Classica
06.09.2022 - 16:31

Il pianista e direttore d’orchestra Lars Vogt è morto

La sua scomparsa, neppure 52enne, è stata causata da un cancro all’esofago. In Svizzera era conosciuto al Lucerne Festival e a Zurigo

Ats, a cura di Red.Cultura
il-pianista-e-direttore-d-orchestra-lars-vogt-e-morto
©Giorgia Bertazzi
Lars Vogt, pianista e direttore d’orchestra

Il pianista e direttore d’orchestra tedesco Lars Vogt è morto. La notizia del decesso, appresa dalla famiglia, è stata resa nota dalla Deutsche Press Agentur. Musicista di fama mondiale, Vogt è morto a causa di un cancro all’esofago poco prima di compiere 52 anni.

Nato l’8 settembre 1970 nella Germania nordoccidentale, Vogt si è distinto per essere uno fra i massimi pianisti della sua generazione. Salito alla ribalta negli anni Novanta con il conseguimento del secondo premio nella Leeds International Piano Competition, si è esibito in Europa, Asia e Nordamerica. A distinguerlo le sue interpretazioni di Beethoven, Mozart e Brahms, oltre per l’attività cameristica (per cui aveva un amore speciale). Vogt aveva studiato all’Accademia musicale di Hannover, diventando dal 2012 professore di pianoforte. È stato anche direttore principale dell’Orchestre de chambre de Paris. In Svizzera, Vogt si è esibito come pianista al Festival di Lucerna nel 2016 e qualche anno prima è stato ‘Artist in Residence’ con l’Orchestra da Camera di Zurigo.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved