laRegione
Nuovo abbonamento
ULTIME NOTIZIE Economia
Economia
6 ore
Investire nel solare può creare 14'000 posti di lavoro
Ne è convinta la Fondazione svizzera dell'energia (SES), che propone questa soluzione per ridurre la disoccupazione, cresciuta a seguito del coronavirus
Economia
7 ore
Il coronavirus fa esplodere il debito pubblico mondiale
Oltre il 100% e al livello più alto da sempre: ha superato anche il picco post-Seconda guerra mondiale
Economia
1 gior
Cambio alla testa di EY Lugano
Erico Bertoli succede a Stefano Caccia che lascia l'incarico per pensionamento
Economia
1 gior
Le imprese scommettono sulla ripresa, anche in Ticino
Gli effetti della pandemia sono stati più forti al Sud delle Alpi, ma secondo gli esperti di Ubs le prospettive sono positive. Pil a -5,5% quest'anno. Poi su
Economia
1 gior
Svizzera, il covid non ferma le due ruote
Malgrado l'emergenza sanitaria, le vendite di motocicli nel nostro Paese hanno conosciuto...un'impennata
Economia
1 gior
Aviazione, United taglia 36mila posti di lavoro
La compagnia statunitense pronta a rinunciare alla metà dei suoi dipendenti se non vi saranno segnali di ripresa dopo l'emergenza Covid
Economia
1 gior
I salari dei frontalieri spiegati da un economista
Gli ultimi dati confermano la differenza nelle retribuzioni. C'entra il dumping, ma non solo. E revocare la libera circolazione porterebbe "chiusure e fallimenti"
Economia
2 gior
Bancarotta per Brooks Brothers, marchio icona di Wall Street
Il produttore di abbigliamento formale soccombe alla crisi creata dal coronavirus. Si cerca di evitare la liquidazione
Economia
2 gior
Tui Suisse taglia 70 posti di lavoro e chiude otto succursali
La filiale dell'agenzia viaggi tedesca riduce la sua presenza nella Confederazione a causa della crisi del coronavirus
Economia
16.01.2018 - 06:200
Aggiornamento : 07:26

Airbnb, la legge non deve andare... in vacanza

Fenomeno in crescita. Serve una base legale per la riscossione della tassa di soggiorno

Per fare pagare la tassa di soggiorno anche a chi affitta camere su Airbnb – la piattaforma online sulla quale si offrono posti letto a scopo turistico – non basta un click. Le difficoltà risiedono nella legislazione che non è sempre aggiornata con i tempi. In Ticino pagarla è già obbligatorio, ma «il problema sta nel fatto che l’offerta di alloggi sul web ha creato delle dinamiche così veloci, che a volte chi affitta camere sfugge ai controlli», dice a ‘laRegione’ Elia Frapolli, direttore dell’Agenzia turistica ticinese (Att). A livello cantonale lo scorso ottobre i deputati Tiziano Galeazzi (Udc), Sara Beretta Piccoli (Ppd) e Matteo Quadranti (Plr) hanno presentato una mozione che mira a regolamentare il fenomeno dell’offerta turistica di alloggi online a 360 gradi.

È in continua crescita la piattaforma online Airbnb, sia in Svizzera che in Ticino. A differenza del settore alberghiero su questi portali è possibile che i prezzi delle camere non comprendano la tassa di soggiorno. Da tempo in Svizzera si sta cercando di risolvere questa problematica dialogando con Airbnb. Solo Zugo (dove è già in vigore dallo scorso mese di luglio) e Friburgo (da aprile) hanno firmato un accordo in questo senso: è la stessa società che incassa la tassa per poi versarla all’autorità competente.

Anche in Ticino questo fenomeno è sempre più presente: «Da noi l’anno scorso erano circa 4’600 i posti letto offerti su Airbnb. Non sappiamo però qual è stata l’occupazione di questi ultimi», afferma Frapolli. Anche a livello cantonale l’obiettivo è quello «di fare in modo che sia Airbnb ad incassare direttamente la tassa» che poi dovrebbe essere versata verosimilmente al Cantone. «Abbiamo già avuto diversi contatti con Airbnb, che si è già detta disponibile a farlo», sottolinea il direttore dell’Agenzia turistica ticinese.

Ci sono però ancora delle modifiche legislative da condurre in porto: «È importante che il Ticino adegui le basi legali per permettere questa operazione. Oltre alla tassa di soggiorno ci sono però altri fattori da tenere in considerazione: un primo aspetto riguarda le autorizzazioni – precisa Frapolli – che sono necessarie per poter offrire una camera su Airbnb. Oggi, ad esempio, chi vuole aprire un albergo deve sottostare a numerosi requisiti, come il rispetto delle norme di igiene o di protezione dagli incendi. Un altro aspetto riguarda la legge edilizia: sarebbe utile regolamentare la situazione nella quale un appartamento viene tolto dal mercato degli affitti per poi inserirlo sul mercato turistico. Infatti in alcune grandi città si sono creati degli squilibri tra questi due ambiti».

Ma come ci si sta muovendo a livello cantonale? «Qualche mese fa è stata depositata una mozione in questo senso e il Cantone sta lavorando per formulare una risposta. Dopodiché l’auspicio è che vengano attuate modifiche che permettano di riscuotere la tassa di soggiorno, afferma Frapolli. «In generale Airbnb è un buon fenomeno se sottostà alle stesse regole che valgono per l’offerta di posti letto classici. Insomma bisogna evitare una situazione di concorrenza sleale», conclude il direttore.

© Regiopress, All rights reserved