al supporto tecnico di Snow Makers, un’azienda specializzata svizzera. I teli sono poi stati legati uno all’altro con un sistema di velcri e cuciture a filo. Questi speciali materiali di copertura garantiscono il doppio beneficio di proteggere termicamente la massa sottostante e, grazie all’azione riflettente, di non far penetrare i raggi UVA.

Un autentico richiamo per gli atleti competitori

Nel complesso, grazie al grande lavoro effettuato negli ultimi anni, Riale sta diventando sempre più un punto di riferimento per la disciplina a livello nazionale e internazionale. Alcune nazionali di sci di fondo hanno già “prenotato” il loro posto nei prossimi mesi per svolgere gli allenamenti, come quella della Polonia che a gennaio 2022 arriverà in questo angolo di Piemonte per prepararsi proprio all’appuntamento olimpico. Anche la nazionale francese ha manifestato l’interesse di venire a Riale intorno al mese di novembre.

«Anno dopo anno stiamo sempre più affinando questa tecnologia che ci sta dando grandissime soddisfazioni – spiega Gianluca Barp –. È un lavoro lungo, faticoso e non esente da rischi ma ci permette di anticipare la stagione e offrire alle nazionali interessate di tutto il mondo l’occasione unica di allenarsi prima del solito e prepararsi con calma e in tranquillità in vista dei test più probanti. Riale sta diventando sempre più un centro per lo sport ad alta quota e questo mi rende orgoglioso. Non soltanto sci di fondo, infatti, ma penso anche allo skyrunning con la Bettelmatt Ultra Trail nel periodo estivo a cui nel 2022 si aggiungeranno i mondiali di Sky Marathon. La bicicletta e il trekking grazie agli innumerevoli itinerari disponibili e ancora le ciaspolate e l’e-bike a pedalata assistita. E, presto, sveleremo altre sorprese per attirare un turismo sempre più amante della natura e delle emozioni sportive».

Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved