funivia-del-mottarone-continui-appelli-inascoltati
30.05.2021 - 21:21

Funivia del Mottarone: continui appelli inascoltati

Al direttore e al direttore dell'impianto via fune il caposervizio ha più volte segnalato i problemi ai freni. Intanto spuntano anche ingressi 'fantasma'

A Enrico Perocchio, il direttore di esercizio della funivia del Mottarone, "ho detto che andavo avanti coi forchettoni e lui non mi ha risposto" e "l'ho detto anche a Nerini che mettevo i ceppi" e il gestore dell'impianto "mi diceva 'arrangiati'". È così che a verbale, interrogato ieri dal giudice per le indagini preliminari di Verbania, Gabriele Tadini, caposervizio, ha ricostruito le interlocuzioni su quella che era "diventata la prassi" di usare i forchettoni per bloccare i freni.

"In 20 giorni ho chiesto 3 volte assistenza", ha spiegato ancora parlando delle anomalie ai freni. "E ho detto a Perocchio - ha aggiunto - che se non si risolveva non poteva andare avanti col servizio".

Intanto, uno dei filoni dell'indagine, che comunque si concentra ovviamente sull'incidente che ha causato 14 morti, riguarda, come anticipato da "Il Fatto quotidiano", pure presunti ingressi di viaggiatori senza battere gli scontrini. Accertamenti, quindi, su presunte irregolarità fiscali.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
caposervizio forchettoni funivia ingressi mottarone
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved