Economia
06.05.2015 - 17:460
Aggiornamento : 15.12.2017 - 17:08

Swisscom, fatturato in aumento ma utile netto in calo

Swisscom ha archiviato il primo trimestre con un utile netto di 351 milioni di franchi, in calo del 5,9% rispetto ad un anno prima, su un volume d’affari che è invece cresciuto del 2,6% a 2,89 miliardi di franchi.

L’utile operativo EBIT prima di interessi e imposte è sceso dell’1,3%, a 544 milioni, mentre il risultato EBITDA ha segnato una flessione dello 0,9% a 1,05 miliardi. Secondo l’operatore la contrazione dei profitti è dovuto al minore risultato d’esercizio e a maggiori oneri finanziari netti, soprattutto a causa di perdite valutarie.

Ad eccezione dell’utile netto, i dati annunciati oggi superano le aspettative degli analisti consultati dall’agenzia finanziaria awp, che avevano pronosticato un fatturato di 2,79 miliardi, un EBITDA di 1,03 miliardi e un EBIT di 526 milioni.

I ricavi del primo operatore telecom svizzero sono cresciuti grazie anche ai contratti basati su tariffe forfettarie. A fine marzo i clienti titolari di un’offerta combinata erano 1,26 milioni (+18,7% annuo) per un fatturato progredito del 20,7% a 530 milioni

Si è confermata pure la crescita nel settore della rete fissa: in un anno il numero dei collegamenti Swisscom TV è progredito del +14,2% a quota 1,2 milioni, mentre il numero dei collegamenti di rete fissa a banda larga è aumentato del 4,1% a 1,91 milioni.

La controllata Fastweb in Italia ha conseguito nel periodo in rassegna ricavi per 429 milioni di euro (+8%) e un Ebitda di 120 milioni di euro (+11%). In crescita del 7% il numero dei clienti.

"Malgrado le turbolenze legate al cambio e la crescente pressione esercitata dalla concorrenza, abbiamo iniziato l’anno con un buon risultato", ha fatto sapere il CEO di Swisscom Urs Schaeppi citato in un comunicato. "Il nostro settore di attività è caratterizzato allo stesso tempo da ingenti investimenti e da una forte pressione sui prezzi".

Schaeppi ha ricordato che "con il lancio di Natel infinity plus il 13 aprile, abbiamo praticamente abolito le tariffe di roaming per molti clienti. Soltanto questa riduzione dei prezzi ammonta a oltre 100 milioni all’anno".

Le previsioni finanziarie per il 2015 rimangono invariate. Swisscom si attende un fatturato netto superiore a 11,4 miliardi di franchi, un EBITDA di circa 4,2 miliardi e investimenti pari a 2,3 miliardi. Queste previsioni finanziarie si basano su un tasso di cambio con l’euro di 1 a 1. In caso di raggiungimento degli obiettivi, Swisscom intende proporre per l’esercizio in corso un dividendo invariato di 22 franchi per azione.

© Regiopress, All rights reserved