ULTIME NOTIZIE Culture
musec
1 min

La rivoluzione occidentale dell’arte agli antipodi

A Villa Malpensata, dal 10 febbraio al 1° ottobre, è esposta una settantina di capolavori d’arte dei Mari del Sud, opere della Collezione Brignoni
Culture
37 min

‘Di alberi e di guerra’ agli ‘Eventi letterari’ del Monte Verità

A inaugurare l’undicesima edizione del festival (30 marzo-2 aprile) sarà l’incontro con Giuliano da Empoli, autore de ‘Il mago del Cremlino’
Spettacoli
1 ora

La solitudine di Ulisse e la cecità umana

Stasera al Lac si replica lo spettacolo di Lina Prosa e diretto da Carmelo Rifici. Ottima prova degli interpreti, notevoli le musiche di Zeno Gabaglio.
Sogno o son Festival
2 ore

Giorgia e Sanremo, parole dette bene

Dal 1993 a oggi, ogni sua apparizione all’Ariston è degna di essere ricordata: ‘Torno per rimettermi in gioco, anche se non ho mai smesso di farlo’
Sogno o son Festival
4 ore

Sanremo s’è desta, Blanco devasta

Prima serata, la lezione di educazione civica di Benigni, quella di diseducazione del rapper (?), che rende meno bella la Festa della Repubblica
Sogno o son Festival
8 ore

Sanremo, comanda Mengoni (le pagelle, prima serata)

Nella notte della Repubblica, alla fine della gara, ‘Due vite’ è in testa, Elodie è seconda, Anna Oxa ultima. I voti e la classifica generale
Gallery
Sogno o son Festival
20 ore

Sanremo dalla A di Oxa alla W di Will (un vademecum)

Cantanti e canzoni dell’edizione che prende il via questa stasera, breve guida all’ascolto
Culture
21 ore

Torna il ‘Weekend di Quartetti’ di LuganoMusica

Da venerdì 10 a domenica 12 febbraio suoneranno l’ensemble Belcea, il Quatuor Diotima e il Quartetto della Scala
Musica
24.01.2021 - 10:54
Aggiornamento: 17:57

Il sempreverde Neil Diamond

Bilanciato tra rock, pop e country, a suo agio tanto con The Band quanto con Barbra Streisand, si è ritirato da qualche anno per combattere il Parkinson.

di Ansa/Red
il-sempreverde-neil-diamond
Neil Diamond, Mr. ‘September Morn’ (Keystone)

I principali titoli che lo identificano sono ‘September Morn’, ‘I’m a Believer’, ´America’ – gradita a Muhammad Ali – ‘Song Sung Blue’ e ‘Sweet Caroline’, tutelata dal National Recording Registry per essere “culturalmente, storicamente ed esteticamente significativa”. L'autore dei suddetti evergreen è Neil Diamond, che ha 80 anni da un giorno. Anche se nelle regioni italofone il suo nome è meno oggetto di venerazione che altrove, nel mondo anglosassone l'artista ha venduto qualcosa come 100 milioni di copie, lasciapassare per la Hall of Fame del Rock’n'Roll, per il Kennedy Center Honor e per la stella sulla Walk of Fame, dal 2012 sul marciapiede dell'Hollywood Boulevard di Los Angeles insieme agli altri grandi dello spettacolo.

Neil Leslie Diamond nasce da una famiglia ebrea di Brooklyn. È lunga la sua gavetta come autore tra Tin Pan Alley e il Brill Building, il leggendario palazzo di Manhattan che ospita gli uffici dove, negli anni '60, furono scritte alcune delle canzoni più famose della musica americana. Decisiva per sua carriera fu ‘I’m a Believer’, hit internazionale dei Monkees che, con il titolo ‘Sono bugiarda’, diventerà presto anche una hit di Caterina Caselli. Grazie a ‘Cherry Cherry’ e ‘Kentucky Woman’, Diamond ha poi trovato una strada solista ai tempi della British Invasion, trovandosi anche a fare da spalla ai concerti degli Who. Nel 1967, la sua ‘Solitary Man’, arrangiata da Ennio Morricone, sarà anche uno dei grandi successi di Gianni Morandi, con il titolo di ‘Se perdo anche te’. Nel 1972, ‘Song Sung Blue’ sarà brano di successo anche in Svizzera. A metà strada tra il rock, il pop e il country, lo stile di Diamond ha incontrato gusti assai trasversali: nel 1978, Robbie Robertson – che sarà anche suo produttore per l'album ‘Beautiful Noise’ – lo invita a cantare in ‘The Last Waltz’, l’addio di The Band portato sullo schermo da Martin Scorsese. E in una carriera di alti e bassi, supportata da un pubblico di fedelissimi in ogni parte del mondo, la sua musica raggiungerà gli anni Duemila, durante i quali spicca il duetto con Barbra Streisand ‘You Don’t Bring Me Flowers’. Meno eclatante il successo come attore (un Razzie Award, l'Oscar al contrario della cinematografia statunitense, per il poco gradimento di ‘The Jazz Singer’, rivalutatosi dal punto di vista della colonna sonora).

ANSA/RED

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved