24.11.2022 - 11:41
Aggiornamento: 19:52

Cristina D’Avena, ‘eterna bambina’ con 40 anni di carriera

La regina delle sigle dei cartoni animati festeggia il traguardo con un nuovo album in uscita il 25 novembre

Ats, a cura di Red.Web
cristina-d-avena-eterna-bambina-con-40-anni-di-carriera
Foto: Instagram Cristina D’Avena Official

Vulcanica, positiva, ironica, "un’eterna bambina, con tanta voglia di vivere": sono volati in un soffio, tra canzoni e sorrisi per grandi e piccoli, i 40 anni di carriera di Cristina D’Avena, che ora ha deciso di festeggiarli alla grande, con un album nuovo di zecca in uscita il 25 novembre con Warner in duplice versione, Standard e Deluxe Edition.

Il titolo non poteva che essere "40 - Il sogno continua": "Sì, e non finisce mai, perché ho sempre voglia di condividere le mie emozioni e di donarmi al pubblico, che ancora mi ama in modo pazzesco", racconta la "regina dei cartoni animati" in un’intervista all’agenzia di stampa italiana ANSA. L’album (iI 9 dicembre verrà pubblicato in un’edizione limitata e numerata anche il vinile color cristallo) condensa tutta la carriera di un’artista che ha venduto milioni di dischi ed è l’unico personaggio dello spettacolo la cui voce è presente sulla tv italiana ininterrottamente dai primi anni 80 almeno una volta al giorno.

Oltre alle sigle più amate e conosciute, recuperate dai master originali, e alle canzoni tratte dalle serie televisive che l’hanno vista protagonista negli anni 80 e 90, in questo ultimo lavoro celebrativo i suoi fan troveranno anche una serie di inediti duetti con tanti artisti amici italiani, da Orietta Berti a Lorella Cuccarini, da Albe a Myss Keta, e poi Elettra Lamborghini, Alfa, Cristiano Malgioglio, Jr Stit e Dj Matrix & Amedeo Preziosi. Ma come si fa a non passare mai di moda?

"Credo che in primis ci sia la coerenza, io coerente lo sono nella vita, porto avanti i miei principi e, se ci credo davvero, non cambio", prosegue, "quando ho iniziato a 17 anni non avrei mai immaginato di arrivare a 40 anni di carriera, ma è stato un percorso talmente bello e vero, come se seguissi un sentiero senza sapere realmente cosa aspettarmi. Ho sempre amato tanto le cose che ho fatto e così poi le hanno amate anche gli altri".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved