Ti-Press
Confine
05.02.2019 - 18:000

Riaperta la statale 34 del Lago Maggiore

Tre mesi fa una frana in località Puncetta aveva costretto alla chiusura e ad importanti lavori di ripristino

A tre mesi dalla frana che lo scorso 6 novembre, in località Puncetta, nel comune di Cannobio, si era abbattuta sulla statale 34 del Lago Maggiore, causando notevoli disagi in quanto per alcune settimana la strada era rimasta sbarrata al traffico, nella giornata di lunedì sono terminati gli impegnativi lavori per la messa in sicurezza della litoranea occidentale del Verbano.

Nella giornata di ieri è stato quindi possibile riaprire la statale 34 senza la chiusura a fasce orarie iniziata lo scorso 7 dicembre. Il senso unico alternato ha consentito la prosecuzione delle attività di rivestimento del versante tramite reti in aderenza ad elevata resistenza. Concluse le attività previste, la statale è stata riaperta al transito lungo entrambe le corsie.

L'area interessata dai lavori era molto ampia, oltre 5'000 metri quadrati. Il punto in cui è caduta l'ultima frana non è nuovo a smottamenti, il più grave dei quali il 18 marzo 2017, che provocò la morte di un centauro ticinese e il ferimento di una giovane coppia di Verbania. Da segnalare che domani a Torino, in Regione Piemonte, è previsto un primo incontro con gli esperti della Protezione civile nazionale chiamata a valutare la richiesta di riconoscimento dello "stato di emergenza", in modo di accelerare l'apertura del cantieri, considerato che già sono a disposizione 60 milioni di euro.

Tags
frana
lavori
lago maggiore
lago
maggiore
© Regiopress, All rights reserved