video-on-demand-in-calo-crescono-gli-abbonamenti
Potere decisionale
Società
28.07.2021 - 21:240

Video on Demand in calo, crescono gli abbonamenti

I noleggi digitali di film sono già diminuiti del 30% tra il 2017 e il 2019, e un calo del 7% è stato registrato anche nel 2020, anno di pandemia

Gli amanti dei film ricorrono sempre più a servizi di abbonamento online per procurarsi lungometraggi, secondo le cifre provvisorie pubblicate dall'Ufficio federale di statistica (Ust). Il noleggio di film digitali è invece in calo. La maggioranza dei servizi di abbonamento online è dunque in crescita, contrariamente al noleggio che nell'anno pandemico 2020 ha subito un calo del 7%. I noleggi digitali erano già diminuiti di 6,77 milioni fra il 2017 e il 2019, ciò che corrisponde a un calo del 30%.

In termini assoluti, gli acquisti digitali sulle piattaforme VoD sono più insignificanti dei noleggi, e si sviluppano in modo più diseguale. In termini percentuali, tra il 2017 e il 2019 il loro numero è aumentato del 25% (da 1,03 a 1,29 mio. di acquisti). Nel 2020, tuttavia, la curva delle vendite ha iniziato di nuovo a puntare verso il basso, con una diminuzione del 6% a 1,22 milioni.

Questi indicatori sono stati ricavati da una rilevazione totale di tutti i provider VoD attivi in Svizzera, che sottostanno all’obbligo di notifica ai sensi dell’ordinanza sulla cinematografia. In autunno, verrà pubblicata una prima statistica dettagliata su queste offerte per il 2019.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved