locarno75-a-matt-dillon-il-lifetime-achievement-award
©Tom Munro
L’attore statunitense di ‘Drugstore Cowboy’
ULTIME NOTIZIE Culture
Spettacoli
22 min

Forever Marilyn, il mito della diva tra foto e memorabilia

A sessant’anni dalla sua morte (avvenuta il 4 agosto 1962), a Torino si inaugura oggi una mostra piena di chicche
Spettacoli
1 ora

Per Vasco il bilancio del tour è... ‘Senza parole’

Dopo un tour che in un mese l’ha portato in giro per tutta Italia, il rocker si dice ‘Travolto e stravolto da 701’000 dichiarazioni d’amore’
Incontri
4 ore

Officina Beltrami. Cogliere il rumore del mondo

Intervista all’autore di ‘Il mio nome era 125’ e ‘Cercate Fatima Ribeiro!’, ma anche di tanto altro. Matteo racconta i suoi passi nella narrazione.
Spettacoli
11 ore

Ida Nielsen è ‘una tipa tosta, tostissima’, da bass heavy funk

Carriera personale ed eredità artistica di Prince: a colloquio con la Funk Princess che questa sera sarà sul palco di Ascona con The Funkbots, dalle 23.30
Spettacoli
22 ore

‘Riflessioni musicali’ e ‘Cantar di storie’ con i Vent Negru

La rassegna dello storico gruppo di musica popolare inizierà il 7 luglio a Berzona e andrà avanti per tutto il mese, con una serie di concerti
Scienze
22 ore

La siccità aumenta il rischio di diarrea nei bambini piccoli

L’allarme arriva da uno studio condotto negli Stati Uniti. Il disturbo è nel mondo una tra le principali cause di morte nei bimbi sotto i cinque anni.
Arte
22 ore

Crampiarcore, la prima edizione alla Rada

Pop up interdisciplinare con musica dal vivo, graffiti e prodotti locali il 9-10 luglio a Locarno
Scienze
23 ore

Premio Möbius all’Usi, quando la realtà è sotto attacco

‘Discorsi d’odio, notizie false, metaversi’: questo il tema della 26esima edizione del Möbius 2022, all’Usi di Lugano il 14-15 ottobre
Spettacoli
1 gior

Dee Dee Bridgewater e Ida Nielsen: JazzAscona chiude col botto

Domani sera andrà in scena la proposta conclusiva della rassegna. Si parte da mezzogiorno con il lunch musicale per finire col burlesque di Trixie
Spettacoli
1 gior

In ‘Brothers’ ci sono Andrea e Luca, ci sono i Make Plain

Novità non solo organizzative al Cavea Festival (1-2 luglio): il gruppo lancia sul palco per la prima volta il nuovo pezzo dell’album in uscita nel 2023
21.06.2022 - 12:20
Aggiornamento: 17:08

Locarno75: a Matt Dillon il Lifetime Achievement Award

La premiazione dell’attore e regista dalla carriera eclettica e trentennale si terrà giovedì 4 agosto in Piazza Grande

"Matt Dillon incarna con suprema libertà un’idea di artista e di cinema americano che amiamo profondamente. L’inquietudine della giovinezza e la libertà della maturità. Un interprete che ha saputo costruire un successo duraturo e transgenerazionale senza mai rinunciare a esplorare nuove sfide e linguaggi. Attore e regista sorprendente, Dillon rappresenta il meglio di un’idea di cinema statunitense nata negli anni Settanta e allo stesso tempo celebra il coraggio delle scelte non convenzionali. Siamo onorati di celebrare con lui il 75esimo anniversario del Locarno Film Festival". Con queste ragioni, espresse dal direttore artistico del Locarno Film Festival Giona A. Nazzaro, la 75esima edizione del Pardo ha deciso di omaggiare l’attore statunitense assegnandogli il Lifetime Achievement Award. Un premio riservato alle personalità cinematografiche con una carriera straordinaria.

E "straordinario" il percorso artistico di Dillon (classe 1964) lo è davvero, sin dal suo debutto a 14 anni nel classico di culto ‘Over the Edge’ (Jonathan Kaplan; 1979). Negli anni, l’attore ha saputo attraversare numerosi territori cinematografici, grazie a incontri come quello con Francis Ford Coppola (‘The Outsiders’ e ‘Rumble Fish’), a film di genere divenuti veri e propri cult come ‘Wild Things’ (John McNaughton; 1998), ‘There’s Something About Mary’ (Bobby Farrelly, Peter Farrelly; 1998). Non si può non segnalare ancora la collaborazione con Gus Van Sant in ‘Drugstore Cowboy’, per cui ha vinto un Independent Spirit Award nel 1989, e ‘To Die For’ (1995), che ha presentato con il regista a Locarno nel 1995.

Nel 2002, Dillon debutta alla regia con ‘City of Ghosts’, scritto con Barry Gifford, in cui ha recitato al fianco di James Caan, Gérard Depardieu, Stellan Skarsgård e Natascha McElhone. Nel 2014 ha recitato anche nella serie televisiva ‘Wayward Pines’ (2015-2016) di Chad Hodge, mentre di prossima uscita è la serie ‘Apple High Desert’, diretta da Jay Roach, che lo vede al fianco di Patricia Arquette. Dillon ha inoltre completato di recente il suo secondo lungometraggio come regista con ‘El Gran Fellove’ (2020), un documentario musicale sul leggendario cantante cubano Francisco Fellove.

Oltre al lavoro per la settima arte, dal 2008 l’attore è diventato membro del Consiglio di amministrazione di Refugees International e ha partecipato a missioni in Myanmar, Sud Sudan e Repubblica Democratica del Congo, realizzando brevi documentari per sensibilizzare il pubblico sulla situazione dei rifugiati e degli sfollati interni a causa di conflitti e cambiamenti climatici.

Il premio verrà consegnato a Matt Dillon giovedì 4 agosto in Piazza Grande e sarà accompagnata dalla proiezione di ‘Drugstore Cowboy’ e ‘City of Ghosts’, nonché da un incontro-conversazione con il pubblico al Forum @Spazio Cinema, il 5 agosto. Nei giorni successivi alla premiazione, il Pardo proporrà una serie di titoli "rivelatori dell’eclettismo dell’attore e regista", nella sezione Histoire(s) du cinéma: ‘Drugstore Cowboy’ (Gus Van Sant; 1989) e ‘City of Ghosts’ (Matt Dillon; 2002).

Il Lifetime Achievement Award è stato istituito nel 2011 e negli anni passati è stato consegnato a leggende del cinema quali Harrison Ford (2011), Alain Delon (2012), Jacqueline Bisset (2013), Harvey Keitel (2016) e, nel 2021, Dario Argento.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
lifetime achievement locarno75 matt dillon
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved