the-legendary-1979-no-nukes-concert-lo-springsteen-ritrovato
Per la prima volta in versione integrale
ULTIME NOTIZIE Culture
Spettacoli
10 min

Tra jazz, nuove musiche e Florian Favre Trio

Il pianista a Jazz in Bess il 4 dicembre per la rassegna di Rete Due, con Manu Hagmann (contrabbasso) e Arthur Alard (batteria)
Spettacoli
16 min

‘Liricomincio’ al Sociale, il ritorno di Ale e Franz

Cavalli di battaglia, pezzi inediti, situazioni riviste e riadattate. 25 anni di storia in scena martedì 30 novembre alle 20.45 a Bellinzona (con band)
Cinema
1 ora

‘Lede dignità’: gli eredi di Aldo Gucci contro ‘House of Gucci’

La produzione ‘non s’è curata d’interpellare gli eredi prima di descriverlo’ e, ‘ancor più censurabile’, ha trasformato Patrizia Reggiani in ‘una vittima’
Streaming
2 ore

I Simpsons vanno in piazza Tienanmen e Disney+ li oscura

Sul servizio streaming di Hong Kong non v’è traccia dell’episodio. Il gigante dell’intrattenimento non dà spiegazioni. Nemmeno il governo locale
Spettacoli
3 ore

Emma Dante e la catartica danza della misericordia

Nello spettacolo andato in scena al San Materno di Ascona ci sono tutto l’amore e la violenza delle famiglie immaginate da Emma Dante
Culture
20 ore

The Deep NEsT: è la volta di Doris Femminis

Dopo Aldina Crespi il professor Vecchioni, Diego Passoni e Giulia, tocca alla scrittrice ticinese accomodarsi nel nido di Bandecchi e La Rosa
L’intervista
23 ore

Gardi Hutter, c’è del comico nella catastrofe

‘L’esperta della morte allegra’ in scena il prossimo 3 dicembre al Cinema Teatro di Chiasso in ‘Gaia Gaudi’, spettacolo ‘intergenerazionale’ sul trapasso
Architettura
1 gior

Aurelio Galfetti, ‘Costruire lo spazio’ a Mendrisio

Mercoledì primo dicembre al Teatro dell’Architettura la presentazione dei tre saggi raccolti nel volume edito da Mendrisio Academy Press
Arte
1 gior

Dopo 25 anni, ‘Nudo maschile in piedi’ attribuito a Lucian Freud

Secondo alcuni, il dipinto sarebbe addirittura un autoritratto che l’artista voleva nascondere per imbarazzo, forse destinato a Francis Bacon
Culture
1 gior

Casa della Letteratura, Alberto Nessi con Zeno Gabaglio

È l’evento che giovedì 2 dicembre alle 18.30 chiude a Lugano la stagione 2021. Introduce e modera Fabiano Alborghetti
Spettacoli
17.11.2021 - 18:370

‘The Legendary 1979 No Nukes Concert’, lo Springsteen ritrovato

Tutto quello che avreste voluto vedere del Boss a ‘No Nukes’ che il Boss non aveva mai autorizzato. Dal 19 novembre in hd, dal 24 in streaming

Novanta minuti con dieci performance inedite, pubblicato in hd dal 19 novembre, poi fruibile sulle piattaforme streaming dal 23 novembre. È quanto potremo godere del Boss nella sua partecipazione a ‘No Nukes’, la mobilitazione antinucleare andata al Madison Square Garden di New York nel settembre del 1979, quando in seguito all’incidente del 28 marzo alla centrale di Three Mile Island in Pennsylvania, le stelle della musica di allora James Taylor, The Doobie Brothers, Nicolette Larson, Graham Nash, Bonnie Raitt, John Hall, capitnati da Jackson Browne, suonarono per cinque notti di seguito (più appendici open air) in nome e per conto del collettivo Muse (Musicians United for Solar Energy), in un musicale atto di sensibilizzazione sull’utilizzo dell’energia pulita in luogo del nucleare. Da quel leggendario show, un anno dopo, scaturirono un album triplo di grande successo e un documentario che di successo ne ebbe un po’ meno, ma che resta un documento prezioso di notti e giorni di grande musica. Di tutto il girato, però, Bruce Springsteen autorizzò la pubblicazione delle sole ‘The River’, ‘Thunder Road’ e ‘Quarter to Three’, per l’antica disaffezione a essere ripreso dalle telecamere, così come dichiarato al Rolling Stone. La ritrovata confidenza con quelle immagini ha portato alla pubblicazione ‘The Legendary 1979 No Nukes Concert’, con Springsteen e la E street band all’epoca delle registrazioni dell’album ‘The River’ e a ‘Darkness Tour’ del 1978 concluso, in una performance finalmente ritrovata.

Dietro la leggendaria riedizione, che lo riguarda interamente, c’è il fido Thom Zimny, al lavoro sulla registrazione originale del concerto in 16 mm e con il remix audio affidato al guru Bob Clearmountain. Pur nei ritmi cinematografici applicati alla musica del tempo, non frenetici come quella odierna, nulla si perde del contenuto emotivo: “La magia era nell’aria, l’energia sul palco e quella che arrivava dalla folla era oltre misura e descrizione”, dichiara il produttore Jon Kilik; “È uno spettacolo di rock puro dall’inizio alla fine, il livello di energia è trascendente e la padronanza dell’arte della musica rock live lascia tutti a bocca aperta”, aggiunge Jon Landau, manager di Springsteen.

Con le recuperate ‘Born to run e ‘Thunder Road’ e le cover di ‘Rave On’ di Buddy Holly, hanno ora un corrispettivo visivo anche ‘Stay’ cantata insieme a Jackson Browne, Tom Petty e Rosemary Butler, e il ‘Detroit medley’, con tutti gli annessi e connessi di puro spettacolo regalati dal Boss nel festeggiamento sul palco del suo 30esimo compleanno.

‘The Legendary 1979 No Nukes Concerts’ Setlist

1. Prove It All Night
2. Badlands
3. The Promised Land
4. The River
5. Sherry Darling
6. Thunder Road
7. Jungleland
8. Rosalita Come Out Tonight
9. Born To Run
10. Stay
11. Detroit Medley
12. Quarter To Three
13. Rave On

© Regiopress, All rights reserved