laRegione
Nuovo abbonamento
locarno2020-pardi-al-femminile-per-i-film-di-domani
Lucrecia Martel
ULTIME NOTIZIE Culture
Arte
3 ore

Arnold Nesselrath, vi racconto 'Raffaello!'

All'interno della rassegna 'Metamorfosi', la voce più autorevole sull'artista urbinate nell'Aula Magna dell'Usi, lunedì 28 settembre.
Arte
3 ore

A Mendrisio l'onnivoro André Derin

'Sperimentatore controcorrente', padre dimenticato poi recuperato: dal 27 settembre al 31 gennaio 2021 il Museo dell'arte ne ospita la retrospettiva.
Società
14 ore

USA, il Covid toglie la maschera ad Halloween

Le autorità sanitarie statunitensi sconsigliano di coprirsi il viso durante la festa a causa del rischio pandemia
Spettacoli
19 ore

Addio al jazzista Hans Salomon, padre dell’Austropop

Scomparso all'età di 87 anni, veva suonato con Ella Fitzgerald, Art Farmer e Ray Charles
Culture
20 ore

Un convegno per digitalizzare la cultura

Aperte le iscrizioni alla giornata di studio del 27 ottobre “Digitalizza la cultura. Nuove mediazioni dei patrimoni audiovisivi” organizzato dal Decs
Scienze
20 ore

Progettate cellule mai viste in natura

Un laboratorio statunitense ha elaborato un algoritmo per l'ingegnerizzazione del vivente
Spettacoli
20 ore

Il Film Festival Diritti Umani svela tre film. E un ospite

L'edizione itinerante si aprirà con ‘Welcome to Chechnya’ e si concluderà con ‘I am Greta’. E accoglierà il regista iraniano Massoud Bakhshi
Teatro
22 ore

Teatro di Locarno: 'Sicuri e ottimisti', sul palco e in sala

Dapporto, Poretti, Sastri, Scommegna, Oblivion tra i protagonisti; Shakespeare, King e De Filippo tra gli autori; il Teatro dell'Elfo tra le compagnie
Spettacoli
14.08.2020 - 12:330
Aggiornamento : 18:14

Locarno2020, Pardi al femminile per i film di domani

Le registe Lucrecia Martel e Marí Alessandrini vincono i premi del concorso The Films After Tomorrow. Tra i corti, premi per Darol Olu Kae e Jonas Ulrich

È strano, vederli stringere in mano non i Pardi ma smartphone e tablet, i vincitori di questo Locarno2020: ma è così, e del resto per il particolare concorso di quest'anno non c'erano neanche i film: The Films After Tomorrow è stato infatti dedicato alle produzioni interrotte dalle misure sanitarie e le giurie hanno selezionato i migliori progetti da quel che i registi hanno raccontato.

Ecco quindi i Pardi di Locarno 2020, andati a due registe: premio internazionale all'argentina Lucrecia Martel e quella nazionale a Marí Alessandrini.

La giuria internazionale, composta da Nadav Lapid, Lemohang Jeremiah Mosese e Kelly Reichardt, ha quindi premiato ‘Chocobar’ di Martel, un documentario politico che interroga la questione della colonizzazione e la cultura indigena a partire dall’uccisione del militante Javier Chocobar nel 2009. La giuria della selezione svizzera, composta da Mohsen Makhmalbaf, Alina Marazzi e Matías Piñeiro, ha invece premiato Alessandrini per ‘Zahorí’, film svizzero ma ambientato proprio in Argentina, nella steppa della Patagonia dove nasce l’amicizia inattesa tra una tredicenne di origini ticinesi e un vecchio indiano Mapuche.

Gli altri premi di The Films After Tomorrow

Vediamo brevemente gli altri premi del concorso.

Il Campari Award è stato assegnato ‘Selvajaria’ (Savagery) di Miguel Gomes, libero adattamento del romanzo ‘Brasile ignoto’ di Euclides da Cunha. Lo Swatch Award per il progetto più innovativo è invece andato invece a ‘De Humani Corporis Fabrica’ (The Fabric of the Human Body) di Verena Paravel e LucienCastaing-Taylor, documentario filosofico e politico sulle delicate questioni di bioetica legate alle nuove tecnologie in ambito medico.

Tra i progetti della selezione svizzera, l’SRG SSR Award è stato assegnato a ‘LUX’, documentario sull’esercito svizzero dei giovani Raphaël Dubach e Mateo Ybarra.

La giuria Cinema&Gioventù ha inoltre premiato ‘Cidade;Campo’ di Juliana Rojas tra i progetti internazionali e ‘Azor’ di Andreas Fontana tra quelli nazionali. Il premio “Ambiente è qualità di vita” è infine andato a ‘Eureka’ di Lisandro Alonso.

Pardi di domani

Per quanto riguarda i cortometraggi dei Pardi di domani, sorpresa di questo Locarno2020, la giuria composta di Kiri Dalena, Mamadou Dia e Claudette Godfrey ha premiato con il Pardino d’oro per il concorso internazionale ‘I Ran From It And Was Still In It’ di Darol Olu Kae, un film di grande poesia, la ricerca attraverso lacerti filmati di una identità altrimenti persa.

Per il concorso nazionale, il premio è invece andato a ‘Menschen am Samstag’ di Jonas Ulrich.

Ingrandisci l'immagine
© Regiopress, All rights reserved