29.09.2022 - 10:10
Aggiornamento: 15:10

Uccelli: una specie su otto rischia l’estinzione

In Svizzera la situazione è particolarmente critica, una proporzione circa tre volte più elevata (il 40% delle 205 specie ne fa parte)

Ats, a cura di Red.Web
uccelli-una-specie-su-otto-rischia-l-estinzione
Ti-Press
Specie in estinzione?

Quasi la metà delle specie di uccelli a livello mondiale è in calo, mentre solo il 6% risulta in aumento. È quanto rivela il nuovo rapporto scientifico di BirdLife International. In Svizzera la situazione è particolarmente critica.

Dalla ricerca emerge che sul nostro pianeta una specie su otto (13%) figura sulla Lista rossa mondiale, mentre 187 specie sono già estinte, viene spiegato in un comunicato odierno di BirdLife Svizzera.

Nella Confederazione la situazione è ancora peggiore. La Lista rossa degli uccelli nidificanti, elaborata con gli stessi criteri di quella internazionale, contiene una proporzione circa tre volte più elevata: il 40% delle 205 specie ne fa parte. Gli uccelli che vivono negli ambienti agricoli e nelle zone umide sono particolarmente a rischio, mentre nei boschi stanno un po’ meglio.

Cinque specie che figurano sulla lista di allerta mondiale sono pure uccelli nidificanti in Svizzera: la Coturnice, la Moretta tabaccata, il Chiurlo maggiore (nei fatti estinto su territorio elvetico), il Gipeto e il Nibbio reale.

"Le crisi del clima e della biodiversità devono essere risolte insieme. Ci troviamo nella sesta ondata di estinzioni mondiale che dobbiamo combattere con determinazione e senza indugi", è l’appello lanciato da Raffael Ayé, direttore di BirdLife Svizzera, citato nella nota. "Se gli ambienti politici, le autorità, l’economia e la società investono seriamente nella protezione della biodiversità in Svizzera, un grande miglioramento è possibile!", ha aggiunto.

Una delle misure più urgenti è proteggere le superfici necessarie alla conservazione della biodiversità e degli uccelli. Ve ne sono poi molte altre, fra le quali la lotta al bracconaggio e il rafforzamento degli interventi contro la diffusione mondiale delle specie animali e vegetali esotiche invasive.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved