25.07.2022 - 16:54
Aggiornamento: 17:26

Molestie a Hunziker e Panicucci, stalker indagato

Il presunto autore delle minacce, un 22enne bolognese, minacciava le due showgirl prevalentemente servendosi di Instagram

Ats, a cura di Red.Web
molestie-a-hunziker-e-panicucci-stalker-indagato
Keystone
Michelle Hunziker

Un 22enne di Bologna è stato indagato per minacce e stalking nei confronti di Michelle Hunziker e Federica Panicucci. L’inchiesta, dopo gli accertamenti informatici si è conclusa, e a breve potrebbe esserci una richiesta di rinvio a giudizio. Le due showgirl sono state già in passato vittime di maniaci ed entrambe hanno deciso di raccontare i fatti pubblicamente.

Secondo quanto riportato da Il Giorno, il 22enne avrebbe più volte minacciato, anche di morte, dallo scorso agosto, Federica Panicucci e suo figlio, con messaggi ma anche commentando suoi post pubblici sui social con deliri sessisti: "... Per vendetta verso questa tua schifosa condotta prendo la doppietta e vi ammazzo a te e a tuo figlio sparandovi...".

Meno sistematico sarebbe stato l’odio verso la Hunziker, che avrebbe ricevuto, secondo le accuse, due messaggi con minacce sempre a sfondo sessuale e sessista anche contro il suo impegno nella denuncia pubblica di fatti del genere a danno di altre donne.

Il giovane indagato, che non si esclude abbia problemi psicologici, utilizzava soprattutto Instagram, e da lì inviava messaggi alle due conduttrici, nel caso della Panicucci da oltre un anno. Frasi deliranti, tipo "sei la donna peggiore del mondo e più pericolosa dell’universo e io per questo ti odio e ti disprezzo e ti distruggo con le arti marziali di combattimento e stuprandoti, addio", inviato a Federica Panicucci, che era al centro delle sue esternazioni.

Secondo la Procura, con le sue "ripetute condotte" le ha causato "un perdurante stato di ansia e paura, oltre a ingenerare in lei un fondato timore per l’incolumità propria e del figlio".

Nel caso di Michelle Hunziker, in particolare due messaggi sono stati a sfondo minatorio. Alla showgirl lui rimproverava anche l’attività pubblica in favore dell’emersione dello stalking che la conduttrice opera ormai da anni, dopo una serie di esperienze del genere, in cui era stata presa di mira anche insieme alla figlia Aurora Ramazzotti.

Nel 2005, ad esempio, dopo la minaccia di sfigurare la ragazza con l’acido se la famiglia non avesse accettato di pagare una certa cifra, la Hunziker era stata costretta a prenderle una guardia del corpo. Una decisione presa a malincuore, che secondo lei aveva purtroppo "cambiato la vita" alla figlia.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved