Spettacoli
14.07.2022 - 20:09

‘Hanno ucciso l’Uomo Ragno’, arriva la dramedy sugli 883

Il regista Sydney Sibilia racconta l’avventura di Pezzali e Repetto, prossimamente su Sky

Ansa, a cura di Red.Cultura
hanno-ucciso-l-uomo-ragno-arriva-la-dramedy-sugli-883
Keystone
Max Pezzali

Una ‘dramedy’, nell’ambito televisivo, un prodotto di fiction che mescola elementi del drama e della commedia. "È la mia prima fiction: ho l’urgenza di raccontare una storia che mi sta molto a cuore, quella di due ragazzi e di come con la loro straordinaria avventura cambiano la musica italiana. Ci vediamo prossimamente su Sky". Il regista Sydney Sibilia (‘Smetto quando voglio’, ‘L’incredibile storia dell’Isola delle Rose’) annuncia così, in un videomessaggio accanto a Max Pezzali, ‘Hanno ucciso l’Uomo Ragno - La vera storia degli 883’), la nuova dramedy Sky Original attualmente in sviluppo.

Ispirata alla vera storia di Max Pezzali e Mauro Repetto, capaci di dar vita, da giovanissimi, a un progetto - gli 883 - diventato un vero e proprio fenomeno nazionale e generazionale, la serie sarà prodotta da Sky e Groenlandia. Alla sceneggiatura, Sydney Sibilia, Chiara Laudani, Francesco Agostini e Giorgio Nerone. Max Pezzali e Mauro Repetto, meglio conosciuti come gli 883, contro ogni aspettativa hanno cambiato la musica italiana degli anni ’90. Gli adolescenti Max e Mauro sono degli sfigati a detta di tutti. Quando però iniziano a scrivere canzoni insieme, queste diventano immediatamente delle hit, sorprendendo tutti, in primis loro stessi, rendendoli icone che ancora oggi fanno cantare ed emozionare generazioni di fan.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved