le-storie-del-teatro-di-locarno
ULTIME NOTIZIE Culture
Culture
1 ora

La responsabilità di giovani e adulti a Storie controvento

Al festival di letteratura per ragazzi lo scrittore francese Christophe Léon ha presentato il suo romanzo ‘Reato di fuga’
Musica
12 ore

Frequenze libere, Trio Libelle allo Spazio Elle

Raphael Loher, Nils Fischer e Silke Strahl per il sesto appuntamento della rassegna, domenica 22 maggio alle 17.30 a Locarno
Concerti
13 ore

Enrico Pieranunzi a Jazz in Bess

Tra i più noti e apprezzati protagonisti della scena jazzistica internazionale, è atteso domenica 22 maggio alle 20.30
Danza
14 ore

Manca poco al Lugano Dance Project

Tra mercoledì 25 e domenica 29 maggio, Lugano si trasforma nella città della danza
Spettacoli
15 ore

Dagli Aphrodite’s Child a ‘Blade Runner,’ addio a Vangelis

Il compositore greco, autore di celebri colonne sonore e tastierista della band prog-rock con Demis Roussos è morto oggi a 79 anni
Streaming
15 ore

Fughe di notizie su ‘Stranger Things’, Netflix nella bufera

Tra le carte di un Monopoly promozionale, ve ne sarebbero alcune che rivelerebbero particolari della trama ancora top secret della quarta stagione
Cinema
15 ore

‘Marx può aspettare’ di Bellocchio all’Otello di Ascona

In versione originale italiana con sottotitoli in tedesco, il documentario presentato a Cannes nel 2021
Cannes 75
16 ore

Tom Cruise inonda il cielo sulla Croisette

Era il giorno di ‘Top Gun: Maverick’, ma anche del Bellocchio di ‘Esterno notte’, Aldo Moro diventato serie. E di due film in concorso non ‘globalizzati’
Società
19 ore

Prodigio di libertà e indipendenza: è Anna Kuliscioff

Alla Biblioteca cantonale di Locarno, domani sera, una conferenza per conoscere una delle protagoniste del socialismo e del femminismo italiani
Arte
20 ore

L’aridità andina del fotografo Gian Paolo Minelli

Alla Polus di Balerna fino al 9 giugno ‘Aridez’, progetto scaturito da un lungo viaggio sulle Ande
L’intervista
22 ore

Dodi Battaglia, ‘Inno alla musica’ e ai Beatles (Days)

Stasera a Bellinzona in Piazza del Sole, l’ex Pooh tra grandi successi e brani del nuovo album. ‘Quando sul palco mi volto, vedo ancora Stefano’
Musica
1 gior

Cyrille Aimée, gran finale di stagione al Jazz Cat Club

Dopo ben tre rinvii, lunedì 23 maggio ad Ascona per chiudere la 14esima stagione
Cinema
1 gior

Oscar 2023, cambiano le regole: i film devono uscire nelle sale

Il Board dell’Academy ha cambiato alcune regole. Nella categoria della miglior canzone originale abbassato da cinque a tre i brani presentabili
09.09.2021 - 18:23

Le storie del Teatro di Locarno

Presentata la nuova stagione di prova, nove spettacoli in abbonamento da dicembre a maggio. Più un'anteprima gratuita per i 30 anni del teatro

