Confine
17.06.2018 - 10:410

Procedono i lavori sulla statale 337

Ancora 20 ancoraggi e poi, a fine mese, saranno installate le barre di ancoraggio. Ancora nessuna conferma, invece, sui sensori per l'allerta in caso di crolli

Il punto dei lavori per la messa in sicurezza della statale 337 della Valle Vigezzo a Meis di Re, nella settimanale nota dei sindaci dell'Unione dei  comuni della valle vigezzina: "Nonostante le avverse condizioni meteo i lavori di messa in opera di ancoraggi delle reti di contenimento sono proseguiti come da programma".

La messa in sicurezza dell'unica strada di collegamento da Domodossola a Locarno e quotidianamente frequentata da oltre un migliaio di frontalieri si è resa necessaria a seguito della frana dello scorso 1° aprile, giorno di Pasqua, che ha provocato la morte di una coppia di Minusio che si stava recando al Santuario della Madonna del Sangue di Re. Nella nota i sindaci scrivono: ''All’appello mancano 20 ancoraggi, la prossima settimana verranno realizzate le perforazioni, si procederà poi, nell’ultima settimana del mese di giugno, con la messa in opera delle barre di ancoraggio e infine con la stesura delle funi e il loro tesaggio''. In in attesa della fine dei lavori resterà in vigore la chiusura a fasce orarie (solo nei giorni feriali): dalle 8 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 17.

Nessuna notizia certa per quanto riguarda l'installazione di sensori in grado di segnalare tempestivamente il pericolo, come chiesto dall'Unione dei comuni vigezzini. Non si esclude che possano essere installati nel prossimo mese di luglio.

© Regiopress, All rights reserved