16.08.2022 - 17:59
Aggiornamento: 18:18

Cinquant’anni dopo, l’Academy chiede scusa a ‘Piccola piuma’

Sacheen Littlefeather ritirò l’Oscar al posto di Marlon Brando. Fece un discorso in difesa dei Nativi americani e fu fischiata

Ats, a cura di Red.Cultura
cinquant-anni-dopo-l-academy-chiede-scusa-a-piccola-piuma
Keystone
Sacheen Littlefeather

L’Academy si scusa con Sacheen Littlefeather, ‘Piccola piuma’, 50 anni dopo i suoi 60 secondi sul palco degli Oscar al posto di Marlon Brando, che si rifiutò di ritirare il premio come migliore attore protagonista per ‘Il Padrino’.

La nativa americana, all’epoca 26enne, fece un discorso durissimo contro i maltrattamenti subiti dalla sua comunità e fu accolta da una valanga di fischi e insulti razzisti dal pubblico presente in sala. "Gli abusi che hai subito per il tuo discorso sono stati ingiustificati e totalmente inappropriati", ha scritto l’ex presidente dell’Accademia David Rubin in una lettera a Littlefeather, annunciando un evento per il 17 settembre a Los Angeles con l’attrice Apache per "parlare, celebrare, guarire".

In una nota, Sacheen Littlefeather ha detto che le scuse dell’Academy sono "un sogno che diventa realtà. Noi indiani siamo un popolo paziente".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved