e-morto-il-batterista-degli-yes-alan-white
Keystone
27.05.2022 - 09:01
Aggiornamento: 15:55
Ats, a cura de laRegione

È morto il batterista degli Yes Alan White

Lo annunciano su Twitter la famiglia e la band. White ha fatto parte del gruppo progressive rock britannico per quasi quarant’anni

Il batterista del gruppo progressive rock britannico Yes, Alan White, è morto giovedì all’età di 72 anni. Lo hanno annunciato la famiglia e la band sui social media.

L’amatissimo batterista e "amico da 50 anni" è morto dopo una breve malattia nella sua casa vicino alla città statunitense di Seattle, ha scritto la band su Twitter. La notizia aveva sconvolto e sbalordito l’intera famiglia Yes. Secondo l’agenzia di stampa PA, la band intende dedicare a White il suo prossimo tour nel Regno Unito a giugno.

White è nato il 14 giugno 1949 a Pelton, in Inghilterra. Entrato negli Yes nel 1972, è stato il membro più longevo della band dopo la morte del membro fondatore Chris Squire, avvenuta nel giugno 2015. Ha lavorato anche con star come John Lennon, George Harrison ed Eric Clapton. Gli Yes, formatisi nel 1968, sono stati inseriti nella Rock & Roll Hall of Fame nel 2017. I loro successi includono "Owner Of A Lonely Heart", "Roundabout" e "Long Distance Runaround".

La morte di White ha causato costernazione. Yoko Ono ha twittato che White era stato un batterista straordinario che aveva avuto un ruolo importante nel suono di successi di Lennon come "Imagine" e "Instant Karma". "È sempre stato gentile, garbato e di buon umore".

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
alan white progressive rock yes
© Regiopress, All rights reserved