the-legendary-1979-no-nukes-concert-lo-springsteen-ritrovato
Per la prima volta in versione integrale
ULTIME NOTIZIE Culture
Culture
9 ore

Ombre su Placido Domingo: ‘Legato a rete di schiave del sesso’

Il tenore spagnolo agita nuovamente la cronaca argentina e internazionale. La sua voce nelle intercettazioni degli inquirenti.
Culture
13 ore

La lettera di Galileo del Michigan è un falso degli anni 30

Fu creato da un celebre contraffattore milanese che per anni ha sfornato ‘autografi d’autore’ per mantenere le sue sette amanti
Estate giallo-nera
21 ore

‘Quer pasticciaccio’ di Carlo Emilio Gadda

‘Quer pasticciaccio brutto de via Merulana’, 1957: scrittura che corre da ferma, personaggi promossi protagonisti appena nominati, spregiudicatezza
Culture
1 gior

‘Vento di vita vera’ a Moghegno, con musiche di Marco Zappa

Il film di Kurt Voller in anteprima sabato 20 agosto in piazza. La colonna sonora è del ticinese, atteso giovedì 18 agosto a Brusino Arsizio in Trio
Culture
1 gior

In Portogallo torna una vecchia antologia di Pessoa

Prima la biografia di Richard Zenith, ora l’antologia a cura dell’amico poeta e saggista Adolfo Casais Monteiro
Libri
1 gior

Il pane nell’arte, l’arte del pane

‘PaneArte’ (Dadò), interessante, anche se non esaustivo, cammino attraverso l’arte che si occupa del pane
Culture
1 gior

La Compagnia Tiziana Arnaboldi danza per Marguerite Arp

La Fondazione Marguerite Arp rende omaggio alla sua fondatrice sabato 20 e domenica 21 agosto alle 17, con una prima assoluta nel Ronco dei Fiori
Spettacoli
1 gior

Addio a Wolfgang Petersen, diresse ‘La storia infinita’ e ‘Troy’

Il regista tedesco aveva 81anni. Fra gli attori da lui diretti, Clint Eastwood, Dustin Hoffman, George Clooney, Harrison Ford e Brad Pitt
Spettacoli
2 gior

Manupia, tutti gli ‘Hit Single’ dal vivo ad Ascona

Alle 18, nel rinnovato ristorante/bar Al Torchio di via Borgo 47, la collaudata band ticinese dal vivo
Culture
2 gior

Che basta un colpo di vento e il festival di Arzo prende il volo

Da giovedì 18 a domenica 21 agosto, ad Arzo e nella ‘flilale’ Meride, torna il Festival internazionale della narrazione, edizione 22 (come l’anno...)
17.11.2021 - 18:37
di Ansa/Red

‘The Legendary 1979 No Nukes Concert’, lo Springsteen ritrovato

Tutto quello che avreste voluto vedere del Boss a ‘No Nukes’ che il Boss non aveva mai autorizzato. Dal 19 novembre in hd, dal 24 in streaming

Novanta minuti con dieci performance inedite, pubblicato in hd dal 19 novembre, poi fruibile sulle piattaforme streaming dal 23 novembre. È quanto potremo godere del Boss nella sua partecipazione a ‘No Nukes’, la mobilitazione antinucleare andata al Madison Square Garden di New York nel settembre del 1979, quando in seguito all’incidente del 28 marzo alla centrale di Three Mile Island in Pennsylvania, le stelle della musica di allora James Taylor, The Doobie Brothers, Nicolette Larson, Graham Nash, Bonnie Raitt, John Hall, capitnati da Jackson Browne, suonarono per cinque notti di seguito (più appendici open air) in nome e per conto del collettivo Muse (Musicians United for Solar Energy), in un musicale atto di sensibilizzazione sull’utilizzo dell’energia pulita in luogo del nucleare. Da quel leggendario show, un anno dopo, scaturirono un album triplo di grande successo e un documentario che di successo ne ebbe un po’ meno, ma che resta un documento prezioso di notti e giorni di grande musica. Di tutto il girato, però, Bruce Springsteen autorizzò la pubblicazione delle sole ‘The River’, ‘Thunder Road’ e ‘Quarter to Three’, per l’antica disaffezione a essere ripreso dalle telecamere, così come dichiarato al Rolling Stone. La ritrovata confidenza con quelle immagini ha portato alla pubblicazione ‘The Legendary 1979 No Nukes Concert’, con Springsteen e la E street band all’epoca delle registrazioni dell’album ‘The River’ e a ‘Darkness Tour’ del 1978 concluso, in una performance finalmente ritrovata.

Dietro la leggendaria riedizione, che lo riguarda interamente, c’è il fido Thom Zimny, al lavoro sulla registrazione originale del concerto in 16 mm e con il remix audio affidato al guru Bob Clearmountain. Pur nei ritmi cinematografici applicati alla musica del tempo, non frenetici come quella odierna, nulla si perde del contenuto emotivo: “La magia era nell’aria, l’energia sul palco e quella che arrivava dalla folla era oltre misura e descrizione”, dichiara il produttore Jon Kilik; “È uno spettacolo di rock puro dall’inizio alla fine, il livello di energia è trascendente e la padronanza dell’arte della musica rock live lascia tutti a bocca aperta”, aggiunge Jon Landau, manager di Springsteen.

Con le recuperate ‘Born to run e ‘Thunder Road’ e le cover di ‘Rave On’ di Buddy Holly, hanno ora un corrispettivo visivo anche ‘Stay’ cantata insieme a Jackson Browne, Tom Petty e Rosemary Butler, e il ‘Detroit medley’, con tutti gli annessi e connessi di puro spettacolo regalati dal Boss nel festeggiamento sul palco del suo 30esimo compleanno.

‘The Legendary 1979 No Nukes Concerts’ Setlist

1. Prove It All Night
2. Badlands
3. The Promised Land
4. The River
5. Sherry Darling
6. Thunder Road
7. Jungleland
8. Rosalita Come Out Tonight
9. Born To Run
10. Stay
11. Detroit Medley
12. Quarter To Three
13. Rave On

Leggi anche:

Dammi solo il caldo potere del sole ('No Nukes', 40 anni fa)

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
boss bruce springsteen no nukes concert
© Regiopress, All rights reserved