«A noi piacciono le storie» ha spiegato il direttore Paolo Crivellaro. E le storie non mancano, nella stagione del Teatro di Locarno presentata questa mattina in conferenza stampa.
Le storie degli spettacoli in cartellone, ovviamente, che si inseriscono nella tradizione del teatro di prosa italiano e sui quali torneremo – nove, in scena da dicembre a maggio, più una serata speciale a novembre –, ma anche le storie degli abbonati, circa quattrocento, che senza sapere nulla delle proposte hanno già rinnovato il proprio abbonamento. Certo ne mancano ancora un centinaio, per arrivare ai livelli di prima della pandemia, ma adesso che la stagione è presentata Crivellaro è fiducioso che anche chi – «comprensibilmente» – non se l’è sentita di abbonarsi adesso decida di tornare in teatro.
Certo, un po’ di incertezza rimane «ma se un anno fa avevo parlato di “coraggio e ottimismo”, oggi preferisco parlare di “coraggio e realismo”, anche alla luce delle decisioni del Consiglio di Stato che ci permettono, con il certificato Covid, di occupare interamente il teatro» ha spiegato il presidente dell’Associazione amici del teatro di Locarno Diego Erba. Le difficoltà non sono legate unicamente alla situazione sanitaria, ma anche al tendenzioso tra Kursaal e Casinò di Locarno che ha portato a un calo dei contributi. «Stiamo lavorando grazie alle riserve, ma non sono infinite: possiamo garantire questa e in parte la prossima stagione, poi si vedrà» ha concluso Erba.
Tornando al cartellone, anche le produzioni degli spettacoli che andranno, si spera, in scena sono ormai una storia a sé: alcuni dei titoli suoneranno familiari, visto che erano già inseriti. «Non avevamo nessun obbligo, ma per una questione di correttezza verso le compagnie chi aveva ancora in repertorio gli spettacoli annullati li ha potuti riproporre» ha spiegato Crivellaro. E così troviamo, venerdì 8 e sabato 9 aprile, ‘Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte’, spettacolo tratto dal romanzo di Mark Haddon e diretto da Ferdinando Bruni ed ELio De Capitani del Teatro dell’Elfo di Milano che è alla terza volta in cartellone.
Ad aprire la stagione sarà comunque, il 2 e 3 dicembre, la commedia ‘Ditegli sempre di sì’ di Eduardo De Filippo, portato in scena dalla compagnia del figlio Luca scomparso alcuni anni fa.
Il 15 e 16 gennaio avremo invece una nuova produzione e «ci mette sempre un po’ di ansia, mettere in cartellone uno spettacolo che non abbiamo visto» ha spiegato Crivellaro, ma trattandosi di Natalino Balasso e di una rilettura del Ruzante si può andare sul sicuro. Tanto che questo spettacolo andrà anche in scena a Chiasso, proseguendo la collaborazione con il Cinema Teatro che si è svolta anche durante la pandemia con gli spettacoli in streaming (che «sono andati bene, ma speriamo di non doverlo più rifare»).
Il 29 e 30 gennaio a Locarno arriverà una grande donna del teatro, Milena Vukotic, con ‘A spasso con Daisy’, lo spettacolo di Alfred Uhry vincitore di un Pulitzer dal quale è stato poi tratto il film vincitore di quattro Oscar. Il 10 e 11 febbraio Paolo Triestino, Edy Angelillo e Giancarlo Ratti presenteranno la commedia ‘Que serà’ mentre il 22 e 23 marzo tornerà Ottavia Piccolo, attrice che era presente, oltre trent’anni fa, all’apertura della prima stagione del Teatro di Locarno. Adesso sarà protagonista di ‘Eichmann. Dove inizia la notte’ di Stefano Massini: lei interpreta la filosofa ebrea Hannah Arendt, Paolo Pierobon il gerarca nazista Adolf Eichmann, ripercorrono la tragedia dell’Olocausto.
La stagione prosegue, il 31 marzo e il 1º aprile, con “uno spettacolo di Alessandro Gassmann“: denominazione, ha spiegato Crivellaro, che richiedono i produttori anche se poi c’è sempre chi chiede dov’è Gassmann che, di ‘Il silenzio grande’, ha fatto solo la regia. Ma anche senza di lui, ha assicurato Crivellaro, il pubblico apprezzerà lo spettacolo, prima opera teatrale dell’autore televisivo Maurizio de Giovanni. Di ‘Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte’, l’8 e 9 aprile, si è già detto; il 27 e 28 aprile un po’ di leggerezza con Gaia De Laurentiis e Ugo Dighero protagonisti di ‘Alle 5 da me’. Infine, il 12 e 13 maggio chiuderà la stagione Lucilla Giagnoni con il suo nuovo spettacolo, ‘Anima Mundi’, incentrato sull’opera di Leopardi.
La stagione in abbonamento avrà un’anteprima l’11 novembre con l’assemblea degli Amici del teatro e uno spettacolo gratuito, offerto alla popolazione per festeggiare, anche se in ritardo causa pandemia, i trent’anni del teatro.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
alessandro gassmann natalino balasso teatro teatro locarno
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved