laRegione
covid-19-parte-la-campagna-di-vaccinazione-nel-comasco
Parte il 'vaccino day' (Keystone)
Confine
27.12.2020 - 12:490

Covid-19, parte la campagna di vaccinazione nel Comasco

Nella provincia il punto di riferimento è l'ospedale Sant'Anna. Si comincia dai presidenti degli Ordini dei medici e degli infermieri

Sono il presidente dell'Ordine dei medici della provincia di Como Gianluigi Sparti e il presidente dell'Ordine degli infermieri comaschi Dario Cremonesi i primi due sanitari lariani che nel pomeriggio saranno vaccinati contro il Covid-19. All'ospedale Sant'Anna, centro di riferimento della campagna vaccinale, saranno effettuate complessivamente cinquanta inoculazioni ad altrettanti operatori sanitari, volontari del soccorso e ad alcune addette alle pulizie che in questi mesi di pandemia non hanno fatto mancare la loro preziosa presenza. Complessivamente sono 1'620 gli operatori sanitari che in Lombardia saranno vaccinati con il siero di Pfizer-Biontech.

Il punto di consegna per la Lombardia è l’ospedale Niguarda di Milano e da lì le fiale stamane sono partite  per le altre 11 province. Il 'vaccino day' è una partenza simbolica per l’Italia e gran parte dell’Europa. ''La campagna vaccinale vera e propria partirà poi nei giorni successivi secondo il cronoprogramma previsto dal Piano nazionale – ha spiegato l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera –. Anche dal punto di vista simbolico, è importante che l’avvio della vaccinazione avvenga in tutte le province e in alcuni luoghi simbolo, tra cui l’ospedale di Alzano e quello di Codogno e il Pio Albergo Trivulzio''.

Al momento non è prevista alcuna obbligatorietà, ma dai primi sondaggi in Lombardia l’adesione del personale sanitario è superiore al 90 per cento. ''I medici che rifiutano il vaccino debbono cambiare mestiere'', il commento di Massino Galli, nome diventato familiare nelle case delle famiglie italiane durante la pandemia di Covid-19, professore alla Cattolica di Milano, primario di infettologia all'ospedale Sacco di Milano, conosciuto come uno dei principali punti di riferimento della comunità scientifica italiana.

© Regiopress, All rights reserved