22.07.2022 - 12:18
Aggiornamento: 14:28

Storie per crescere al Festival della narrazione di Arzo

Una miniserie di tre spettacoli dedicati in particolare, ma non solo, a coloro che sono alle prese con gli interrogativi e le evasioni adolescenziali

storie-per-crescere-al-festival-della-narrazione-di-arzo
Eliana Manca
‘Tarzan’

Il diffuso programma della 22esima edizione del Festival internazionale di narrazione (dal 18 al 21 agosto prossimi, fra Arzo e Meride) propone tre ‘Storie di incontri e di crescita’, spettacoli dedicati – in particolare ma non solo – a chi è alle prese con i primi interrogativi e le prime evasioni dell’adolescenza.

La possibilità di uscire dal proprio guscio e incontrarsi è raccontata in ‘Bolle di sapone’, una produzione di KHORA.Teatro, in scena sabato 20 e domenica 21 alle 18.30, ad Arzo. Lo spettacolo è un racconto leggero e poetico che narra l’incontro di due personaggi ossessivamente timidi e fantasiosi, che riescono però a vedersi e a unire le proprie solitudini, nonostante una società sempre più alienata.

L’importanza dell’incontro e del saper stare vicini, in equilibrio, è raccontata da ‘Tre’, una produzione dell’Associazione Culturale ScenaMadre, sul palco a Meride, il 20 e il 21 (alle 16; consigliato dai 10 anni). Lo spettacolo porta in scena, con ironia, la complessità di una famiglia dei nostri giorni, chiamata a fronteggiare i piccoli grandi drammi quotidiani e a gestire dinamiche non sempre facili.

Un percorso di crescita differente è quello raccontato da Francesco Niccolini e Luigi D’Elia, che tornano al Festival con ‘Tarzan ragazzo selvaggio’, che narra la storia di un bambino rimasto orfano nella foresta del Congo, dove cresce tra gli animali. La pièce andrà in scena ad Arzo, sabato e domenica alle 14 (dagli 8 anni). Lo spettacolo nasce dalle riflessioni suscitate dalle crisi ambientale e sanitaria contemporanee e sostiene Survival International, il movimento mondiale per i popoli indigeni contro la conservazione coloniale, che ruba la terra ai nativi che la custodiscono e la abitano da sempre.

L’acquisto dei biglietti per partecipare ai diversi eventi sarà possibile da martedì 2 agosto tramite il sito del festival (www.festivaldinarrazione.ch). Se acquistati online, i biglietti danno anche la possibilità di arrivare al festival usando gratuitamente i mezzi pubblici.

Informazioni: www.festivaldinarrazione.ch.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved