Ajoie
2
Lugano
2
2. tempo
(1-2 : 1-0)
Zugo
0
Bienne
0
1. tempo
(0-0)
Ginevra
2
Losanna
1
1. tempo
(2-1)
Friborgo
1
Berna
1
1. tempo
(1-1)
Langnau
0
Lakers
1
2. tempo
(0-0 : 0-1)
Zurigo
3
Davos
0
1. tempo
(3-0)
Langenthal
1
Olten
1
2. tempo
(1-0 : 0-1)
Ticino Rockets
2
GCK Lions
2
1. tempo
(2-2)
risvegli-da-oliver-sacks-al-teatro-foce
ULTIME NOTIZIE Culture
Spettacoli
48 min

Eurovision, il 25 gennaio il sorteggio delle semifinali

Passaggio di testimone fra Rotterdam e Torino e composizione del cartellone delle prime due serate, che vedranno 36 Paesi competere in due semifinali
Culture
53 min

‘Nelle vene della terra’ con Martignoni rinviato in primavera

Tratto dalla coreografia di Tiziana Arnaboldi, con le poesie di Alberto Nessi, era previsto per domenica 23 gennaio alle 17
Culture
1 ora

Posizionarsi nella giungla digitale e produrre un podcast

È il titolo del corso organizzato da A*dS - Autrici ed autori della Svizzera, destinato a scrittori e operatori del mondo dell’editoria (e non solo)
Scienze
2 ore

Vaccini, se gli effetti indesiderati sono un placebo

Secondo uno studio molte delle reazioni avverse sono dovute all’effetto nocebo. Un’occasione per affrontare l’esitazione vaccinale
Scienze
1 gior

Scoperto il primo pianeta ovale come una palla da rugby

’Scovato’ grazie al satellite Cheops dell’Esa. Si chiama Wasp-103b, è a 1’800 anni luce da noi e compie un’orbita in meno di un giorno.
Culture
1 gior

Sostegno alla cultura, rinnovati gli accordi triennali

Prolungato li sostegno per il periodo 2022-24 per le associazioni culturali attive nei sei principali comuni e per i Circoli del cinema
Culture
1 gior

‘Traditi da ebrei’, disse Otto Frank: un libro lo conferma

Il padre di Anna lo affermò nel 1948. In ‘Chi ha tradito Anne Frank’ di Rosemary Sullivan, l’indagine che ha portato a questa conclusione
Covid e cultura
1 gior

Scuole musica e federazione bandistica chiedono deroga al Decs

Nella lettera indirizzata a Manuele Bertoli ‘l’inaccettabile discriminazione tra giovani ticinesi impegnati nella formazione musicale e coetanei svizzeri’
Cinema Teatro Chiasso
1 gior

Massimo Lopez & Tullio Solenghi Show: si recupera il 10 aprile

Riprogrammato il concerto con i due mattatori annullato lo scorso 8 gennaio
06.12.2021 - 20:350

‘Risvegli’, da Oliver Sacks al Teatro Foce

Finalmente ha debuttato lo spettacolo di Mirko D’Urso tratto dal saggio dello psichiatra e scrittore

Oliver Sacks fu un noto neurologo e un grande scrittore: i suoi libri, saggi con una forte impronta letteraria e biografica, per quanto forse carenti di rigore scientifico sono gioielli di narrazione, uno sguardo sull’umanità partendo da disturbi e malattie neurologiche.

Tra i suoi numerosi e interessanti lavori – qui citiamo ‘L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello’, ‘Zio Tungsteno, ricordi di un’infanzia chimica’ e ‘Musicofilia, racconti sulla musica e il cervello’, tutti pubblicati in italiano da Adelphi – il più celebre è probabilmente ‘Risvegli’, in quanto sua prima opera importante (la prima pubblicazione è del 1973) e certamente anche per il film che nel 1990 ne trasse la regista Penny Marshall, con Robin Williams, Robert De Niro. La prima trasposizione fu però teatrale: ‘A Kind of Alaska’, un atto unico scritto nientemeno che da Harold Pinter. Il testo di Sacks è del resto estremamente interessante e versatile, con molteplici livelli di lettura: dei pazienti psichiatrici che vivono distaccati dal mondo esterno a causa di una malattia, l’encefalite letargica, contratta molti anni prima; un giovane medico che, arrivato nel “giardino” – come viene definito quel reparto, dal momento che i ricoverati sono “vegetali” –, cerca di entrare in contatto con quei pazienti; la sperimenta un nuovo farmaco, una particolare forma di dopamina sintetica che porta, appunto, al risveglio dei pazienti, al loro ritornare in un mondo che, dopo anni di “sonno” è profondamente cambiato così come sono cambiati loro stessi.

Mirko D’Urso si era già cimentato anni fa con il libro di Oliver Sacks (e con il film di Marshall, dal quale lo spettacolo è chiaramente influenzato) e lo scorso fine settimana nell’ambito della stagione del Lac ha finalmente – avverbio dovuto agli annullamenti e rinvii che questa produzione ha dovuto subire causa pandemia – portato in scena al Foce un riallestimento con nuovi attori: oltre allo stesso D’Urso (nei panni del dottor Malcolm Sayer) c’erano in scena Marco Bigioni, Nadia Calzolaro Penzavalli, Lidia Castella, Sara Marconi, Monique Mazreku e Massimiliano Zampetti, bravi nel dare il giusto realismo ai propri personaggi.

Il testo di D’Urso si è dimostrato efficace e ben costruito, alternando senza strappi momenti leggeri ad altri più intensi, caratterizzando bene i personaggi e le loro difficoltà di fronte a un ritorno alla vita tanto sperato quanto difficile e, purtroppo, temporaneo. Lo spettacolo si svolge interamente in una camera d’ospedale, caratterizzata da una scenografia semplice fatta da letti e pochi mobili e che permette agli attori anche qualche “fuga dal palco” che contribuisce a mantenere il ritmo dello spettacolo . Una stanza che prima protegge i tre pazienti protagonisti e poi, di fronte alla loro voglia di libertà, quasi li rinchiude. È probabilmente questa – la forza inarrestabile della vita – la chiave di questa rilettura del materiale di Oliver Sacks, un aspetto che forse varrebbe la pena sviluppare maggiormente.

© Regiopress, All rights reserved